Come compilare la ricevuta per prestazione di lavoro occasionale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La prestazione di lavoro occasionale è una tipologia che si differenzia dal lavoro autonomo e da quello dipendente per una serie di caratteristiche definite dalla legge. Altre peculiarità del lavoro occasionale si rinvengono nel periodo di tempo impiegato per la collaborazione, che dovrà essere inferiore ai 30 giorni, mentre il guadagno non dovrà superare (salvo variazioni legislative) la soglia dei 5.000 euro annui. Compilare la ricevuta relativa alla prestazione occasionale non è complicato e nel prosieguo daremo qualche dritta su come redigerla senza commettere errori.

27

È bene precisare che la ricevuta si differenzia dalla fattura per il semplice motivo che quest'ultima richiede il possesso della partita IVA, obbligatoria in tutti quei casi in cui il valore delle prestazioni occasionali superano i 5.000 euro annui. In tale situazione non ci si ritrova più nel campo dell'occasionalità, ma di quello della professionalità e sarà necessario mettersi in regola con il fisco e con la Camera di Commercio. In secondo luogo sarà necessario verificare se i giorni effettivamente svolti siano inferiori ai 30.

37

Sarà importante procurarsi un modello di ricevuta per prestazioni di lavoro occasionale. Esistono numerosi fax simili in formato word e in pdf, da scaricare on line e da modificare in seduta stante. Inoltre le copisterie vendono modelli prestampati a pochi euro, dotati di duplice copia per il lavoratore e per il committente. Se invece volete realizzare voi una ricevuta, sappiate che alcuni campi sono obbligatori e che se tralasciati o non inseriti potrebbero generare problemi in sede di dichiarazione dei redditi.

Continua la lettura
47

Che sia un fax simile o un testo creato ex novo, la ricevuta dovrà obbligatoriamente contenere l'intestazione di chi riceve il compenso, ossia i dati anagrafici del collaboratore occasionale (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo che dovrebbe coincidere con quello utilizzato in sede di dichiarazione dei redditi). Immediatamente dopo sarà indicato il nome del committente (che potrà essere una persona fisica, ma anche una ditta o una società e in tal caso sarà indicato il nome della stessa), la sede legale e la partita IVA o, in assenza, il codice fiscale.

57

Tra gli elementi fondamentali spicca il periodo di collaborazione prestata che potrà essere indicato scrivendo le date di inizio e di fine (ad es. "dall'1 Ottobre al 15 Ottobre - anno"), specificando che trattasi di prestazione di lavoro occasionale. Alcune bozze contengono lo spazio all'interno del quale, in poche parole, può essere descritta la tipologia di lavoro svolto, ma essenziale sarà l'indicazione dell'importo in euro, definito anche come "compenso".

67

Il successivo campo obbligatorio corrisponde al compenso netto, scorporato dalle ritenute. Nel relativo spazio, calcolate le tasse, si scriverà l'effettivo guadagno utilizzando i numeri, e non le lettere. L'immediata visibilità dell'importo lordo, delle trattenute e del guadagno netto consentono di avere un quadro univoco della ricevuta, evidenziando immediatamente le cifre senza tralasciare il nome del committente e del collaboratore.

77

Si ricordi che la ricevuta è fondamentale per una serie di aspetti: primo fra tutti quello fiscale, e, non da ultimo, quello legale. La presenza di una ricevuta firmata consente di provare l'avvenuto pagamento e, di contro, la controprestazione figurabile nella collaborazione oggetto della prestazione occasionale. B

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come redigere un contratto di collaborazione occasionale

Come vedremo nel corso di questa guida, un contratto di collaborazione occasionale è un accordo che presuppone l'instaurazione di un rapporto tra il committente e il collaboratore, stante nel dovere a capo del collaboratore di adempiere ad una certa...
Lavoro e Carriera

Come compilare una fattura per una prestazione occasionale

Alcuni individui effettuano prestazioni lavorative occasionali che non raggiungono valori di fatturazioni elevati, tanto da obbligare all'apertura della partita IVA, in questi casi generalmente si ricorre alla fattura per prestazione occasionale la quale,...
Finanza Personale

Come mettersi in regola senza aprire la partita IVA

Da qualche anno a questa arte, la prestazione occasionale è diventata estremamente richiesta ed esercitata da moltissime persone, molte delle quali la effettuano come secondo lavoro per arrotondare il proprio stipendio. Per prestazione occasionale si...
Lavoro e Carriera

Come funziona il Lavoro Occasionale Accessorio

Lavorare è un diritto di tutti, ma spesso trovare lavoro in Italia è veramente difficile. Nascono in questo modo delle categorie di lavoro che permettono anche ai meno agiati di poter lavorare, avendo un discreto guadagno, però non è poi così semplice...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare la posizione del collaboratore occasionale che supera il reddito ai fini inps

Se durante l'anno solare un lavoratore che ha un contratto a collaborazione occasionale supera il limite superiore pari a 5.000 € (previsto dalla legge per questa tipologia di reddito), sarà necessario adeguare la posizione anche ai fini INPS (Istituto...
Lavoro e Carriera

Prestazioni occasionali: quali sono i limiti da rispettare

Oggi il mondo del lavoro, specialmente in Italia, vive una crisi profonda. È difficile, se non impossibile, trovare un impiego con un contratto e, quando si è fortunati e si trova un'occupazione, quasi sempre si prevede un rapporto a scadenza. In attesa,...
Lavoro e Carriera

Come lavorare in proprio senza partita iva

L'avvio di un'attività in proprio non è semplice, ma porta con se diversi vantaggi, come quello di non essere dipendente da nessuno e di poter svolgere un lavoro dinamico. I costi iniziali che si devono sostenere sono elevati ed i tempi per la costituzione...
Aziende e Imprese

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

Con la legge 92/2012, il Governo ha voluto riformare il mercato del lavoro, modificando la regolamentazione delle prestazione del lavoro occasionale. Con questa riforma ha inoltre confermato all'INPS il ruolo di concessionario del servizio stesso. Oggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.