Come comprendere gli altri attraverso i loro gesti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando però interagite con qualcuno entrano in azione due processi molto importanti: la comunicazione verbale, ovvero i contenuti e le parole dette e la comunicazione non verbale in cui rientrano gesti, posture, distanza interpersonale, colore e tono della voce e addirittura le espressioni facciali. La differenza tra questi due processi è che mentre il primo si può cercare in qualche modo di controllare, il secondo è molto più difficile da gestire. Ecco come comprendere gli altri attraverso iloro gesti.

26

Occorrente

  • spirito di osservazione
36

Nella comunicazione non verbale ci sono segnali che possono essere intenzionali e altri più naturali e involontari che sfuggono al controllo. Solitamente tanto più un segnale è vicino al volto più si può controllare mentre più si allontana maggiore sarà la possibilità che questo sia ingestibile volontariamente. Dovete sapere, infatti, che mani e gambe per esempio, sono le parti del corpo che sono meno controllabili ed essi possono quindi svelare molto sulla personalità e gli stati d'animo della gente: chi prende in mano oggetti posti su un tavolo allontanandoli da sé svela un atteggiamento di rifiuto nei confronti degli argomenti o del comportamento della persona con cui sta parlando.

46

Bisogna quindi osservare e cogliere i segnali. Già dalla stretta di mano, potete capire molte caratteristiche del vostro interlocutore; infatti una stretta di mano breve ma salda, è indice di una persona con un carattere forte e sicuro che non avrà problemi a relazionarsi con voi.

Continua la lettura
56

Un altro elemento fondamentale sono gli occhi. Se il vostro interlocutore risponde a una vostra domanda guardando in alto a destra, molto probabilmente vi starà mentendo: gli occhi si posizionano in questo modo quando si prova a elaborare mentalmente un'immagine di concetti o cose nuove. Se invece gli occhi sono rivolti in alto a sinistra, essi delineano un tentativo di ripercorrere mentalmente un ricordo di qualcosa.

66

Quando una persona gesticola molto durate un dialogo, è sinonimo di agitazione e presenta un malessere interiore. Le persone che non si animano durante una discussione, sono sicure di loro stesse. Se una persona mentre vi parla ha il vizio di toccarvi il braccio in continuazione, vuol dire che è molto insicura e vuole essere certa che voi la stiate seguendo nel discorso. Se quando un'amica o un amica s muove in continuazione con le gambe anche quando non parla è certamente una persona molto nervosa che presenta qualcosa che la turba e inconsciamente scarica la tensione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come presentarsi al meglio a un colloquio di lavoro

Un passo decisivo nell'incontro tra offerta e domanda di un posto di lavoro è l’immagine che si trasmette di sé. Ecco perché è indispensabile valorizzare le proprie competenze professionali cercando di far capire di essere un buon candidato, per...
Aziende e Imprese

Come chiudere un affare

Che abbiate a che fare con un imprenditore, oppure con un addetto alle vendite, il loro obiettivo sarà far acquistare un determinato prodotto, o un determinato servizio alla sua clientela potenziale. Qualsiasi persona è in grado di condurre e chiudere...
Lavoro e Carriera

Come fare una buona prima impressione

"La prima impressione è quella che conta". Questa frase, purtroppo, è tanto famosa quanto vera. In America è usanza dire che non si ha una seconda occasione per fare una buona impressione. Secondo degli studi sociali sembra, infatti, che la mente umana...
Lavoro e Carriera

Come scegliere lo sfondo per un’intervista

Nella società multimediale di oggi la cura dei dettagli e l'attenzione al messaggio che si vuol trasmettere, sfruttando anche elementi naturali o inanimati, è fondamentale. Basti pensare che i grandi tecnici del marketing non lasciano nulla al caso...
Lavoro e Carriera

10 trucchi per parlare in pubblico

Affrontare una platea non è facile. Parlare in pubblico richiede spigliatezza e una certa dose di esperienza. Contrariamente a quanto si pensa infatti, parlare in pubblico non è un dono di natura. Si tratta piuttosto di un'abilità che si può facilmente...
Lavoro e Carriera

10 consigli per essere più convincenti al lavoro

In campo lavorativo, tanto quanto nella vita privata, saper essere convincenti è una strategia essenziale per il successo. La giusta persuasione può comportare l’ottenimento di una promozione, un’assunzione o la buona riuscita di una vendita: tutto...
Aziende e Imprese

Come organizzare un banchetto di beneficenza

Fare solidarietà verso le persone meno fortunate è un valore importante nelle società moderne e riempie sempre il cuore di tanto altruismo e soprattutto aiuto verso coloro, che per vari motivi, sono meno fortunate di noi. La beneficenza, come ben sapete,...
Lavoro e Carriera

Come difendersi dal recupero crediti

Generalmente per il recupero crediti l'azienda titolare del credito dapprima avvia una prima fase di sollecito, attraverso il proprio ufficio legale interno e, se dopo questa prima fase di sollecito, rimane insoluto, le pratiche passano ad un'agenzia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.