Come contabilizzare il risarcimento dei danni

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nella comune vita di una qualsiasi società, durante il periodo di imposta, può succedere che essa riesca ad ottenere un risarcimento di un danno che viene fatto da terzi. Questo risarcimento, a seconda della tipologia, può dare vita a ricavi, a una plusvalenza (oppure una minusvalenza) o a una sopravvenienza attiva. In questa guida vedremo quindi come contabilizzare il risarcimento dei danni.

24

Se una società deve contabilizzare un risarcimento di una merce oppure di materie prime ed esso viene fatto nello stesso periodo di imposta nel quale si è verificato il danno, allora si può parlare di ricavo. In questa situazione, nella scrittura contabile verrà rilevata la nascita del credito nei confronti dell'assicurazione. Se invece si riconosce il danno nel periodo seguente a quello d'imposta, si parla di una sopravvenienza attiva. Nel caso in cui, infine, il risarcimento riguardasse delle immobilizzazioni, verranno rilevate delle plusvalenze e minusvalenze.

34

Nel caso in cui il bene non può essere ''riparato'' bisogna rilevare la minusvalenza relativa alla perdita. In seguito dovrà essere iscritta la plusvalenza generata dall'incasso. Nel caso in cui, invece, la società riceve, al posto del risarcimento in denaro, una sostituzione del bene immobile, essa dovrà essere iscritta in bilancio (il valore del bene sarà quello fiscalmente riconosciuto al bene sostituito). Un possibile conguaglio in denaro andrà a rappresentare una plusvalenza. Nel caso di bene danneggiato soltanto in parte bisognerà contabilizzare una minusvalenza. Se dopo la riparazione il valore del bene non è cambiato, le spese verranno contabilizzate come "spese di manutenzione". Nel momento in cui si effettuerà il pagamento andrà rilevata una plusvalenza (o una sopravvenienza attiva).

Continua la lettura
44

Fra le sopravvenienze attive vi sono poi alcune indennità ottenute a titolo di risarcimento: è il caso dei proventi in denaro avuti a titolo di contributo. Se si dovesse arrivare alla fine del periodo di imposta e l'indennizzo risultasse ancora non saldato, ma si conoscesse esattamente l'ammontare dello stesso, si potrà senz'altro procedere alla contabilizzazione nel conto economico. Viceversa, invece, si potrà iscrivere una stima in conto economico, sempre che si sia certi del diritto di ricevere il risarcimento. Quando, oltre a non conoscere l'ammontare non si avrà certezza neppure del diritto, Bisognerà procedere ad una svalutazione del bene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Contabilizzare L'imposta Di Bollo

Il sistema italiano, prevede l'imposta di bollo, ovvero un' imposta fiscale che va applicata alla produzione, richiesta o presentazione di determinati documenti. In questo modo, utilizzando la carta bollata o applicando le marche da bollo, si versano...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Royalties

Le royalties sono diventate una realtà che, grazie all'aumento di brevetti e invenzioni, va sempre più diffondendosi nei giorni nostri. Questo termine sta a indicare i corrispettivi che vengono pagati a tutti coloro che possiedono un brevetto o una...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Lquidazione Iva

Lo Stato italiano per controllare le attività delle imprese che si dedicano all'importazione oppure all'esportazione dei prodotti all'interno dell'Unione Europea, obbliga l'iscrizione nel Registro degli Operatori Intracomunitari, tramite l'Agenzia delle...
Case e Mutui

Come Chiedere Un Risarcimento Per Esproprio

Può capitare che lo Stato, o meglio la pubblica amministrazione, ci dia l'esproprio di un bene di nostra proprietà per effettuare opere di pubblica utilità. Ad esempio può succedere che, per realizzare nuove strade o nuovi tratti ferroviari, la pubblica...
Finanza Personale

Come funziona il risarcimento delle assicurazioni

Il compito delle compagnie assicurative è tutelare nonchè eventualmente risarcire i soggetti da loro assicurati in svariati contesti, dal furto, al danneggiamento, all'incidente.Il risarcimento è una somma di denaro, opportunatamente calcolata, che...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare i costi di assicurazione

Durante la propria attività lavorativa, a qualsiasi azienda possono capitare incidenti di vario genere ed è quindi necessario avere un'assicurazione che permetta di coprire i danni che potrebbero venirne fuori. Questa guida, dopo aver illustrato cosa...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Fatture Da Emettere

Com'è ben noto, in materia fiscale, ci sono tantissime variabili da valutare per poter gestire al meglio entrate, uscite e le relative dichiarazione dei debiti di un determinato esercizio. Parte integrante di questo meccanismo vede coinvolte le fatture...
Finanza Personale

Assicurazioni: la quantificazione del risarcimento

Se siete stati coinvolti in un incidente stradale o di qualunque altro tipo, siete in causa con qualche azienda o con il proprio datore di lavoro e siete "protetti" da un qualsiasi tipo di assicurazione, ma non avete un'idea specifica sulla quantificazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.