Il Post

Come costruire il proprio albero genealogico

di Ida Eugenia Scalia difficoltà: media

Come costruire il proprio albero genealogico La ricerca delle proprie origini ha da sempre affascinato l'uomo; conoscere i propri avi, la discendenza ereditaria, i luoghi in cui gli antenati hanno vissuto è tutto parte di una scoperta che traccia un percorso storico fino ai giorni nostri. Costruire il proprio albero genealogico quindi, diventa una ricerca personale e sicuramente un'esperienza storica molto interessante. Di seguito, tutti i consigli che in pochi e semplici passi, ti indirizzeranno su come effettuare una ricerca esaustiva per risalire alle tue radici.

Assicurati di avere a portata di mano: Blocco note Piccolo registratore

1 Una buona regola in questi casi, è che bisogna affidarsi a fonti attendibili e veritiere, quindi, niente consultazioni on line su siti che garantiscono informazioni sulle origini della vostra famiglia partendo semplicemente dal vostro cognome.
Affidatevi esclusivamente a parenti ed amici di famiglia, con particolare dedizione per le persone anziane; sono un'ottima fonte di informazioni e poi, hanno un modo davvero affascinante di raccontare il passato.

2 Grazie alle informazioni ricevute dai tuoi parenti ora sei in grado di iniziare a tutti gli effetti una ricerca genealogica. Partendo da quello che sai, inizia a cercare informazioni sui tuoi antenati tra gli atti dello stato civile (in Comune), come atti di nascita, di matrimonio e di morte.

Ricorda, che prima dell'Unità d'Italia (1861), l'Anagrafe non esisteva, quindi per cercare informazioni più datate dovrai rivolgerti agli archivi parrocchiali, cercando tra gli atti di battesimo, di matrimonio e di morte, oppure, all'Archivio di Stato, dove sono conservati atti notarili e fondi del catasto.

Continua la lettura

3 A questo punto potrai iniziare la ricerca degli atti di cui hai bisogno presso gli uffici comunali o la parrocchia di appartenenza.  Per quanto riguarda il Comune, tramite lettera oppure di persona, potrai rivolgerti all'Ufficio Anagrafe; alcune volte il personale potrebbe rivelarsi poco disponibile per le più disparate ragioni, tra cui quelle legate alla privacy (196/2003) che riguarda i documenti dei diretti interessati.  Approfondimento Come e dove richiedere una visura catastale (clicca qui) Potrai ovviare al problema ricordando loro che, ai sensi dell'art.  328 del c.  P., il rifiuto di atti di ufficio da parte di un pubblico ufficiale o di un impiegato pubblico è un reato. 
Per quanto riguarda la Parrocchia, la faccenda è più complicata, perché i parroci non sono impiegati pubblici; in questo caso, un comportamento cortese e non troppo insistente, vi aiuterà a trovare più disponibilità da parte del vostro interlocutore.. 

4 Ultimate le ricerche, potrai decidere come sviluppare e organizzare le informazioni raccolte. Lo schema classico che potrai utilizzare sicuramente è quello ad "albero", dove potrai inserire se reperite, anche delle fotografie. Un'altra struttura per lo sviluppo del tuo percorso genealogico, potrebbe essere ad "organigramma", partendo all'apice dall'avo più antico.

Non dimenticare mai: Attenetevi a fonti attendibili, e diffidate da consulenze on line

Come formulare una richiesta di accesso agli atti Come trovare casa su Internet Come Effettuare Un'Ispezione Ipotecaria Come cambiare il domicilio fiscale

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili