Come diventare giudice di pace

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Giudice di Pace è un magistrato onorario competente a decidere le controversie civili di valore sino a 5.000,00 euro, nonché le controversie riguardanti sinistri stradali di valore sino a 20.000,00 euro. Ha inoltre funzione conciliativa a richiesta delle parti (fatta eccezione per le cause in materia di lavoro e di diritto di famiglia), senza alcun limite di valore. Il Giudice di Pace è anche competente in materia penale (limitatamente ad alcune fattispecie come i reati di immigrazione clandestina e per i reati di minore entità). Per diventare Giudice di Pace è necessario possedere determinati requisiti e seguire un iter ben preciso.

26

Occorrente

  • Possesso dei requisiti stabiliti dalla legge
  • Espletamento del concorso pubblico e del tirocinio formativo
36

I requisiti per diventare Giudice di Pace sono: la cittadinanza italiana, l'esercizio dei diritti civili e politici, l'età compresa tra 27 e 60 anni, la laurea in giurisprudenza, l'assenza di precedenti penali per reati non colposi, l'idoneità fisica e psichica, la professionalità e l'onorabilità. Costituiscono titoli preferenziali l'aver svolto funzioni di magistrato onorario, ovvero l'aver esercitato la professione di avvocato, notaio o insegnante universitario in materie giuridiche. A parità di titoli preferenziali, viene data priorità a chi ha maggiore anzianità professionale e minore età.

46

L'iter per diventare Giudice di Pace prevede la partecipazione ad un concorso pubblico per titoli, indetto dal Consiglio giudiziario in cui l'aspirante Giudice di Pace vuole essere nominato, a seconda del numero di posti vacanti venutisi a creare nel distretto di Corte d'Appello. Sarà possibile pertanto partecipare contemporaneamente a più concorsi, indetti da diversi consigli giudiziari. L'esito del concorso verrà trasmesso al Consiglio Superiore della Magistratura, il quale dovrà formulare un parere di idoneità. Superata la prima fase, il candidato potrà accedere alla fase successiva, costituita dal tirocinio formativo, che si svolgerà presso un magistrato ordinario. Si tratta in concreto di assistere all'attività di udienza e di cancelleria in affiancamento ad un magistrato "togato", sia in materia penale sia in materia civile. Il tirocinio è gratuito.

Continua la lettura
56

Completato il tirocinio formativo, il Consiglio giudiziario redigerà una graduatoria che verrà trasmessa al Ministero della Giustizia il quale, anche sulla base del parere formulato dal Consiglio Superiore della Magistratura, procederà alla nomina del Giudice di Pace, che resterà in carica quattro anni e potrà essere prorogato, una sola volta, per ulteriori quattro anni.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come fare ricorso contro una multa

A volte si ha la necessità di dover fare ricorso in giudizio (dinanzi al Giudice di Pace) per poter annullare una sanzione amministrativa ricevuta per la violazione del codice stradale che si ritiene ingiustamente irrogata. Questo tutorial ha l'obiettivo...
Lavoro e Carriera

Come diventare Pubblico Ministero

Fare il Pubblico Ministero non è un'impresa facile e richiede impegno, costanza e soprattutto grandi capacità sia per prepararsi alla professione sia quando si trova il lavoro. Certamente le soddisfazioni a livello professionale, personale ed economico...
Richieste e Moduli

Come impugnare una contravvenzione

Il foglietto bianco sotto il parabrezza o la lettera raccomandata che non avresti voluto ricevere: una contravvenzione è sempre una brutta sorpresa e ci sono occasioni in cui, magari a buon diritto, ritieni che non avrebbero dovuto mettertela. Il rispetto...
Lavoro e Carriera

Come diventare magistrato

Il magistrato è una professione di grande responsabilità, si tratta di un funzionario pubblico con poteri di tipo giudiziario. Intraprendere questa carriera non è una cosa semplice poiché è necessario studiare a lungo, con altrettanta costanza...
Richieste e Moduli

Come si contesta una multa sbagliata

Tutti noi sappiamo quanto sia importante rispettare il codice della strada, non solo ai fini di sicurezza (nostra e degli altri) e per evitare situazioni di pericolo, ma anche per evitare di andare incontro a sanzioni pecuniarie anche abbastanza elevate,...
Aziende e Imprese

Come fare un decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è il provvedimento attraverso il quale il giudice competente tutela il diritto al credito di chi ne fa ricorso. Solitamente il debitore è tenuto a saldare il dovuto entro quaranta giorni dalla notifica; il l procedimento di ingiunzione...
Finanza Personale

Come funziona la mediazione civile

Il Decreto Legge n. 69/2013, convertito con la legge n. 98/2010, ha modificato il precedente decreto legislativo con il quale veniva introdotta per la prima volta in Italia la disciplina della mediazione civile. Con l’espressione “mediazione” la...
Richieste e Moduli

Come contestare una multa

In questo breve articolo vedremo insieme come poter contestare una multa. Il codice stradale comporta serie sanzioni per la sua violazione, e queste sanzioni devono essere chiaramente pagate. Le multe, a volte però, potrebbe essere fatte ingiustamente:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.