Il Post

Come diventare un biologo marino

di Susanna Buffa difficoltà: media

Come diventare un biologo marino In questa guida dedicata al mondo del lavoro e della carriera, vi spiego come fare per diventare biologo marino, ovvero quella figura che esegue ricerche sul mondo del mare e studia tutte le forme biologiche ad esso connesse. Il percorso formativo è abbastanza impegnativo, ma sarete ripagati dal grande fascino che questo lavoro offre.

1 Per quanto riguarda il tuo percorso di studi, dopo aver conseguito un diploma di scuola media superiore, meglio se in ambito scientifico, dovrai iscriverti ad un corso di Laurea in Biologia Marina. Oltre a questo, dovrai seguire corsi specializzanti nella tecnica subacquea, in modo da poter svolgere al meglio le future attività e ricerche nel mare, come ad esempio prelevare campioni, effettuare spedizioni o realizzare reportage video e fotografici. Grazie al percorso che intraprenderai, imparerai a conoscere gli habitat marini e le relative caratteristiche. Dopo la laurea triennale, potrai specializzarti anche in Oceanografia.

2 Durante il corso di Laurea in Biologia Marina, al secondo anno viene data la possibilità di effettuare un tirocinio che ti metterà alla prova sul campo. Dopo la laurea potrai anche scegliere, oltre alla classica specializzazione in Oceanografia, di fare esperienza nei centri di ricerca, nelle Università o in Istituti ed Enti che si occupano di gestione e tutela degli ambienti marini.

Continua la lettura

3 Per quanto riguarda gli sbocchi occupazionali, puoi trovare lavoro in aziende che trattano la conduzione e la gestione degli allevamenti ittici, oppure in quelle che si battono per la tutela ambientale.  Altri sbocchi sono rappresentati da lavori in parchi marini, in centri acquatici con specie protette o nell'ambito dell'insegnamento e della formazione, piuttosto che nella divulgazione scientifica di report del settore o nella stesura di testi accademici.  Approfondimento Come preparare l'esame di stato per diventare biologo (clicca qui) Questa figura, in Italia, è abbastanza messa in disparte, quindi se vuoi avere maggiori opportunità di crescita, puoi pensare di prendere in considerazione l'idea di lavorare all'estero, dove invece il biologo marino è molto richiesto, soprattutto in Enti e Istituti di ricerca e di sviluppo dei Paesi Nordici, o prendendo parte a grandi associazioni internazionali come il WWF o Greenpeace, che da sempre si battono per la salvaguardia delle risorse marine e per il ridimensionamento della pesca industriale, che sempre di più sta depauperando i nostri mari.. 

Come diventare nutrizionista sportivo Come diventare nutrizionista Come Diventare Ornitologo Come iscriversi all’albo dei biologi

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili