Come contabilizzare l'emissione di una ricevuta bancaria

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

È una valida alternativa di incasso, più snella e meno onerosa della classica cambiale. Si tratta di un documento, che accerta l'avvenuta riscossione di un debito, mediante la banca dove viene domiciliata. La ricevuta bancaria, nel linguaggio tecnico identificata come Ri. Ba., è uno strumento di pagamento, che consente di dilazionare il credito secondo determinate scadenze prestabilite. L'istituto ha il compito di comunicarne la ricezione al debitore, al fine di ottenere la disposizione per pagare alla scadenza. A pagamento effettuato, quest'ultimo potrà consultare il quantum dedotte le spese e gli oneri accessori. L'emissione di una qualsiasi ricevuta bancaria va registrata. In questa guida, vedremo insieme come contabilizzare l'emissione del documento, tenendo conto sia dell'esito positivo dell'operazione che della mancata riscossione.

24

All'atto dell'emissione della Ri. Ba., viene generato il saldo della partita del debitore a fronte di titoli attivi in un sottoconto patrimoniale. Quindi la scheda cliente risulta chiusa, essendo il debito stato regolato dall'emissione della Ri. Ba. Per contabilizzare una ricevuta bancaria, bisogna aprire una registrazione della fattura emessa al cliente, che coinvolge lo stesso ed il conto d'appoggio. Si noti che la tipologia di pagamento dilazionato non ha alcuna influenza sul documento fiscale. La scrittura in partita doppia verrà effettuata in questo modo: da effetti attivi a clienti.

34

Alla scadenza della Ri. Ba., sicuramente l'accredito del relativo importo viene così rilevato: da banca a effetti all'incasso. Qualora le ricevute bancarie dovessero essere più di una, è opportuno registrarle separatamente, per averle in evidenza e rintracciarle con più facilità. Oltretutto, anche la banca adotta questo metodo, affiancando all'importo la data di scadenza e quella di accredito. In caso di Ri. Ba. Insoluta, quindi non pagata dal debitore, si otterrà la dicitura cliente a banca. Le spese addebitate dalla banca saranno così rilevate: spese insoluti cliente a banca. In questo modo, il saldo clienti verrà riaperto come partita da riscuotere, fino a pagamento effettuato.

Continua la lettura
44

Quando la ricevuta bancaria viene presentata in banca, il sottoconto "Effetti attivi" passa ad un sottoconto "Effetti all'incasso". Quindi: da effetti attivi. Solitamente la banca provvede all'addebito di spese, che andranno registrate come oneri di presentazione Ri. Ba. In questo modo: oneri presentazione Ri. Ba. A banca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare il fondo svalutazione crediti

La partita doppia e la contabilizzazione delle voci sono da sempre un elemento molto ostico. Per contabilizzare alcune movimentazioni è infatti richiesta una buona conoscenza di economia aziendale e magari anche qualche infarinatura di ragioneria. La...
Banche e Conti Correnti

Come ottenere una fideiussione bancaria

Per tutti voi che state iniziando un investimento oppure solamente un piccolo prestito, vi sarà sicuramente capitato di rivolgervi ad una banca o ad un istituto finanziario. Sicuramente, per quanto riguarda i grandi investimenti soprattutto, l'altro...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Cessione Di Fatture

Quando si apre un'attività commerciale, di qualsiasi natura essa sia, bisogna considerare sempre la quantità di tasse e che si andranno a pagare per le diverse attività economiche a cui la propria azienda deve far fronte. Vi sono diversi metodi per...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le fatture da ricevere

Nel corso dell'esercizio le rilevazioni contabili afferenti gli acquisti dei beni o dei servizi vengono registrate all'atto del ricevimento della relativa fattura. Alla fine dell'esercizio, nel momento della chiusura dei conti, si possono presentare delle...
Banche e Conti Correnti

Come ridurre i costi del conto corrente

Il problema del contenimento dei costi è, oggi, uno dei più sentiti tanto per i privati quanto per le aziende. Se, a prima vista, ridurre quelli bancari può sembrare una goccia in un oceano, in realtà il corretto utilizzo di un conto corrente può...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Fatture Da Emettere

Com'è ben noto, in materia fiscale, ci sono tantissime variabili da valutare per poter gestire al meglio entrate, uscite e le relative dichiarazione dei debiti di un determinato esercizio. Parte integrante di questo meccanismo vede coinvolte le fatture...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.