Come emettere assegni circolari

di Gianluca Esposito tramite: O2O difficoltà: facile

Quante volte ti sarà capitato di sentir parlare di assegni circolari e di non conoscere bene l'argomento? Di questi tempi sicuramente spesso! Con questa breve e semplice guida vi spiegherò cosa sono e quali sono i passi per emettere un tale assegno. L'assegno circolare è un titolo di credito a vista, che a differenza di quello bancario, è un assegno sicuro perché la sua accettazione prevede la sicurezza di avere effettivamente la somma poiché ogni assegno circolare è coperto a prescindere. Sono necessari, per stilarlo, dei presupposti che oggi vi presenterò.

1 Il primo passo, o comunque il primo presupposto, che dobbiamo adempiere per l'ottenimento di un assegno circolare è quello di recarci in una banca, anche definita come un' impresa che svolge attività di raccolta del risparmio tra il pubblico e poi esercita il credito, secondo la specifica definizione economica.

2 Dopo questa precisazione, verifichiamo che la banca ove ci siamo recati abbia l'autorizzazione della Banca d'Italia per l'emissione degli assegni circolari. Questa autorizzazione, appositamente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, è strettamente necessaria; quindi informiamoci ed evitiamo la perdita di tempo di ritrovarci in una banca nella quale non concluderemo nulla.

Continua la lettura

3 Gli assegni circolari, sono un metodo di pagamento sicuro perché vengono rilasciati dalle banche solo per le somme che sono disponibili al momento dell'emissione: per questo motivo è necessario come ultimo passo verificare che effettivamente il nostro contro corrente (C/C) sia precisamente coperto dall'importo, oppure possiamo anche presentarci in banca con il corrispettivo in contante.  Dopo questa verifica, presentiamoci allo sportello e dopo alcuni minuti avremo un assegno circolare in mano: un titolo di credito accettato ovunque.

4 Questa guida può essere presa come una infarinatura sul vasto procedimento che andrà fatto nel caso di emissione di assegni circolari. Nel contempo è mirata anche ad offrire conoscenze teoriche e didattiche, in quanto riassume in tre semplici passi in maniera riassuntiva e allo stesso tempo completa un procedimento molto lungo e complesso. Spero di esservi stato utile con questo breve tutorial e ricordate che per qualsiasi altro chiarimento o informazione potete liberamente contattarmi in quanto sono a vostra completa disposizione per porre fine a tutti i vostri dubbi.

Non dimenticare mai: Utilizzate questa guida a scopo didattico e teorico

Come verificare se un assegno è coperto Come compilare e incassare un assegno Come richiedere l'ammortamento di assegni bancari e circolari Come cambiare un assegno non trasferibile

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. ATTENZIONE: tale contributo NON può essere in alcun modo considerato appello al pubblico risparmio e\/o sollecitazione all’investimento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli