Come diventare broker di assicurazione

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Con il termine "broker" si identifica un intermediario finanziario che acquista o vende beni e servizi per conto di terzi. Il corrispettivo di tale intermediazione è la c. D. "brokerage" (o commissione di brokeraggio), e viene computato come percentuale del volume complessivo degli affari conclusi dal broker per ogni cliente. All'interno della macro-categoria dei broker, vi sono quelli specializzati nel ricercare le compagnie di assicurazione con la migliore offerta in merito alle condizioni contrattuali, e con la scelta più ampia di polizze adatte a soddisfare le esigenze del singolo cliente. L'insurance broker (o broker di assicurazione) rappresenta una figura professionale, totalmente svincolata dalle parti contraenti. Questo professionista si occupa di tutta l'attività preparatoria alla conclusione del contratto di assicurazione e, se necessario, presta la propria assistenza anche ai fini dell'amministrazione e dell'adempimento di tutti gli obblighi civilistici connessi al contratto stesso.
Per diventare un broker di assicurazione è necessario seguire un iter preparatorio, a livello teorico ma anche pratico e burocratico. Lo scopo di questa breve guida è proprio quello di fornirvi le informazioni essenziali per intraprendere la professione di broker di assicurazione.

28

Occorrente

  • Possesso dei requisiti morali e professionali previsti dall'art. 110 del D.Lgs n. 209/2005 e dal Regolamento ISVAP n. 5/2006
  • Partita IVA
  • Iscrizione nella Sez. B del RUI.
38

Decidete la forma di contratto di professione

La professione di broker di assicurazione può essere esercitata sia in forma autonoma che con contratto di lavoro dipendente. In quest'ultimo caso, posto che si lavora alle dipendenze di una società di brokeraggio, a parte il possesso dei requisiti morali previsti per legge non vi sono particolari adempimenti da espletare. Infatti non è necessario uno specifico curriculum studiorum. Diversamente, se si intende lavorare come intermediario di assicurazione in forma autonoma, come prima cosa occorre aprire una partita IVA. Il codice di attività da inserire è ATECO 66.22.01 - Broker di assicurazioni. Successivamente occorre iscriversi nella Sezione B del Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi tenuto dall'Istituto sulla Vigilanza delle Assicurazioni. L'iscrizione è aperta sia alle persone fisiche che alle persone giuridiche e quindi alle società. Tuttavia queste ultime devono avere sede legale in Italia. Inoltre la gestione delle stesse è riservata a soggetti iscritti al R. U. I.. Per maggiori informazioni sulle modalità di iscrizione, vi invitiamo a visionare il link che trovate in calce a questa guida.

48

Verificate di avere i requisiti legali necessari

Il professionista che intenda esercitare la professione di broker di assicurazione in forma autonoma necessita dell'iscrizione al R. U. I.. Egli deve possedere dei requisiti morali e professionali stabiliti per legge. Tali requisiti morali sono disposti dal D. Lgs. N. 209/2005, ossia il Codice delle Assicurazioni, e dal Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006.
In particolare, è necessario che l'aspirante broker di assicurazione non abbia ricevuto, nei 5 anni antecedenti la sua iscrizione al R. U. I., provvedimenti di inabilitazione al pieno esercizio dei diritti civili. Tali provvedimenti comprendono sentenze di fallimento, di interdizione o coinvolgimento in procedure concorsuali. Inoltre, l'aspirante broker di assicurazione deve possedere i requisiti di onorabilità. Inoltre lo stesso non deve aver subito condanne in via definitiva per uno o più reati elencati all'art. 110 del Codice delle Assicurazioni. Tra i quali vi sono quelli contro l'amministrazione della giustizia, nonché la fede e l'economia pubblica. Per diventare broker di assicurazione sono altresì necessarie un'adeguata organizzazione per lo svolgimento dell'attività di brokeraggio e l'autonomia professionale.

Continua la lettura
58

Preparatevi e superate l'esame di abilitazione

Oltre ai requisiti visti al passo precedente, per esercitare la professione di broker di assicurazione è fondamentale il superamento di un esame di abilitazione. Esso è accessibile da chi è in possesso almeno di un diploma di maturità al quale va integrato un apposito corso di formazione. Un riferimento in tal senso è l' AIBA (Associazione Italiana Broker di Assicurazione e Riassicurazioni). Essa organizza corsi di formazione e aggiornamento sia in merito agli aspetti tecnici dei rischi, sia con riferimento alla ricerca di nuove condizioni assicurative. L'ente ha un codice deontologico secondo il quale gli associati devono esercitare la loro professione basandosi su principi di trasparenza, indipendenza e professionalità. Cliccando sul secondo link riportato nell'apposita sezione di questa guida, potete accedere al sito ufficiale dell'associazione.
Per quanto riguarda l'esame di abilitazione, necessario per l'iscrizione al R. U. I., esso verte in due prove - scritta e orale - su materie giuridico-tecniche in ambito assicurativo, quali: elementi di diritto tributario e privato nonché di tutela del consumatore, tecnica bancaria e di assicurazione e diritto delle assicurazioni.

68

Presentate la domanda di iscrizione

Dopo aver superato l'esame, l'aspirante broker di assicurazione deve presentare domanda di iscrizione al R. U. I.. La domanda va presentata tramite uno specifico modulo. All'interno del modulo va apposta una marca da bollo da 16 euro e al quale va allegata l'attestazione di versamento. Esso andrà effettuato con bollettino postale, della tassa di concessione governativa pari a 168 euro. L'ultimo adempimento necessario per lavorare come broker di assicurazione consiste nell'adesione a un apposito Fondo di Garanzia (istituito presso la Consap), atto a coprire eventuali danni derivanti dall'attività professionale. L'art. 11 del citato Regolamento ISVAP n. 5/2006 prevede, inoltre, l'obbligo, in capo a ogni singolo professionista di assicurazione, di stipulare anche una polizza privata di assicurazione della responsabilità civile professionale, per il risarcimento di situazioni dannosse, causate a terzi, conseguenti a errori o negligenze.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La preparazione del broker deve essere mantenuta costantemente aggiornata, con letture di riviste e volumi tecnici nonchè con la frequentazione di corsi professionali.
  • Online, o presso le librerie specializzate nell'editoria tecnico-professionale, potete trovare dei manuali per la preparazione dell'esame di abilitazione per broker, muniti anche dei testi delle precedenti prove d'ammissione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare un broker merci

In questa guida vi spieghiamo come e cosa dobbiamo fare per poter diventare un broker merci, cioè quella figura professionale che riesce ad organizzare l'intermediazione tra i camionisti e i produttori che hanno bisogno di trasportare la merce. Un broker...
Finanza Personale

Come riconoscere un broker affidabile

È possibile trovare un un broker affidabile? Semplice! Grazie a questa guida, vi illustrerò alcune semplici indicazioni su come riconoscere un broker serio a cui affidarsi. La scelta del broker non è affatto facile come sembra, e per fare trading online,...
Finanza Personale

Come scegliere il miglior broker Metatrader

Il Forex rappresenta il più grande mercato finanziario al mondo, il quale si basa esattamente sullo scambio di valuta estera ed opera, sfruttando precisamente la via telematica. I partecipanti al mercato Forex sono, principalmente, le banche centrali...
Lavoro e Carriera

Come diventare information broker

L'information broker è una nuova professione che sta emergendo in quest'ultimi anni. Si tratta di un consulente altamente specializzato, che si occupa di ricercare, interpretare e sistematizzare dati e informazioni reperibili in rete per conto di un...
Lavoro e Carriera

Come diventare assuntore

L'assuntore è una figura professionale molto particolare, in poche parole è colui che gestisce i rapporti di una società, con i vari broker ed azionisti.È una figura professionale, divenuta molto importante in campo assicurativo, a seguito della crisi...
Lavoro e Carriera

Agente di borsa: come lavorare nel settore

Gli agenti di borsa sono dei consulenti che interagiscono nei mercati finanziari, comprando e vendendo azioni per i loro clienti e per se stessi. Si tratta di una tipologia di lavoro, che richiede una buona preparazione e conoscenza sugli investimenti,...
Finanza Personale

Come imparare a guadagnare con il forex trading

Il Forex è un mercato creato nel 1971 in cui la “merce di scambio” è la valuta: inizialmente era riservato solamente ai grandi gruppi bancari, ma con l’avvento di Internet e quindi della possibilità di operare “liberamente” on-line, il mercato...
Finanza Personale

Come sono tassate le opzioni binarie

Le opzioni binarie, come molti di voi sicuramente sapranno, sono lo strumento di trading finanziario più semplice che possa esistere. Secondo alcune previsioni, nel giro di un anno al massimo, diventerà molto importante essere in grado di dichiarare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.