Come estinguere un libretto postale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida ci occuperemo di un argomento molto attuale ed interessante richiesto da moltissimi risparmiatori che desiderano accedere alle varie forme di risparmio. Chi ha la possibilità di mettere qualche euro da parte, in genere, opta per un tradizionale libretto di risparmio e quello postale è il più gettonato. A volte, però, capita che per farlo maturare maggiormente si va alla ricerca di qualche soluzione migliore, ovvero, che garantisca un risparmio maggiore grazie agli interessi che essi maturano. Per questo motivo, coloro che hanno un libretto postale ma non lo adoperano, spesso vogliono chiuderlo. In questa utile guida vedremo, nello specifico, come estinguere un libretto postale.

26

Occorrente

  • Libretto a risparmio postale
  • Carta d'identità
  • codice fiscale
36

Recarsi, documenti alla mano, in qualsiasi ufficio postale

Il procedimento per estinguere un libretto postale che non si vuole più adoperare o si desidera azzerare, è molto semplice. Se, per esempio, si tratta di un libretto a risparmio nominativo e noi siamo gli unici intestatari, è sufficiente recarsi presso l'ufficio postale con i propri documenti d'identità e il libretto postale. Per effettuare l'estinzione del libretto postale non è necessario che ci rechiamo nell'ufficio presso il quale abbiamo aperto il libretto originariamente ma in qualsiasi succursale. Presente su tutto il territorio. Chiediamo l'estinzione del libretto consegnandolo allo sportello e mostrando la nostra carta d'identità.

46

Avvisare i cointestatari del libretto

Nel caso in cui, invece, il libretto postale non è nominativo ma cointestato non ci saranno ostacoli, poiché sarà colui che estinguerà il libretto postale a prendersi l'impegno di avvisare i cointestatari del libretto. Naturalmente, anche in questo caso è fondamentale portare con sé sia il libretto postale da estinguere che un documento d'identità.

Continua la lettura
56

Liquidare il saldo e gli interessi del libretto a risparmio

Un altro dubbio che assale coloro che desiderano estinguere il libretto a risparmio, riguarda le tempistiche. Quanto tempo ci vuole perché il libretto sia definitivamente estinto? Molto semplice! Il libretto postale non viene estinto in tempo reale ovvero al momento della richiesta da parte del titolare ma solo dopo circa tre giorni, e questo dipende strettamente dalla procedura informatizzata che è disponibile presso gli uffici postali. Allo scadere dei tre giorni lavorativi dall'inserimento della richiesta verranno liquidati sia il saldo presente sul libretto all'atto della richiesta dell'estinzione, sia gli interessi maturati nel corso dell'anno. Se il titolare del libretto, anziché ricevere la somma rimanente in contanti, vuole trasferirla sul suo conto, può farlo benissimo tramite un bonifico che l'operatore provvederà ad eseguire.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come denunciare lo smarrimento del libretto di risparmio postale

A volte sul libretto postale ci sono i risparmi di una vita e con essi i nostri sogni. Specialmente le persone anziane sono molto attaccate al loro libretto di risparmio e se lo perdono hanno giustamente paura che qualche malfattore possa appropriarsi...
Finanza Personale

Come prelevare dal libretto postale col Bancomat

Evitare le lunghe file alle Poste per prelevare denaro dal libretto di risparmio al giorno d'oggi sembra impossibili ma in realtà non lo è affatto. Recentemente infatti Poste Italiane rilascia a richiesta una carta, simile a quella che normalmente usiamo...
Finanza Personale

Come stampare il modulo distinta di versamento su c/c o libretto postale

Quante volte vi sarà capito di perdere il vostro turno agli uffici postali solamente perché vi serviva del tempo per compilare una distinta? Non vorreste anche voi evitare di perdere tempo in fila alle poste e avere sempre a portata di mano il modulo...
Finanza Personale

Come compilare la distinta di versamento sul conto Bancoposta o sul libretto di risparmio

Per poter effettuare un versamento sul conto BancoPosta oppure sul Libretto di Risparmio Postale bisogna compilare una distinta. Questa operazione si può fare effettuando un deposito in contanti oppure accreditando uno o più assegni postali e bancari....
Finanza Personale

Come aprire un libretto ordinario alla posta

Al giorno d'oggi, sono tanti i rischi che si corrono nel caso si possieda qualche soldo e lo si voglia mettere al sicuro in una qualche struttura. Visti gli ultimi avvenimenti di crisi varie e gli elevati costi che potrebbe avere l'aprire un conto in...
Finanza Personale

Come estinguere un conto bancoposta

Ormai non sono poche le persone che decidono di eliminare il proprio conto Bancoposta, infatti i costi di gestione di questo conto sono superiori rispetto agli ormai quasi gratuiti conti online delle nuove banche, e le persone preferiscono rivolgersi...
Finanza Personale

Come estinguere Conto Arancio

All'interno di questa guida, la tematica che sarà sviluppata riguarderà la tematica banche. Il titolo della guida è molto specifico, e ci indica subito il tema centrale che sarà trattato, ovvero, fornire una risposta su come estinguere Conto Arancio....
Banche e Conti Correnti

Cosa fare in caso di smarrimento del libretto di risparmio

Il libretto di risparmio è un oggetto indispensabile che bisogna avere quanto si apre un conto di risparmio presso una banca. Tuttavia se questo libretto viene perduto è necessario agire prontamente prima di ricevere delle brutte sorprese. Nella seguente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.