Il Post

Come diventare addetto alla contabilità generale

di Anna Krstic difficoltà: media

Come diventare addetto alla contabilità generale   commons.wikimedia.org L'addetto alla contabilità generale, un tempo denominato ragioniere, è una figura professionale molto richiesta nel settore lavorativo economico e aziendale. Il suo incarico principale è quello di gestire tutti i movimenti contabili generati all'interno di un'azienda o di una società, tracciandone lo sviluppo, effettuandone la registrazione e documentandone lo storico.
Diventare addetto contabile vuol dire, pertanto, svolgere diversi compiti: la tenuta della prima nota di cassa; l'amministrazione delle entrate e dei pagamenti; la compilazione dei registri contabili; il calcolo e la redazione del bilancio e del conto consuntivo; l'organizzazione delle procedure per gli adempimenti fiscali e previdenziali.
Può essere inserito nell'organico di diritto dell'azienda in cui opera oppure nominato come consulente esterno. Può inoltre accedere, tramite pubblico concorso, al ruolo di perito aziendale o analista contabile presso la Pubblica Amministrazione.

Assicurati di avere a portata di mano: Diploma in ragioneria con indirizzo IGEA Diploma di Laurea triennale indirizzo economico-aziendale Conoscenza di base delle ITC e di programmi gestionali

1 Per accedere al profilo professionale è necessario possedere dei requisiti e delle competenze certificate:
1. Diploma in ragioneria con Indirizzo Giuridico Economico Aziendale;
2. Attestati o qualifiche professionali rilasciati da enti locali;
3. Conoscenza approfondita dei software di produzione di basi di dati, di fogli di calcolo e dei sistemi informatizzati per la gestione d'impresa;
4. conoscenza di base della lingua inglese;
5. Padronanza di alcune materie giuridiche, come Diritto Tributario, Economia Aziendale;
6. diploma di Laurea triennale a indirizzo economico-aziendale.

2 Il percorso formativo principale per svolgere l'attività di Addetto alla contabilità generale è dato dalla frequenza quinquennale di un Istituto Tecnico Commerciale a indirizzo IGEA, con superamento dell'Esame di Stato finale. Con questo curriculum scolastico si ha subito diritto ad esercitare la professione, poiché si possiede una preparazione adeguata in matematica, in economia aziendale e in diritto. Il corso di studi fornisce anche delle competenze digitali in campo ITC e molte scuole sono organizzate per offrire agli studenti iter extracurricolari utili al conseguimento di certificazioni ECDL e linguistiche.

Continua la lettura

3 Aderendo a progetti europei di vasta portata, nell'ottica del Life Long Learning, è possibile proseguire nella formazione e nell'aggiornamento, conseguire ulteriori titoli di studio, quali un diploma di laurea breve o di laurea magistrale in Economia e Commercio, che consentiranno di approdare a qualifiche superiori, assumendo incarichi dirigenziali o manageriali.
Se si sceglie la strada della libera professione, sarà necessario iscriversi all'Ordine Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e apire uno studio di consulenza fiscale e amministrativa.. 

Non dimenticare mai: In alternativa al corso di laurea, conseguire un attestato di frequenza ad un corso professionale specifico Alcuni link che potrebbero esserti utili: Network concorsi Sito web ufficiale del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Come diventare Contabile Come prepararsi all'esame per diventare esperto contabile Come diventare addetto agli acquisti Come diventare addetto alla qualità aziendale

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili