Come fare una denuncia dai carabinieri

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Non abbiate timore, ecco come denunciare un illecito ai Carabinieri.
La denuncia è un importante strumento di collaborazione da parte del cittadino che consente alla Magistratura ed alle Forze dell' ordine di perseguire gli autori dei reati, ricordiamo comunque che il cittadino non ha alcun obbligo giuridico che gli impone di sporgere denuncia.
Denunciare un illecito non deve spaventarvi, collaborare con le autorità, in questo caso con i Carabinieri, non solo vi aiuterà a superare il conflitto ma vi farà sentire al sicuro.
Bisognerebbe denunciare qualsiasi illecito, che sia un furto o una violazione della proprietà o della persona.

25

La denuncia avviene tramite la deposizione, che potrà essere presentata in forma orale o scritta, quindi si porta a conoscenza dell'Ufficiale di Polizia Giudiziaria il reato che dovrà essere perseguibile d'ufficio.
Nella maggioranza dei casi, la denuncia è un atto facoltativo, mentre è diviene obbligatorio nei casi imposti dalla legislazione. Se la denuncia viene presentata in forma scritta, l'Ufficiale Giudiziario dovrà redigerne il verbale, ma se viene presentata in forma orale, l'atto dovrà essere firmato dal soggetto che depone la denuncia.
Si parla di denuncia facoltativa quando non c'è un termine ultimo entro il quale doverla deporre, mentre nei casi in cui si parla di denuncia obbligatoria la legge rilascia delle disposizioni in cui viene stabilito il termine ultimo entro il quale deve essere presentata.

35

A seguito di un dissidio tra privati, per la mediazione, si può richiedere che l'Autorità di Pubblica Sicurezza intervenga, previa deposizione dell'esposto. L'Autorità provvederà tramite gli uffici di pubblica sicurezza che redigeranno il verbale producendolo in giudizio con il valore della scrittura privata. Qualora venga configurato il reato dalle parti, l'Ufficiale dovrà informarne l'Autorità Giudiziaria che proseguirà con gli accertamenti.
Quindi, la persona che ha subito un illecito potrà recarsi nella caserma più vicina alla sua residenza o nella caserma più vicina a dove è avvenuto il reato che la persona intende denunciare presso le autorità.

Continua la lettura
45

Nel caso in cui una persona venga denigrata o accusata di falso, si avanza tramite la deposizione della querela, in cui la persona offesa fa richiesta di punizione per il soggetto che ha commesso il reato. La querela dà vita ad una condizione di procedibilità (dunque non si procede d'ufficio), poiché contiene l'informazione sul reato. Viene effettuata in forma scritta o in forma orale al Pubblico Ministero con sottoscrizione e presentata personalmente, oppure spedita per posta tramite raccomandata. Il diritto per la deposizione della querela deve essere esercitato entro i tre mesi dal giorno in cui è stato notificato il reato, pena la decadenza dell'atto; nel caso dei delitti sessuali (non di gruppo o su minore) il termine massimo per la deposizione è di sei mesi. La querela può essere revocata dalla persona offesa, tramite l'atto di remissione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come denunciare una truffa

Nella società odierna il pericolo di truffe sia on line che fisiche è in forte aumento, e ciò è dovuto ai mezzi sempre più sofisticati che i truffatori hanno a loro disposizione e allo studio di metodi particolarmente efficaci per tuffare l'ignara...
Richieste e Moduli

Come presentare una querela di falso

Quando si subisce un torto o un reato, molti si rivolgono al proprio avvocato per chiedere la prassi da seguire. Ai sensi dell'articolo 221 cpc, per querela di falso si intende un atto di citazione presentabile in corso di causa in qualunque stato o in...
Richieste e Moduli

Come compilare una denuncia

Compilare e presentare una denuncia può essere obbligatorio in alcuni casi ma facoltativo in altri. La denuncia è una dichiarazione relativa ad un fatto o ad una circostanza che viene comunicata ad un ente pubblico oppure ad un'amministrazione pubblica....
Banche e Conti Correnti

Cosa fare in caso di clonazione del bancomat o carta di credito

Le clonazioni dei bancomat e delle carte di credito sono degli avvenimenti spiacevoli che possono accadere a tutti coloro che possiedono e utilizzano questi strumenti. Purtroppo, nonostante le autorità stiano prendendo le dovute precauzioni, non sempre...
Banche e Conti Correnti

5 cose da fare prima di bloccare un bancomat

Se vi capita di smarrire un bancomat, prima di bloccarlo dovete mettere in atto una serie di verifiche atte a confermare che il documento sia effettivamente andato perso. In questa guida vi indico 5 cose da fare prima di bloccare un bancomat. Leggete...
Aziende e Imprese

Come denunciare un evasore fiscale

Quando si parla di evasione fiscale, il pensiero va ad un fenomeno a livello mondiale che non riguarda da vicino i cittadini normali e del quale se ne occupa la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate. I fatti hanno comunque dimostrato che a rovinare...
Banche e Conti Correnti

Come richiedere l'ammortamento di assegni bancari e circolari

Viene definito "ammortamento di un titolo di credito", ossia assegni bancari o circolari, la particolare procedura secondo la quale un titolo di credito smarrito, oggetto di furto oppure andato distrutto, viene privato della sua validità nei confronti...
Richieste e Moduli

Come comportarsi dopo Il furto della carta Postepay

Se siete possessori di una carta Postepay e malauguratamente doveste subire un furto non è il caso di preoccuparsi troppo. È preferibile restare calmi ed agire in fretta, pensando a tutte le operazioni che bisogna fare in questi casi. Poche e semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.