Come Contabilizzare La Cessione Di Fatture

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si apre un'attività commerciale, di qualsiasi natura essa sia, bisogna considerare sempre la quantità di tasse e che si andranno a pagare per le diverse attività economiche a cui la propria azienda deve far fronte.
Vi sono diversi metodi per ottenere la mobilizzazione dei propri crediti in anticipo rispetto alla naturale scadenza. Una ottima opportunità è quella di cedere ad un istituto di credito (una banca) le fatture emesse nei confronti di clienti: a fronte della cessione la banca provvederà ad erogare un anticipo in denaro alla società cedente. Questa operazione di cessione (o sconto) di fatture, consiste sostanzialmente nello scambio di un documento che incorpora un credito, avente una data scadenza e una somma di denaro. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a contabilizzare la cessione di fattura.

25

Occorrente

  • seguire le indicazioni riportate nella guida
35

Nel momento in cui avviene la cessione della fattura (o delle fatture) ad un dato istituto di credito, la scrittura da contabilizzare è la seguente:
"Banca X c/cessione fatture a Crediti/Clienti 50.000".
La dicitura "Banca X c/cessione fatture" non è altro che un conto numerario che misura il credito vantato dall'impresa cedente nei confronti dell'istituto di credito cessionario. In quanto tale, il conto va riepilogato nella sezione degli attivi (quindi tra i crediti). Inoltre, nel caso in cui si presumesse un certo rischio di insolvenza (mancato pagamento da parte del cliente debitore nei confronti dell'impresa cedente), si dovrà provvedere ad indicare nella modulistica questo rischio, e qualora questo rischio fosse significativo, andrà fornita la relativa descrizione tramite nota integrativa.

45

Nel momento in cui si effettuerà l'anticipo sull'importo complessivo della fattura, bisogna, invece, effettuare una opportuna registrazione, con la quale si andrà ad evidenziare tale accredito su conto corrente bancario (per esemplificare, abbiamo ipotizzato una percentuale dell'anticipo pari all'80% del valore complessivo delle fatture vendute). Quindi si scriverà:
"Banca X c/c a Banca X c/cessione fatture 40.000".

Continua la lettura
55

Al momento di incasso del credito incorporato nelle fatture da parte della banca bisogna registrare la differenza tra il valore monetario complessivo delle fatture cedute e quello dell'anticipo a suo tempo ottenuto (in ipotesi, pari al 20%). La scrittura che si dovrà effettuare è la seguente:
"Banca X c/c a Banca X c/cessione fatture 10.000".
In ultima analisi, nel momento in cui l'istituto di credito cessionario provvede ad addebitare gli interessi maturati in virtù dell'anticipo concesso sulle fatture, andrà attuata la seguente contabilizzazione:
"Interessi passivi a Banca X c/c 1.250". Attraverso questi semplici passaggi si potrà, dunque, rendere la contabilizzazione delle fatture cedute molto rapida e di facile realizzazione e allo stesso tempo, mantenere i propri conti in ordine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'incasso delle ricevute bancarie

Con la presente guida ti presento gli aspetti contabili connessi all'operazione di incasso crediti mediante l'utilizzo delle ricevute bancarie, uno strumento molto utilizzato nella prassi commerciale. In particolare, ti spiego come contabilizzare in ciascuna...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
Finanza Personale

Come si fa una fattura

Quando occorre emettere le prime fatture di una nuova gestione, ci si può facilmente trovare ad essere soggetti ad alcuni dubbi, ma questo fatto è abbastanza normale: fare una fattura non è difficoltoso ma le prime volte può sicuramente risultare...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Il Forfait Financing

Il campo lavorativo è ricco di strumenti importanti che riescono a risolvere determinate situazioni amministrative e burocratiche e queste, verranno sempre aggiornate e valutate per dare un ottimo servizio all'azienda. In questa piccola guida, cercheremo...
Finanza Personale

Come gestire le fatture

Oggigiorno, tutte le imprese che esercitano un'attività commerciale acquistando beni o servizi primari, devono necessariamente emettere delle fatture. Alla chiusura dei conti da contabilizzare, potrebbero venire a galla della incongruenze, causate dai...
Finanza Personale

Come distinguere il pignoramento del quinto dello stipendio dalla cessione del quinto

In periodi di crisi come questo, purtroppo, si sente sempre più spesso parlare di pignoramento del quinto dello stipendio o della cessione del quinto. Quali sono le differenze tra queste due situazioni finanziarie? Chi ricorre all'una o all'altra? Il...
Finanza Personale

Come pagare fatture arretrate Mediaset Premium e riattivare il servizio

Qualora fossimo titolari di un abbonamento Mediaset Premium, ogni mese ci viene inviata una regolare fattura. Se non riusciamo ad onorarla per varie motivazioni, questo servizio a pagamento ci viene sospeso. L'unica maniera per tornare a vedere i canali...
Aziende e Imprese

Come gestire contabilmente il contratto di factoring

Un contratto di factoring è un'accordo che permette ad un'impresa di smobilizzare i propri crediti commerciali a favore di una società preposta alla riscossione e gestione degli stessi crediti, detta "factor". A quest'ultima, vengono corrisposte commissioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.