Come dare le dimissioni senza preavviso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Anche in controtendenza alle vicissitudini lavorative e alla carenza di occupazione nel nostro Paese è possibile che abbiate necessità di dare le dimissioni dal vostro impiego lavorativo. Tuttavia queste condizioni possono essere eluse o ignorate quando al lavoratore si presentino cause di forza maggiore, dette giusta causa. La giusta causa permette al lavoratore che intende dare le dimissioni di non produrre alcun preavviso. Egli evita così di incorrere in sanzioni o trattenute sull'ultimo compenso lavorativo. Continuando a leggere saprete come fare.

26

Occorrente

  • Modulo di dimissioni.
36

Il rapporto lavorativo

Dare le dimissioni rappresenta anche ideologicamente un'azione negativa, per alcuni incresciosa e addirittura ingrata. È certo che se un lavoratore giunge a questa conclusione avrà delle motivazioni pù che valevoli. Rompere un rapporto lavorativo regolarmente contrattualizzato sia chiaro, ha delle conseguenze, specie nel caso in cui non si rispettino i termini di contratto. I termini di contratto sono regolamentati dalla legge 2119 c. C. Naturalmente i lavoratori con contratto CCNL sono tenuti a presentare il preavviso di dimissioni entro i termini contemplati dal contratto stesso. Come abbiamo accennato nell'introduzione a governare le interruzioni dei rapporti lavorativi è la legge 2219 del Codice Civile. In questa legge viene contemplato il licenziamento in formulazione di "giusta causa". Esso permette di attingere a questa forma di interruzione a entrambi le parti in causa: lavoratore o datore di lavoro.

46

Le dimissioni

In questo articolo parleremo però di come dare le dimissioni senza preavviso, senza che questo pregiudichi il rapporto economico. La suddetta legge contempla le dimissioni del lavoratore senza alcun obbligo di preavviso qualora il datore di lavoro sia causa di una grave mancanza o azione nei confronti dello stesso.

Continua la lettura
56

In conclusione

In ultima analisi per correttezza è opportuno sottoscrivere una lettera di dimissioni specificando il motivo grave tale da ledere il rapporto lavorativo e causarne la rottura. In particolare in caso di molestie, ingiurie o comportamenti discriminanti. Naturalmente tutte le motivazioni verranno poi esaminate dall'addetto giudice. Troverete qui un fac simile per strutturare questo documento in maniera corretta. Siate molto ligi nella compilazione della lettera di dimissioni senza preavviso, perché essa rappresenterà il documento ufficiale a cui in seguito gli addetti ai lavori faranno riferimento per l'esaminazione della pratica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di produrre le proprie dimissioni siate certi che le cause addotte siano contemplate come gravi dalla vigente legge.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come e quando consegnare una lettera di dimissioni

Di questi tempi è difficile trovare il coraggio di presentare una lettera di dimissioni, eppure quando si presentano alcune circostanze particolari, diventa purtroppo inevitabile. In questi casi, la legge italiana, riconosce al lavoratore il diritto...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a progetto

I contratti a progetto sono delle tipologie di accordi tra lavoratori e datori di lavoro molto frequenti ma nello stesso tempo costituiscono dei contratti che non danno molte garanzie al lavoratore che presta servizio presso l'azienda a tempo determinato...
Lavoro e Carriera

Dimissioni del lavoratore: il principio di libera recedibilità

Il lavoro è una delle attività più importanti per la vita di ogni persona ma, sebbene ci si trovi in un periodo di profonda crisi economica, può capitare di voler smettere di lavorare, o di cambiare lavoro. In ambedue i casi, la legge prevede il diritto...
Aziende e Imprese

Come trattare in contabilità l'indennità di preavviso

Oggi parleremo di contabilità e di indennità di preavviso, in questa guida. Come voi lettori e lettrici -probabilmente- ben saprete, l’istituto del preavviso tutela il soggetto che, all'interno dell’ambito del recesso di un contratto di lavoro a...
Lavoro e Carriera

Dare le dimissioni: 5 errori da non fare

Dare le dimissioni non è una cosa semplice. Si tratta, infatti, di una procedura che richiede molta diplomazia ed educazione, nel rispetto del contratto che si va a scindere e dei propri datori di lavoro. Se vi ritrovare a dover rassegnare le vostre...
Aziende e Imprese

Come e dove convalidare le dimissioni

Da alcuni anni, la legge italiana presenta l'obbligo di convalida delle dimissioni. Si tratta di un'onere che riguarda sia le dimissioni rassegnate in maniera spontanea dal lavoratore, sia le risoluzioni contrattuali lavorative consensuali. La regolamentazione...
Aziende e Imprese

Come Rappresentare In Contabilità Le Dimissioni

In questa guida vengono fornite le indicazioni che permetteranno di rappresentare correttamente, in contabilità generale, le movimentazioni collegate alla cessazione delle prestazioni lavorative fornite del personale dipendente. Il rapporto di lavoro...
Lavoro e Carriera

Come scrivere la lettera di dimissioni

Spesso nell'arco della vita lavorativa di una persona, può capitare l'eventualità di dover presentare una lettera di dimissioni. I motivi, che portano ad alla scelta di lasciare, il posto di lavoro possono essere molteplici. Ma qualsiasi siano le cause...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.