Come esportare prodotti italiani all'estero

di Veronica Wd tramite: O2O difficoltà: media

Molti prodotti italiani, date le loro caratteristiche e le elevate qualità di alcuni, sono molto ricercati all'estero. Se decidiamo di esportare dei prodotti, dal nostro paese ad altri, dovremmo, per prima cosa, condurre un'accurata indagine di mercato e verificare la richiesta degli stessi nei vari paesi presenti nel globo. In questa guida andremmo a scoprire come esportare prodotti italiani all'estero.

Assicurati di avere a portata di mano: Prodotto da commercializzare

1 Esportare i prodotti italiani è una delle priorità che riguardano tutte le piccole e medie imprese italiane. In tutto il mondo, i prodotti italiani, sono una risorsa e un valore aggiunto per l'Italia. Tuttavia, anche l'intervento di internet può interessare questa determinata esportazione di prodotti italiani all'estero. Una delle cose più importanti da fare è quello di effettuare, tramite internet, un'accurata ricerca. Non dimentichiamo mai, che il motore di ricerca, è uno strumento potente in grado di aiutarci a soddisfare tali ricerche.

2 Avendo accesso su internet dovremmo digitare, in modo specifico, il prodotto di nostro interesse verificando, infine, la menzionata richiesta da parte di una nazione. In alternativa, avvalendoci dello strumento di ricerca delle parole chiave, si può osservare quanti utenti cercano un dato prodotto nella rete online nell'arco di un certo periodo. Per questo tipo di lavoro bisogna sapersi muovere adeguatamente.

Continua la lettura

3 Ci sono molti siti in grado di aiutare gli imprenditori a far conoscere il lavoro all'estero, esportando, in effetti, il prodotto italiano tanto richiesto in tutto il globo terrestre.  Questi siti danno un'ottima opportunità per la realizzazione di tale progetto, potremmo avvalerci anche dell'aiuto del sito ICE.  Approfondimento Come promuovere la cultura italiana all'estero (clicca qui) La cosa che dovremmo fare è quella di iscriverci per ricevere informazioni utilissime per quanto riguarda gli investimenti diretti all'estero, le tariffe doganali, i dati sugli scambi di merci e molto altro ancora.

4 Una volta verificata la richiesta del nostro prodotto e deciso in quale paese esportarlo, è necessario stilare un piano di lavoro per l'internazionalizzazione, il quale sempre attraverso la ricerca web, ci consentirà di trovare negozi, supermercati o catene degli stessi esercizi, che potrebbero essere interessati all'acquisto del nostro prodotto. Se vogliamo sarà utile prendere contatto con la camera di commercio italiana situata in loco, ove questo, (teniamo ben a mente) richiederà alcuni costi. Infine, bisognerà pensare alle ricevute, alle fatture e alle bolle che accompagneranno il prodotto dal momento che esce dal nostro magazzino fino a destinazione.

Non dimenticare mai: Prestare molta attenzione di chi fidarsi

Come aprire un franchising all'estero Nonostante negli ultimi anni non si faccia altro che sentir parlare ... continua » 5 motivi per cui scegliere di lavorare un anno all'estero Con l'avvento delle crisi economica, gli italiani, più o meno ... continua » 10 lavori ben retribuiti all'estero Molte persone decidono di lasciare il loro Paese di origine per ... continua » 10 consigli per trovare lavoro all'estero Abbiamo deciso di trasferirci all'estero e ci dobbiamo mettere alla ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide