Come fare ricorso all'Anagrafe in caso di controversia sulla residenza

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ogni cittadino ha la possibilità di fare ricorso nei confronti dell'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza se si accorge che sussistono errori negli atti che lo riguardano. Questi errori possono essere involontari, frutto di una errata trascrizione di alcuni dati, oppure ci possono essere casi di diniego di iscrizione di un soggetto all'anagrafe della popolazione residente. Vediamo nello specifico come bisogna agire per fare ricorso all'anagrafe in caso di controversia sulla residenza.

26

Occorrente

  • marca da bollo da 14,62
  • documenti dimostrativi della reale residenza (bollette, ecc)
36

Ci si può trovare di fronte ad una controversia con l'uffico dell'anagrafe del proprio Comune di residenza per diversi motivi, quali iscrizioni d'ufficio, trasferimenti di residenza; rifiuti di cancellazione, oppure il rifiuto di rilasciare certificati anagrafici. Ognuno di questi casi è risolvibile, ed al cittadino è consentito presentare ricorso. Il requisito indispensabile affinché venga accettato il ricorso è di essere il titolare del provvedimento, o comunque avere un interesse giuridico. Tramite internet recatevi sul sito www. Interno. It dove, nell'apposita sezione, potrete visionare e scaricare la modulistica idonea.

46

Dopo aver scaricato il modello specifico a risolvere il vostro problema, meglio se in duplice copia, passate alla compilazione. La compilazione è molto importante, bisogna avere cura di compilare gni parte con i propri dati anagrafici; luogo e data di nascita, indirizzo completo, uno o più recapiti telefonici (fisso e cellulare) ed un indirizzo di posta elettronica. In caso vi siano errori nella compilazione dei dati il comune potrebbe respingere la vostra richiesta, quindi rileggete tutto attentamente. Specificate la ragione che vi spinge ad inoltrare il ricorso. Alla domanda dovrete allegare una marca da bollo del valore di 14,62 euro, acquistabile presso ogni tabaccheria.

Continua la lettura
56

Se li possedete potete allegare eventuali documenti che supportino la vostra richiesta.
È molto importante che il ricorso in originale venga presentato entro e non oltre 30 giorni dalla data della notifica del provvedimento da parte dell'Ufficio Anagrafe; oltre questo termine non avrà più validità.
Il modulo va spedito in busta chiusa recante il vostro indirizzo (mittente) alla Prefettura U. T. G della Provincia dove ha sede il Comune in questione (destinatario).

66

La spedizione dovrà essere raccomandata con ricevuta di ritorno, in tal modo conserverete la ricevuta alla vostra copia. In alternativa, se ne avete possibilità, potete consegnare il modello a mano. In questa evenienza portate con voi la copia del modulo, sul quale farete apporre un timbro, ed allegate eventuali ricevute vi verranno rilasciate, che attestino l'avvenuta presentazione entro i termini di legge. Ora non vi resta che attendere la risposta della Prefettura.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come presentare un ricorso per Cassazione

Come vedremo nel corso di questa guida, sulla base della normativa attualmente vigente, il ricorso per Cassazione è uno strumento legale che permette al soggetto di impugnare le sentenze pronunciate dai giudici in appello o in unico grado, caratterizzate...
Richieste e Moduli

Come redigere il registro di anagrafe condominiale

Affinché le autorità pubbliche siano in grado di conoscere perfettamente lo stato immobiliare dell'Italia, la "Legge n°220/2012" riguardante la riforma dei condomini ha previsto, per gli amministratori di condominio, il dovere di raccogliere:- le informazioni...
Previdenza e Pensioni

Procedura per fare ricorso per mancato riconoscimento stato di invalidità

Secondo i termini giuridici per invalidità si intende l'incapacità di un soggetto di svolgere le ordinarie occupazioni a causa di qualcosa che incide sulla sua perfetta autonomia. L'incapacità può avere origini da una serie di fattori: incidenti sul...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di residenza

Il certificato di residenza è un documento attestante la residenza in un determinato comune. Viene rilasciato dall'ufficio anagrafe del comune cui si risiede. Il certificato di residenza ha una validità di sei mesi a partire dalla data di emissione....
Finanza Personale

Casi in cui occorre fare ricorso alla mediazione obbligatoria

La mediazione (secondo il Decreto Legislativo numero 28 del 4 Marzo 2010) è quel un sistema alternativo al processo civile utilizzato per risolvere le controversie relative ai propri diritti. Da tener presente che la mediazione non può essere utilizzata...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di regolarità fiscale

Il certificato di regolarità fiscale, a seguito dell'entrata in vigore del D. Lgs. 163/2006, serve alle aziende a certificare che non hanno commesso violazioni relative al pagamento di tasse e imposte, in quanto, il sopra citato D. Lgs. 163/2006 dispone...
Case e Mutui

Come fare quando vengono violate le norme condominiali

Le violazioni delle norme condominiali rappresentano un fenomeno molto diffuso nella società attuale. Normalmente queste infrazioni consistono in una sottrazione di beni in comune dalla loro naturale funzione condominiale. Ma possono esservi anche ragioni...
Aziende e Imprese

Come iscriversi all'anagrafe delle Onlus

L'acronimo Onlus è utilizzato per indicare le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale. All'interno di questa categoria si situano quegli enti che tramite statuto perseguano obiettivi meritevoli, siano soggetti a determinati obblighi di gestione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.