Come diventare un biologo marino

di Alessandro Spasiano tramite: O2O difficoltà: media

Il biologo marino è colui che studia gli organismi che vivono in un oceano o in un ambiente marino. Gran parte del suo tempo lo trascorre nella raccolta di dati sulle specie vegetali e animali. Questi dati vengono poi analizzati in laboratorio allo scopo di progredire la comprensione delle specie e dei loro ambienti. I biologi marini devono possedere conoscenze e competenze in biologia, chimica, fisica, geologia ed ecologia. Ci sono molte aree di specializzazione vanno dal comportamento animale alla biotecnologia marina. Alcuni biologi marini si concentrano su una particolare specie o regione geografica. I datori di lavoro possono essere agenzie governative, organizzazioni ambientali marine, acquari, laboratori, istituti di ricerca e scuole. Ma ora vediamo come diventare un biologo marino.

1 Per quanto riguarda il percorso di studi, dopo aver conseguito un diploma di scuola media superiore, meglio se in ambito scientifico, occorre iscriversi ad un corso di laurea in biologia marina. Oltre a questo, bisognerà seguire dei corsi specializzanti nella tecnica subacquea, in modo da poter svolgere al meglio le future attività e ricerche nel mare, come ad esempio prelevare campioni, effettuare spedizioni o realizzare reportage video e fotografici.

2 Durante il percorso di laurea in biologia marina, al secondo anno viene data la possibilità di effettuare un tirocinio che metterà l'aspirante biologo alla prova sul campo. Dopo la laurea, è possibile anche scegliere, oltre alla classica specializzazione in oceanografia, di fare esperienza nei centri di ricerca, nelle Università o in istituti ed enti che si occupano di gestione e tutela degli ambienti marini.

Continua la lettura

3 Per quanto riguarda gli sbocchi occupazionali, si può trovare lavoro in aziende che trattano la conduzione e la gestione degli allevamenti ittici, oppure in quelle che si battono per la tutela ambientale.  Altri sbocchi sono rappresentati da lavori in parchi marini, in centri acquatici con specie protette o nell'ambito dell'insegnamento e della formazione.  Approfondimento Come preparare l'esame di stato per diventare biologo (clicca qui) Questa figura, in Italia, è messa abbastanza in disparte; quindi, se si desidera avere maggiori opportunità di crescita, è consigliabile scegliere di lavorare all'estero, dove invece il biologo marino è molto richiesto, soprattutto nei Paesi Nordici.  Altra buona opportunità è prendere parte a grandi associazioni internazionali come il WWF o Greenpeace, che da sempre si battono per la salvaguardia delle risorse marine e per il ridimensionamento della pesca industriale, che sempre di più sta depauperando i nostri mari.

Come diventare nutrizionista sportivo Come iscriversi all’albo dei biologi Come diventare ufficiale della Marina Militare Come diventare genetista

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. ATTENZIONE: tale contributo NON può essere in alcun modo considerato appello al pubblico risparmio e\/o sollecitazione all’investimento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli