Come diventare un esperto mediatore familiare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La mediazione familiare è un intervento professionale rivolto alle coppie che manifestano l’intenzione di affrontare una separazione o un divorzio, il cui fine è tutelare i figli, in particolar modo se si tratta di minori, e assicurare la continuità della competenza genitoriale. Questa guida è volta a spiegarti cosa fare per poter diventare un esperto mediatore familiare.

26

Occorrente

  • laurea
36

Attualmente, la professione di mediatore familiare nel nostro Paese non è riconosciuta legalmente, pertanto non esiste un albo o un ordine a cui iscriversi per poter esercitare; questa figura, infatti, solitamente è rappresentata da avvocati, psicologi o assistenti sociali che, in base alle loro competenze, ricoprono in parte tale ruolo. A tal proposito bisogna conseguire la laurea in uno di questi tre settori (giurisprudenza, psicologia o assistenza sociale) al fine di poter intraprendere questa “carriera”, in quanto i percorsi di studi sono permeati da materie che trattano la mediazione anche all’interno delle relazioni familiari.

46

Una volta conseguita la laurea, è possibile acquisire competenze e capacità utili e necessarie in quest’ambito in due differenti modi: puoi optare per il conseguimento di un master di I o II livello con rilascio di certificazione attestante l’acquisizione delle competenze dopo la frequentazione di circa un anno e la partecipazione ad uno stage professionale che ti consentirà di mettere in pratica la parte teorica appresa, oppure intraprendere un corso di formazione professionale, anch’esso con rilascio di un attestato di qualifica della professione in questione, dopo uno stage della durata di circa 3 mesi in specifiche strutture.

Continua la lettura
56

Ciò che caratterista questa figura professionale è la capacità di sostenere la coppia durante la separazione o il divorzio e fungere da risorsa alternativa rispetto alle altre risorse, giudiziarie e legali, a disposizione dei clienti; il mediatore familiare, infatti, è un terzo imparziale che propone uno spazio neutrale in cui sarà possibile promuovere la negoziazione delle questioni, naturale conseguenza della situazione che stanno affrontando, che opprimono la coppia e che spesso non consentono di arrivare a un accordo.

66

Come professionista il compito del mediatore è far fronte alle necessità della coppia, sia per quanto riguarda le dinamiche emotive, in particolar modo rientra in questa categoria l’affidamento della prole, sia per ciò che concerne le questioni patrimoniali (divisione dei beni, accordo sull’assegno di mantenimento e così via). Ciò da tenere sempre a mente è che il mediatore tenta di rendere questo percorso, per quanto doloroso, meno tortuoso e sgradevole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro come mediatore linguistico e culturale

Il mediatore linguistico e culturale è indispensabile nel nostro Paese. I frequenti sbarchi di stranieri, richiedono personale qualificato. Questa figura accoglie i numerosi extracomunitari. Il mediatore, in genere, ascolta le loro problematiche e fornisce...
Lavoro e Carriera

Come diventare mediatore creditizio

Il mediatore creditizio è un professionista che ha il compito di dirigere la propria clientela verso un finanziamento adeguato alle proprie esigenze (ad esempio un mutuo). Questa figura si relaziona continuamente con istituti creditizi per cercare di...
Lavoro e Carriera

Le principali responsabilità del mediatore

Con il termine mediatore viene solitamente indicata quella particolare figura che ha il compito di mettere in relazione due o più parti, al fine di giungere alla conclusione di un affare o di un contratto. Il mediatore non ha legami di alcun tipo con...
Lavoro e Carriera

Come diventare mediatore sociale

Il mediatore sociale è una figura professionale indispensabile in Europa ed in America. Libero professionista o collaboratore in studi legali, tribunali o psicologi concilia eventuali contenziosi tra due o più parti. Con imparzialità, offre le proprie...
Case e Mutui

Come tutelarsi nella mediazione immobiliare

Quando si decide di acquistare un immobile, di qualsiasi tipo esso sia, ci si può interessare in prima persona. Oppure ci si può affidare ai professionisti del settore che agiranno come mediatori. Questo per tutelarci in queste operazioni che spesse...
Lavoro e Carriera

Come diventare conciliatore professionista

Molto spesso le persone finiscono in tribunale a causa di piccoli o grandi screzi, che potrebbero essere risolti in brevissimo tempo grazie a degli accordi ben precisi e stipulati a norma di legge. Negli ultimi tempi si sta infatti inserendo una figura...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di leasing finanziario

Oggi se si vuole acquistare un'auto, una casa, un computer, ma non si hanno i soldi per pagare subito, si ha la possibilità di farlo con il leasing finanziario, corrispondendo un canone prestabilito. In concomitanza con l'aumento della domanda di questa...
Lavoro e Carriera

Come diventare Sales Manager

Il Sales Manager è una disciplina che si concentra sull'applicazione pratica di tecniche di vendita e sulla gestione di un'impresa, e ha un ruolo importante nel Business Intelligence. Importante poiché, attraverso la vendita di prodotti e servizi, ed...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.