Come fare domanda di astensione dal lavoro per esami prenatali

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Per le donne è difficile coniugare lavoro e vita privata. La legge, comunque, prevede modi e metodi di tutela della donna in caso di gravidanza: dal diritto all'astensione obbligatoria dal lavoro, detta congedo di maternità, per un periodo di cinque mesi (in genere, i due precedenti, e i tre successivi al parto); prevede il divieto di licenziamento, almeno fino a quando il bambino non avrà compiuto un anno di vita; e prevede la possibilità di effettuare controlli prenatali retribuiti, la possibilità di usufruire di congedi parentali, e di permessi per allattare dopo il parto.

In questa guida verrà spiegato come fare domanda di astensione dal lavoro, per effettuare i necessari esami prenatali.

25

In caso di gravidanza, la donna ha diritto, oltre all'astensione obbligatoria dal lavoro (prima, durante e dopo il parto) a permessi retribuiti per effettuare i controlli diagnostici prenatali; in tali permessi viene incluso anche il tempo necessario a raggiungere l'ambulatorio o il medico, e il tempo necessario a tornare in azienda. In questi casi, comunque, il tempo di percorrenza del tragitto deve essere "ragionevolmente giustificabile", e il percorso prescelto: quello più breve; il mezzo privato, in alternativa a quello pubblico, va utilizzato esclusivamente se le condizioni della donna lo richiedono.

I permessi per i controlli prenatali sono disciplinati:
a) dall’art. 7, del D. Lgs. N. 645/1996; b) dall'art. 15, legge n. 53/2000; c) dalla circolare INPDAP, n. 24/2000; d) dall'art. 14, D. Lgs. N. 151/2001;
e) dalla circolare INPS, n. 139/2002.

35

La lavoratrice che debba effettuare uno di tali esami o controlli prenatali deve presentare, al proprio datore di lavoro, specifica domanda nella quale indica ora e data degli esami, con dichiarazione allegata che tali esami non possono essere effettuati al di fuori del'orario lavorativo; dunque, il permesso può essere fruito solo se la visita, l'accertamento, o il controllo diagnostico non possono ragionevolmente essere effettuati al di fuori dell'orario di lavoro.
Inoltre, la struttura, all'interno della quale la lavoratrice ha effettuato i controlli, deve rilasciare una documentazione giustificativa che attesti che in tale data e a tale ora si sono effettivamente svolti quegli esami.

Continua la lettura
45

Se si esegue correttamente questa procedura, il datore di lavoro non può rifiutarsi di concedere il permesso, che è retribuito, non viene conteggiato come assenza per malattia, e non può essere scalato dalle ferie.
Questa disciplina risulta applicabile a tutti i lavoratori (pubblici e privati); non c'è bisogno di alcuna specifica clausola contrattuale che la preveda.

55

Consigli

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come sfruttare il congedo parentale

Ultimamente è stata introdotta un'importante novità per i genitori che lavorano (ci si riferisce ai lavoratori dipendenti) infatti dal 31 gennaio 2013, il congedo parentale (un periodo di astensione facoltativa dal lavoro) si può utilizzare sia in...
Lavoro e Carriera

Come Presentare Una Richiesta Di Permesso Al Datore Di Lavoro

Se avete necessità di richiedere un permesso retribuito ma non disponete di un modulo da compilare e presentare al vostro datore di lavoro, all'interno della seguente guida troverete alcuni consigli utili per formulare correttamente la vostra richiesta...
Richieste e Moduli

Come richiedere il congedo parentale facoltativo

Per i genitori che lavorano affrontare l'arrivo di un figlio non è semplice, ma per fortuna esistono leggi che agevolano le famiglie in questo delicato frangente della vita. Una donna che scopre di essere incinta ha diritto alla cosiddetta "maternità...
Lavoro e Carriera

Il congedo di maternità facoltativo

Oltre alla tipologia di astensione dal lavoro più ricorrente, ovvero il "congedo di maternità obbligatoria", ne esiste una seconda tipologia detta "facoltativa". Il congedo di maternità facoltativo, anche detto "congedo parentale", presenta una serie...
Richieste e Moduli

Come chiedere la maternità anticipata

Per le mamme lavoratrici, in alcuni specifici casi stabiliti dalla legge, è possibile chiedere l'astensione dal lavoro prima del congedo obbligatorio di maternità. La maternità anticipata è stata disciplinata per tutelare la salute della mamma e del...
Richieste e Moduli

Guida al congedo di paternità

Quando si parla di accudire i figli e di astensione dal lavoro ci si riferisce quasi sempre alla figura materna. La madre è ritenuta per ovvie ragioni, anche quelle culturali, la persona che si dedica di più ai bisogni del bambino. La legge attuale...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il congedo parentale

Il congedo parentale consiste nel diritto spettante sia alla madre e sia al padre, di godere di un periodo di dieci mesi di astensione dal lavoro, da ripartire tra i due genitori e, da fruire nei primi dodici anni di vita del bambino. C'è da dire che...
Lavoro e Carriera

Maternità obbligatoria e facoltativa

Nel corso degli ultimi decenni la tutela delle lavoratrici madri sul piano fisico ed economico lavoratrici, è stata garantita dalle diverse leggi succedutesi nel tempo. Rientra nella tutela disciplinata dalla legge qualunque lavoratricie dipendenti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.