Come Determinare I Principali Aggregati Economici Di Bilancio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Comunemente il bilancio, per fattori culturali, è visto come un aspetto amministrativo. Il fine della presente guida è di indicare le modalità di Determinare dei principali aggregati economici partendo dal volume d'affari fino ad arrivare all'utile netto prendendo come esempio la gestione di bilancio di un'azienda.

29

Occorrente

  • Calcolatrice
  • Carta
  • Penna
  • Computer
39

Con un'opportuna riclassificazione dei dati esposti nel conto economico di bilancio è possibile determinare interessanti dati aggregati con lo scopo di rielaborare le informazioni contenute negli schemi di bilancio pubblici così addivenendo ad un duplice ordine di risultati: semplificazione della lettura ed accrescimento del potenziale informativo.

49

Se a tale aggregato sommiamo algebricamente (nella fattispecie, quindi, sottraiamo) i costi delle materie prime, dei servizi e degli altri fattori acquisiti da terze economie otteniamo il cosiddetto valore aggiunto, che indica la bravura della struttura aziendale nel creare plusvalore rispetto alla semplice sommatoria dei fattori produttivi acquisiti all'esterno.

Continua la lettura
59

Se al valore aggiunto detraiamo i costi del personale nonché gli oneri diversi di gestione otteniamo il margine operativo lordo (Mol), altrimenti detto EBITDA (earnings before interests, taxes, depreciation and amortization), aggregato che sintetizza la differenza tra il valore della produzione ed il totale dei costi operativi.

69

Sottraendo all'EBITDA gli ammortamenti, gli accantonamenti e la svalutazione dei crediti correnti, si ottiene il risultato operativo (RO), ovvero quello che gli anglosassoni indicano con l'acronimo EBIT (earnings before interests and taxes).

79

Sommando algebricamente all'EBIT i risultati netti della gestione finanziaria (proventi finanziari meno oneri finanziari) e di quella straordinaria (sostanzialmente plusvalenze meno minusvalenze) otteniamo l'utile ante imposte. Se, infine, sottraiamo da tale ultimo aggregato le imposte nette dell'esercizio otteniamo l'ultimo indicatore oggetto di disamina, ovvero l'utile netto disponibile per gli azionisti.

89

Con il seguente esempio, si analizza un semplice caso di determinazione dei suddetti aggregati. Ipotizziamo che un'azienda consegua ricavi per vendita di beni per 1.000 e ricavi da servizi per 250. Il volume d'affari sarà, quindi, 1.250. La stessa azienda non produce beni in economi ma consegue ricavi diversi per 150, per cui il valore della produzione sarà pari a 1.400, ovvero 1.250 (valore della produzione) più 150 (altri ricavi e lavori in economia).

99

Ipotizzando costi per l'acquisto di fattori produttivi esterni per 800, possiamo determinare in 600 il valore aggiunto pari alla differenza tra valore della produzione (1.400) e costi per materie, servizi, beni di terzi, ecc. (800). Se al valore aggiunto sottraiamo i costi del personale (250) e gli oneri diversi di gestione (50) otteniamo l'EBITDA, pari nella fattispecie a 500 (ovvero 800-250-50). Ipotizziamo, inoltre, che la gestione finanziaria sia negativa per 250 e quella straordinaria positiva per 100. L'utile ante imposte sarà, pertanto, pari a 200 (350 più 100 - 250). Se poniamo, infine, pari ad 80 (40% dell'utile lordo) le imposte nette da pagare all'erario, avremo che l'utile netto disponibile sarà pari a 120, determinato dalla differenza tra utile lordo (200) ed appunto le imposte (80). In conclusione: abbiamo visto come, il bilancio sia il biglietto da visita di un'azienda e come sia possibile gestire al meglio la parte finanziaria determinando importanti dati che ci permettono di avere importanti vantaggi sul rendimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare il multiplo enterprise value to Ebitda

Se abbiamo intenzione di acquistare un'azienda, prima di farlo dovremo valutare bene la sua situazione economica, per evitare di acquisire un'attività poco conveniente o ad un valore maggiore rispetto al suo attuale valore. Per fare ciò, soprattutto...
Aziende e Imprese

Come Redigere Un Bilancio Annuale Aziendale

Se siete titolari di un'azienda, di un'impresa, di un'attività commerciale oppure di un qualsiasi negozio gestito imprenditorialmente con dei ricavi (guadagni) e dei costi (spese), il Codice Civile ed il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) vi...
Aziende e Imprese

Come calcolare il margine operativo lordo

L'analisi bilancio consiste in uno studio che ha la finalità di studiare gli aspetti economici, finanziari e patrimoniali dell'azienda, desumibili da differenti tipi di margini e da indici ricavabili dal bilancio stesso. Quando si parla di Mol, ossia...
Aziende e Imprese

Come creare un cash flow partendo da un bilancio

Il cash flow, chiamato anche flusso di cassa, è un rendiconto che può variare in un determinato periodo e viene generato dalle attività finanziarie, operative e di investimento. Tuttavia possono influire anche altre attività, come donazioni o regali...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Aziende e Imprese

Come Considerare, Valutare E Inserire In Bilancio Le Soppravvenienze Attive E Passive

Nell'ambito dell'economia aziendale, essere in grado di saper valutare ed inserisce in bilancio le sopravvivenze attive e passive, riveste un ruolo molto importante. Non a caso infatti all'università, al fine di conseguire una laurea in materia, lo studente...
Aziende e Imprese

Come riaprire i conti del bilancio a inizio anno

È il primo gennaio, l'inizio di un nuovo esercizio! Quindi dobbiamo accingerci a riaprire i conti del bilancio che abbiamo da poco chiuso in questo modo. I conti accesi ai costi ed ai ricavi del precedente esercizio hanno creato il reddito d'esercizio,...
Aziende e Imprese

Come preparare il conto economico

Il Conto Economico è un documento di bilancio che ha come finalità quella di dare per ogni periodo una serie di informazioni ai soci o al titolare dell'azienda in questione. Il suddetto Conto rileva, inoltre, quelli che sono i punti di forza e le aree...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.