Come contestare una contravvenzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una violazione è un bene che è stato originariamente rilasciato dalla polizia o da un consiglio locale di un'altra autorità; normalmente può assumere la forma di un avviso di infrazione e può essere consegnato direttamente o inviato al proprio indirizzo di casa. Un esempio di questo tipo di multa è una multa per divieto su un veicolo. Si può contestare una contravvenzione, presentando ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace, in due casi: se presenta vizi di merito, cioè se si ritiene di non aver commesso l'infrazione; oppure se inficiata da vizi di forma, come ad esempio mancata notifica del verbale di accertamento entro i termini previsti per legge (in caso di contestazione differita), oppure presenza di errori riguardanti dati fondamentali (come la data o il luogo dell'infrazione). È necessario però essere totalmente sicuri di avere ragione e disporre delle prove necessarie per dimostrarlo dato che, in caso il ricorso non venisse accolto, si sarebbe costretti a pagare una maggiorazione uguale al doppio rispetto all'importo inizialmente previsto dalla contravvenzione.

25

È importante ricordare che, se si intende procedere alla contestazione, non si deve pagare preventivamente l'importo della multa in quanto, secondo la Corte di Cassazione, il pagamento della contravvenzione corrisponderebbe ad un'ammissione di colpevolezza, precludendo la possibilità di un successivo rimborso.

35

Il ricorso al Prefetto deve essere presentato entro 60 giorni dalla data della contestazione immediata o della notifica del verbale di contravvenzione. Il modulo deve essere spedito tramite raccomandata a/r direttamente al Prefetto. Se il Prefetto accetta il ricorso, la contravvenzione sarà annullata. In caso contrario, si dovrà pagare il doppio dell'importo iniziale entro 120 giorni dall'emissione del provvedimento, oppure si potrà adire il Giudice di Pace del luogo in cui è stata contestata l'infrazione.

Continua la lettura
45

Il modulo deve essere presentato entro 30 giorni dalla data di notifica della decisione prefettizia pagando un contributo unificato di 45 euro. Per contestare una multa eccesso di velocità o di un'azione penale in tribunale, è necessaria una consulenza legale. Quando si arriva al processo vero e proprio, l'accusa deve provare tutti gli elementi del reato in questione. I magistrati hanno il potere di imporre una multa fino a 1.000 euro (2.500 se il reato avviene in autostrada), da tre a sei punti di penalizzazione sulla patente di guida e una possibile squalifica.

55

Per contestare una violazione, è possibile presentare un modulo online e stampare un modulo di richiesta (PDF, 109KB) e inviare una lettera chiedendo di riesaminare l'avviso. Se si scrive la lettera bisogna fornire le seguenti informazioni: il proprio nome e l'indirizzo postale, il numero di avviso di infrazione e il reato come indicato sull'avviso di infrazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Multa per divieto di sosta: come e quando fare ricorso

Contro le sanzioni amministrative dovute alla violazione di qualche regola prescritta dal Codice della Strada, è possibile presentare ricorso. Almeno una volta nella vita è probabilmente capitato a tutti gli automobilisti o motociclisti di prendere...
Richieste e Moduli

Come contestare una multa

In questo breve articolo vedremo insieme come poter contestare una multa. Il codice stradale comporta serie sanzioni per la sua violazione, e queste sanzioni devono essere chiaramente pagate. Le multe, a volte però, potrebbe essere fatte ingiustamente:...
Richieste e Moduli

Come si contesta una multa sbagliata

Tutti noi sappiamo quanto sia importante rispettare il codice della strada, non solo ai fini di sicurezza (nostra e degli altri) e per evitare situazioni di pericolo, ma anche per evitare di andare incontro a sanzioni pecuniarie anche abbastanza elevate,...
Richieste e Moduli

Come ottenere l'annullamento di una contravvenzione

Andare un giro con la propria vettura è certamente molto divertente ed emozionante, però bisogna sempre prestare attenzione a determinate regole di traffico e stradali che, se violate, potrebbero portarci qualche problema con la legge. Quando lasciamo...
Richieste e Moduli

Multa per ZTL: come fare ricorso

Avete beccato una multa errata per violazione del varco ZTL? Prima di entrare nel panico, c'è da chiarire che la sigla ZTL per chi non lo sapesse, non è altro che una sigla che sta ad indicare una zona a traffico limitato. In molte città dell'Italia,...
Richieste e Moduli

Multe: come proporre il ricorso in autotutela

Ognuno di noi prima o poi si ritrova a confrontarsi con il pagamento di una multa, magari inaspettata. E poiché l'utente spesso non sa come muoversi per gestire i propri rapporti con la Legge (anche perché tali rapporti spesso si rivelano complessi...
Richieste e Moduli

Come chiedere l'annullamento di una multa

A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di ricevere a casa una multa da pagare. Molto spesso ci si sente vittime di ingiustizie, ma non sempre purtroppo è così. Pensiamo di non avere commesso nessuna infrazione eppure può capitare anche...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per una multa in autotutela

Come vedremo nel corso di questa guida, nel caso in cui si sia ricevuta un multa (un verbale di infrazione al codice della strada), e si ritenga che l'atto sia sbagliato o comunque contrario alla legge, è possibile provare a chiedere l'annullamento (effettuando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.