Come Fatturare con ritenuta d'acconto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Chi offre prestazioni di lavoro occasionali, per delle competenze tecnico-pratiche che possiede, può ora fatturare con ritenuta d'acconto senza però essere costretto ad aprire una posizione i. V. A.. Infatti per chi non svolge attività a fini di lucro in maniera stabile, sarebbe veramente oneroso dover aprire partita iva. Per ovviare a questo problema cercheremo di spiegare all'utente come procedere.

25

Occorrente

  • prestazione lavorativa occasionale
35

La ritenuta d'acconto indica una trattenuta su un compenso assoggettato a tassazione corrisposto da un "sostituto d'imposta" (azienda/datore di lavoro/committente), nei vostri confronti che sarete i "percipienti". Per quanto riguarda i compensi che sono soggetti a ritenuta d'acconto possono rientrare i redditi da lavoro autonomo; seguiti da quelli provenienti da lavoro dipendente e redditi da capitale. Caratteristica fondamentale è che questo compenso deve provenire da un rapporto di lavoro non continuativo, qui la ritenuta indica una trattenuta da applicare sui compensi addebitati dai lavoratori autonomi nei confronti dei titolari di una partita IVA, cioè imprese o liberi professionisti. Questi ultimi devono versare parte del compenso e dichiararlo su un apposito modello 770 suddividendolo nei diversi campi di appartenenza IRPEF-INPS-IVA. Generalmente l'aliquota ossia questa parte che il datore versa corrisponde al 20% del lordo, ma la percentuale può variare in alcuni casi.

45

Il Committente versa questa somma tramite il modello F24 e questo deve avvenire entro il giorno 16 del mese successivo al pagamento, la conseguente e dovuta certificazione deve essere consegnata al lavoratore autonomo entro il 28 febbraio di ogni anno successivo, nella quale saranno indicati: l'importo totale delle somme corrisposte; l'importo delle ritenute e delle detrazioni di imposta effettuate e altre eventuali informazioni non obbligatorie come ad esempio l'IVA. Per i redditi da lavoro dipendente, la ritenuta d'acconto sebbene sia una trattenuta che grava sulle retribuzioni percepite viene effettuata con modalità di versamento e relativa documentazione pressoché simili, compresa la data di scadenza entro la quale deve essere consegnata al lavoratore la certificazione denominata CUD su modello predisposto dall'Agenzia delle Entrate.

Continua la lettura
55

Tra le altre tipologie rientrano le ritenute sui redditi di capitale, che si verificano nel caso in cui si percepiscono dei guadagni derivanti da un investimento finanziario e si applicato a titolo di imposta o di acconto, redditi provenienti da titoli atipici, interessi e premi e da assicurazioni sulla vita soggetti a imposta sostitutiva. Per ultimo c'è da precisare che il limite massimo annuo delle ritenute è di 5000 euro, se questi vengono superati per quello che riguarda la parte eccedente bisogna pagare i contributi relativi alle prestazioni Inps. Bisogna iscriversi alla Gestione Separata Inps ed effettuare il versamento dei contributi in base a percentuali che possono variare: per chi è iscritto a una forma di previdenza obbligatoria è pari al 16%, in caso contrario la percentuale è circa del 23,50%. Tutte le informazioni dettagliate, con relativi modelli scaricabili e fac-simili già compilati sono facilmente reperibili in rete, ivi compreso il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare la ritenuta d'acconto

Sempre più spesso, nell'ambito lavorativo professionale, si sente parlare di ritenute d'acconto, ma questo argomento abbraccia quasi tutte le realtà lavorative regolari italiane in quanto è una vero e proprio anticipo di pagamento voluto dallo stato...
Finanza Personale

Come recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto

Se si è un freelance e non si ha la partita IVA la maggior parte dei servizi vengono erogati dietro pagamento con ritenuta d'acconto. Essa, come tutti i contratti commerciali, comporta il pagamento delle tasse. La ritenuta che si applica su compensi...
Aziende e Imprese

Regime dei minimi: come fatturare a un cliente estero

Il regime fiscale, che consente ad una ben precisa categoria di persone di diminuire le spese amministrative in modo molto vantaggioso, è il cosiddetto regime dei minimi. Interessa in maggior modo le imprese individuali e quelle professionali. In questa...
Finanza Personale

Come fatturare con il regime dei minimi

L'articolo 1 commi 54-59 della Legge di Stabilità ha introdotto un nuovo regime contabile applicabile ai lavoratori autonomi con partita Iva. Sebbene non sia obbligatorio e si possa scegliere il regime semplificato o quello ordinario, è bene conoscere...
Aziende e Imprese

Come dichiarare guadagni Google Adsense

L'attivazione di un account su Google Adsense e il conseguente inserimento di inserzioni pubblicitarie all'interno di siti Web o blog può darvi l'opportunità di guadagnare una discreta somma di denaro. Tuttavia, sappiate che dovete sottoporre tutte...
Aziende e Imprese

Come Impostare Una Fattura Per Lavori Di Traduzione

Se siamo proprietari di una attività, sicuramente ci sarà già capito di dovere emettere una fattura in che varia in base al servizio emesso. Su internet, comunque, potremo trovare molto facilmente tantissime guide che ci mostreranno come fare per emettere...
Aziende e Imprese

Il trattamento contabile dei compensi agli amministratori

Nella presente guida viene affrontata in maniera relativamente più semplice la tematica del trattamento contabile dei compensi elargiti agli amministratori. Sia esso un singolo professionista o facente parte di un vero e proprio consiglio, l'amministratore...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Royalties

Le royalties sono diventate una realtà che, grazie all'aumento di brevetti e invenzioni, va sempre più diffondendosi nei giorni nostri. Questo termine sta a indicare i corrispettivi che vengono pagati a tutti coloro che possiedono un brevetto o una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.