Come compilare l'F24 per il pagamento dell'IMU

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con la sigla IMU si indica l'Imposta Municipale Unica, una nuova tassa introdotta nel 2012. Questa è un tributo richiesto per il possesso di fabbricati e terreni, sia edificabili che agricoli, e sostituisce la vecchia tassa denominata ICI. L'IMU è stata introdotta in maniera sperimentale per tre anni con il governo Monti, e nel 2015 è entrata in vigore in modo definitivo. Ogni contribuente è quindi chiamato a pagare l'IMU sui propri beni, in un importo unico oppure dividendolo in rate a seconda delle esigenze. La prima rata deve essere saldata entro il 16 giugno, la seconda rata entro il 16 settembre e la terza entro il 16 dicembre. Ogni rata equivale a un terzo dell'importo totale. Nel caso in cui l'imposta non sia pagata entro le scadenze prefissate, è prevista una sanzione del 3,75%, più gli interessi legali. Per eseguire il pagamento dell'IMU, si utilizza il modello F24, il quale presenta alcune difficoltà di compilazione. Al fine di chiarire ogni perplessità, ecco quindi una breve guida su come compilare l'F24 per il pagamento dell'IMU nella maniera corretta.

25

Occorrente

  • Modello F24
  • Rendita catastale o atto di compravendita
35

Calcolo della rata IMU

Innanzitutto, calcoliamo l'importo della prima rata dell'IMU, che è il primo dato necessario per procedere alla compilazione il modello F24. Il calcolo della tassa si basa sulla rendita catastale dell'immobile, così come succedeva in passato per la stima dell'ICI. Se non si riesce a consultare la rendita catastale, ci si può affidare anche all'atto di compravendita o a una precedente dichiarazione dei redditi. Quindi scarichiamo il modello F24 dal sito web dell'Agenzia delle Entrate. Una volta compilato il modello, il pagamento dell'imposta può essere effettuato online da casa tramite Internet Banking, oppure allo sportello di banche e poste.

45

Compilazione dell'F24

Per quanto riguarda il versamento dell'IMU, si deve utilizzare la sezione del modello F24 denominata "IMU e altri tributi locali". I vari campi vanno compilati in accordo con i nostri dati. Nell'area riservata al Codice ente/codice comune, indichiamo il codice catastale comunale degli immobili. Poi, barriamo la casella "Acc." se il pagamento è un acconto, "Saldo" se il pagamento è un saldo, oppure entrambe se il pagamento non è diviso in rate. La casella "Ravv." deve essere barrata se il pagamento consiste in un ravvedimento. Il campo "Immob. Varianti" va invece segnata se si sono riscontrate variazioni agli immobili. Quindi dobbiamo indicare il numero di immobili posseduti, il codice tributo, l'anno a cui si riferisce il pagamento, gli importi a debito versati, la detrazione dovuta, e infine la rateazione scelta.

Continua la lettura
55

Conclusione

Verifichiamo che tutti i dati inseriti e le caselle sbarrate siano corretti. Se non abbiamo commesso errori, la compilazione del modello F24 è conclusa. A questo punto non ci resta che pagarlo online, alle poste o in banca. Nel caso in cui si abbiano ancora dubbi dopo la lettura di questa guida, è opportuno rivolgersi a un commercialista o a un CAF per chiedere supporto nella compilazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare l'ICI sulle abitazioni e sui box auto

Dall'anno 2012 è entrata in vigore l'Imposta Municipale Unica ("IMU"), che ha preso il posto dell'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche ("IRPEF") e dell'Imposta Comunale sugli Immobili ("ICI"); a partire dal 2013, però, l'IMU non deve essere più...
Finanza Personale

Come calcolare la IUC

Al giorno d'oggi il meccanismo delle tasse sulle abitazioni, in Italia, si è arricchito di un nuovo acronimo, che acquista la denominazione di IUC. Precisamente, parliamo della cosiddetta Imposta Unica Comunale, che è stata introdotta con la Legge di...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 per la Tari

Attualmente, per pagare la Tari, la tassa rifiuti istituita dall'articolo 1, l'Agenzia delle entrate ha emesso una ridenominazione dei codici tributo usati prima per la Tares. Sono molte le domande che si compongono i cittadini riguardo questa tassa:...
Finanza Personale

Come calcolare l' ICI

Come voi lettori e lettrici probabilmente saprete già, tre anni fa circa (nell'anno 2012) l'ICI (acronimo di "imposta Comunale sugli Immobili") è stata sostituita da una nuova tassa che è stata denominata IMU, la quale (a differenza della prima imposta...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello esenzione IMU

L'IMU è l'imposta che ha sostituito l'ICI, od imposta comunale sugli immobili, a partire dall'anno 2012. Sono tenuti al pagamento dell' IMU tutti i proprietari di immobili o terreni, con la sola esclusione dell'abitazione principale o prima casa. Questa...
Richieste e Moduli

Come effettuare una dichiarazione IMU

Visto che le tasse non bastano mai.... Dal 2011, con il governo Berlusconi e Monti, venne creata un'altra imposta tributaria, che viene applicata solo alle componenti immobiliari dei cittadini italiani che ne sono proprietari effettivi, per regolare i...
Case e Mutui

Come trattare contabilmente le locazioni di beni immobili

Le locazioni sono contratti in base ai quali una parte (il locatore) si obbliga a far godere ad un'altra (il locatario) una cosa, immobile o mobile, per un dato periodo di tempo e dietro versamento di un determinato corrispettivo; si differenziano inoltre...
Richieste e Moduli

Come compilare un F24 per pagare l'IMU in 3 rate

Cominciamo col dire cos'è l'IMU. L'Imposta Municipale Unica (IMU) in un certo senso ha sostituito l'ICI, l'Irpef e le addizionali comunali e regionali che, venivano calcolate sui redditi fondiari. Questa Imposta dovrà essere pagata dai proprietari d'immobili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.