Come diventare Economista

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'economista si tratta di una figura professionale specializzata nella redazione di studi e di ricerche sull'andamento dell'economia. In buona sostanza, possiamo affermare che i suoi studi vengono utilizzati dai decisori politici, per prendere decisioni in ambito economico. Inoltre la loro strategia di lavoro è presa in esame dalle grandi aziende, nella formulazione delle proprie strategie. L'attività può essere svolta come dipendente di università, di istituti di ricerca, di banche, di importanti imprese, di organismi governativi e di organizzazioni sovranazionali. In questa semplice ed esauriente guida vi daremo i giusti consigli per diventare economista. A questo punto, pertanto, non vi rimane altro da fare che continuare a leggere i passi seguenti di tale guida.

26

Occorrente

  • Laurea in Economia Aziendale o in Economia e Commercio
36

Come diventare economista

Per diventare economista è necessario possedere una grande passione per le materie a stampo economico, nonché una forte motivazione a voler intraprendere questo percorso lavorativo. A differenza del passato, quando la percentuale di coloro che frequentavano l’università e potevano accedere a professioni brillanti e ben remunerate (come per l’appunto quella dell’economista) era bassa, al giorno d’oggi la concorrenza è abbastanza elevata. Dal momento che la concorrenza si è incrementata di gran lunga, rispetto al passato, è necessario possedere un Curriculum Vitae ineccepibile dal punto di vista scolastico, per poter ambire a ricoprire degli incarichi di prestigio. Dopo il conseguimento del diploma di scuola media superiore, chi ha l'intenzione di diventare economista dovrà iscriversi presso la SAA (ossia la Scuola di Amministrazione Aziendale), attivata ormai in numerose città italiane. In alternativa è possibile effettuare il test di accesso presso la facoltà di Economia e Commercio oppure Economia Aziendale. Dopo la discussione della tesi finale, con l’acquisizione del titolo di dottore in economia, è possibile iniziare a collaborare o a lavorare in qualità di dipendente presso le banche oppure altre realtà aziendali, con l'obiettivo di farsi conoscere all’interno dell’ambiente. In questa maniera, tra l'altro, sarà anche possibile mettere alla prova concretamente quanto è stato appreso sui banchi dell’università. Un'altra possibilità che non è assolutamente da scartare, dal momento che costituisce un titolo in più, è quella di intraprendere la strada del dottorato di ricerca.

46

L'importanza del dottorato di ricerca

Ogni anno soltanto pochi studenti iniziano questo tipo di percorso, dal momento che la fase di selezione è abbastanza difficile. Inoltre va subito precisato che il percorso degli studi ha una durata di tre anni e non è semplicissimo. In più, in alcuni casi non è prevista nemmeno la possibilità di usufruire della borsa di studio, e questo può spingere molte persone ad abbandonare questa strada. Il dottorato di ricerca in economia, tuttavia, è di fondamentale importanza qualora si volesse diventare economista di elevato livello nel panorama non soltanto italiano ma anche internazionale. Ogni anno viene indetto un concorso pubblico per titoli ed esami, per poter accedere alla Banca d’Italia. Gli economisti che hanno la possibilità di ambire ad accedere alla Banca d'Italia sono soltanto coloro che hanno conseguito una laurea a pieni voti con la lode, ed hanno effettuato successivamente il dottorato di ricerca in materie di stampo economico.

Continua la lettura
56

Immediato inserimento nel lavoro o prosecuzione degli studi

Queste due strade, ovvero quella dell’immediato inserimento nel mondo del lavoro dopo il conseguimento della laurea oppure quella della prosecuzione dello studio mediante il dottorato di ricerca, rappresentano le uniche due possibilità che si hanno per diventare economista. Questo discorso vale un po' per tutte le professioni. Abbiamo già accennato, nel passo precedente, l'importanza che può rivestire il proseguimento degli studi mediante il dottorato. La strada per diventare economista, seppur all’inizio potrebbe sembrare in salita, è in grado di riservare tantissime sorprese e soddisfazioni. Coloro che, seppur con qualche sacrificio iniziale, hanno intrapreso questo tipo di percorso professionale, generalmente a distanza di anni si ritengono pienamente soddisfatti della loro scelta.

66

Come capire se è la professione idonea

Se si ha l'intenzione di diventare economista è necessario seguire il percorso di studi che vi abbiamo consigliato nei precedenti passi, per poi iniziare ad effettuare un’esperienza lavorativa presso un’azienda oppure una banca, anche semplicemente in qualità di tirocinante o di stagista. In queste maniere si potrà comprendere come opera concretamente un economista, e si potrà avere la possibilità di capire se questa è realmente la strada che si desidera seguire in futuro. In sostanza, rappresenta una modalità per chiarirsi le idee.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare professore di economia e gestione delle imprese

Se siamo appassionati di economia e ci interessa frequentare questa facoltà, sappiamo che uno dei potenziali sbocchi lavorativi potrà essere quello dell'insegnamento. Con il titolo di professore in economia potremmo svolgere in ruolo di insegnante sia...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro nella finanza quantitativa

Se avete una particolare attitudine per la matematica, per la fisica e materie riguardanti il commercio o l'economia, puoi sfruttarla per intraprendere una carriera di successo in una particolare branca della finanza, ovvero quella quantitativa, che richiede...
Lavoro e Carriera

Come diventare docente universitario

Molti aspiranti docenti vorrebbero prendere parte alla vita universitaria in veste di precettori. All'interno del sistema universitario italiano si distinguono due soli ruoli accademici per il professore universitario. Si parla infatti di docenti e di...
Lavoro e Carriera

Come diventare assistente di un professore

Se hai da poco conseguito una laurea universitaria, e vorresti cominciare a lavorare al fianco del professore in modo da approfondire la tua materia di studio e percepire un piccolo stipendio, quella dell'assistente è la figura che fa al caso tuo. Ma...
Lavoro e Carriera

Come diventare psicologo dello sport

Uno sportivo sa bene come il benessere mentale possa influenza le propria performance sportive. Infatti uno stato di serenità mentale offre un vantaggio non indifferente quando si pratica uno sport. Viceversa alcuni problemi di natura psicologica possono...
Lavoro e Carriera

La matematica applicata alla finanza

Con il termine "finanza" si intende quella disciplina che studia in termini economici la relazione tra individui e scambio di moneta. Studia inoltre gli strumenti finanziari, attraverso cui si verificano le interazioni di denaro. Esistono diverse tipologie...
Lavoro e Carriera

Come diventare un radiologo veterinario

Gli animali sono gli amici più belli e dolci che abbiamo, e bisogna prendersene cura al meglio, portarli dal veterinario e fargli fare dei controlli periodici per assicurarsi che stiano bene. I radiologi veterinari sono degli specialisti nel campo della...
Lavoro e Carriera

Come diventare operatore di biblioteca

L'operatore di biblioteca costituisce una figura professionale abbastanza interessante, gratificante e specialmente molto richiesta: nel corso degli anni sono cambiati i titoli necessari per riuscire ad accedere alla seguente attività lavorativa, considerando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.