Come diventare esperto in efficienza e risparmio energetico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Ottenere un attestato professionale di esperto in efficienza e in risparmio energetico vuol dire poter lavorare in un settore, quello del mercato energetico, assolutamente moderno, remunerativo ed in costante sviluppo sia dal punto di vista tecnologico che da quello applicativo. Una qualifica di questo genere è in grado di garantire delle buone opportunità di lavoro in tutta l'Unione Europea, e non soltanto nel territorio italiano. Questo rappresenta un fattore che aumenta, ulteriormente, la sua spendibilità. Seguendo un percorso formativo post diploma è possibile specializzarsi su un'ampia gamma di temi, per poi diventare una figura in grado di elaborare importanti soluzioni tecniche e progettuali, rivolte tanto al clima quanto all'ambiente. In questa semplice ed esauriente guida, pertanto, spiegheremo come si può diventare un esperto in efficienza ed in risparmio energetico.

27

Occorrente

  • Diploma di Scuola Media Superiore
37

Nel caso in cui si dovesse optare di ottenere un attestato di esperto in efficienza e in risparmio energetico valido per operare in tutta l'Unione Europea, nonché di intraprendere questa attività a tempo pieno, occorre essere a conoscenza che esistono alcune attività preliminari da compiere per raggiungere il proprio obiettivo prefissato. La prima di queste consiste nel realizzare un dettagliato Curriculum Vitae e formativo, chiaramente in formato europeo, nel quale si dovrebbero elencare tutti quanti gli studi formativi, le specializzazioni e gli eventuali incarichi lavorativi oppure di collaborazione professionale ottenuti nel corso degli anni. Per redarre il Curriculum Vitae è sufficiente scaricare un modello standard in formato europeo tramite internet, dal momento che gli enti di formazione prediligono questo genere di documento. Il prossimo procedimento consiste nel compilarlo in tutte le sue parti. È necessario, tra l'altro, preparare anche una lettera di autocertificazione nella quale si deve indicare l'autenticità degli attestati presentati.

47

Inoltre sono anche richieste due serie di fotocopie di tutto il materiale in proprio possesso. Nello specifico occorrerà un'opportuna documentazione formativa, lavorativa e dei validi documenti di riconoscimento. Una copia di questi documenti deve essere presentata direttamente all'ente di formazione, mentre l'altra si deve andare ad allegare all'atto di iscrizione al corso a titolo di documentazione personale. Una volta che è stata predisposta tutta quanta la documentazione in questione, sarà possibile recarsi presso un ente di formazione riconosciuto dall'Unione Europea, per poi richiedere il modulo di iscrizione ed il programma del corso. Le ore richieste per ottenere un attestato professionale valido dall'Unione Europea sono 80, e vengono suddivise in una parte teorica che prevede la durata minima di 60 ore, ed una parte pratica di 20 ore. Una volta che viene compilato il modulo d'iscrizione, verrà rilasciata una ricevuta da parte dell'ente in questione. È buona regola conservarla con molta cura, dal momento che costituirà una prova della propria iscrizione.

Continua la lettura
57

Il corso che ci si accinge a frequentare richiederà delle conoscenze legate alle normative energetiche vigenti a livello europeo, e delle competenze specifiche per quanto concerne i principi di fisica, di termodinamica e di meccanica applicata all'edilizia ed alla progettazione. Nel caso in cui è stato frequentato un istituto tecnico, come quello per geometri o per periti industriali, sarà possibile riprendere facilmente alcuni concetti dai propri studi precedenti, mentre altre nozioni dovranno essere approfondite sui testi più specifici, onde evitare di incorrere in errori grossolani. Pertanto, possiamo affermate che il proprio percorso scolastico riveste la propria importanza, nella scelta del corso da intraprendere. Una volta completato il corso in esperto in efficienza e in risparmio energetico sarà necessario affrontare un esame di tipo teorico, ed uno pratico. Successivamente il corso prevederà uno stage professionale, da effettuare presso l'impresa. Superati tutti questi passaggi con esiti positivi, sarà possibile ricevere l'attestato di esperto in efficienza e risparmio energetico, in modo tale da poter intraprendere una nuova carriera lavorativa in un settore in continuo sviluppo ed espansione. Vi invitiamo a collegarsi al sito internet che abbiamo allegato a questa guida, in modo da poter scaricare un Curriculum Vitae in formato europeo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dato l'impegno considerevole e la specificità dei temi in questione (ossia temi che richiedono una responsabilità piuttosto alta), il consiglio è quello di affrontare questo percorso formativo solo se fortemente motivato.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come ottenere il bonus di ristrutturazione

Secondo le disposizioni della Legge di Stabilità 2016, l’Agenzia delle Entrate ha prorogato le agevolazioni riguardanti i costi energetici ed i costi di ristrutturazione. Si tratta di crediti o sconti di imposta denominati bonus energia e bonus ristrutturazione....
Case e Mutui

Come richiedere la certificazione energetica della propria abitazione

La certificazione energetica rappresenta, secondo l'attuale normativa italiana, un elemento necessario per la compravendita delle abitazioni. Dal 2012 anche negli annunci immobiliari devono essere indicati gli indici di prestazione energetica delle abitazioni....
Richieste e Moduli

Come richiedere l'ecobonus per il condominio

Per richiedere l'Ecobonus 2017 per le part comuni del condominio bisogna innanzitutto conoscerne il significato, in effetti si tratta di un'agevolazione riferita alle spese per riqualificare l'immobile dal punto di vista energetico e ottenere poi la...
Aziende e Imprese

Come svolgere un'analisi ambientale iniziale

L'analisi ambientale iniziale è una dettagliata indagine dello stato di un'organizzazione rispetto alla problematica ambientale. Questa analisi cerca di studiare il rapporto esistente fra ambiente ed organizzazione. Lo scopo dell'analisi ambientale iniziale...
Lavoro e Carriera

Come creare il tuo curriculum vitae in base al modello europeo

La redazione del curriculum vitae, è senza dubbio una tappa fondamentale per la ricerca di qualsiasi impiego. Leggi attentamente le seguenti informazioni prima di compilare il modello europeo standard, poiché questo costituisce, il più delle volte,...
Case e Mutui

Casa in classe A: caratteristiche

Una casa in classe A vanta un altissimo risparmio energetico. In genere, il consumo si calcola in kWh/mq. Le abitazioni italiane attuali mediamente registrano 160 kWh/mq. Appartengono pertanto più ad una classe D. Per trasformare un appartamento o una...
Aziende e Imprese

Locali commerciali: regole di agibilità

Per locali commerciali si intende, attraverso l'interpretazione di alcune norme del codice civile, il luogo all'interno del quale un imprenditore svolge abitualmente la sua attività, al di là di posti come fiere o spazi pubblici che lo stesso può sfruttare...
Lavoro e Carriera

Come compilare un curriculum vitae EUROPASS

State cercando lavoro in Italia, volete fare esperienza all'estero o avete già un'occupazione ma volete cambiarla? Il curriculum vitae è lo strumento necessario per presentarsi alle aziende e candidarsi alle loro offerte di lavoro. Per meglio evidenziare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.