Come compilare il registro carico e scarico dei rifiuti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il registro di carico e scarico dei rifiuti è una funzione che permette di riportare accuratamente le operazioni di smaltimento degli scarti, dalla zona in cui sono stati prodotti a quella in cui saranno effettivamente smaltiti. Il registro di carico e scarico riguarda la qualità e la quantità degli scarti, e permette di compilare una volta all'anno il modulo da presentare alla camera di commercio di competenza nel vostro territorio.  

25

La gestione dei rifiuti è regolamentata dal D. L. 152/2006 artt. 189 e 190. Quest'ultimo articolo è stato completamente modificato dalla recente L.125/2013 ridefinendo chi sono i soggetti tenuti a compilare il registro di carico e scarico. In particolare: enti e imprese produttori di rifiuti speciali pericolosi/non pericolosi derivanti da attività artigianali e industriali e del trattamento acque; enti e imprese che effettuano raccolta, trasporto e preparazione rifiuti; intermediari e commercianti di rifiuti speciali e non; enti ed imprese che aderiscono volontariamente al SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti).

35

Quanto alle modalità operative di compilazione del registro si ricorda che esse sono disciplinate dal DM 148/1998. La normativa prevede due formulari: il modello "A" che riguarda chi gestisce rifiuti con detenzione ed il modello "B" per chi gestisce senza detenzione. Entrambi devono essere numerati e vidimati presso la Camera di Commercio competente, con le identiche modalità concernenti i registri IVA.

Continua la lettura
45

Nel registro occorre fare attenzione a compilare i seguenti campi: la data ed il numero di registrazione, il codice CER (codice europeo identificativo dei rifiuti), nome indirizzo e tipo di attività svolta dal produttore/detentore, caratteristiche dei rifiuti (origini, tipologia, pericolosità e quantità), il tipo di operazione (carico o scarico) con data e progressivo, luogo di produzione e sito di destinazione, data e percorso instradamento, nome indirizzo e attività del destinatario. Si ha l'obbligo di conservare il registro per cinque anni dall'ultima registrazione. Altro obbligo è quello di tenere il documento presso tutti gli impianti di produzione, stoccaggio e gestione; presso le sedi delle società operanti nel settore; presso le sedi di commercianti e intermediari futuri.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conservare il registro di carico e scarico rifiuti per almeno 5 anni dall'ultima registrazione effettuata

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Compilare il formulario rifiuti

Le aziende che si occupano del trasporto e del successivo smaltimento di rifiuti particolari hanno l'obbligo di compilare alcuni documenti nello svolgimento della propria attività lavorativa, come ad esempio il formulario rifiuti che è il documento...
Aziende e Imprese

Come aprire un Banco Oro

Per aprire un Banco Oro bisogna adempiere ad alcune incombenze di carattere burocratico e fiscali, prima di chiedere le opportune autorizzazioni agli organi competenti. Chi apre una attività che acquista oro usato, deve avere una competenza specifica...
Finanza Personale

Come ottenere l'esenzione della tassa sui rifiuti urbani

Le Amministrazione Comunali prevedono ogni anno delle facilitazioni nei pagamenti per chi ha delle difficoltà economica. Queste persone possono quindi avvalersi dell'esenzione dal pagamento della TARSU (tassa per i rifiuti solidi urbani). Per richiedere...
Richieste e Moduli

Come pagare meno TARSU preparando il compost con i rifiuti di cucina

La TARSU è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti tossici urbani, introdotta in Italia con il decreto n°507 del 2003. È una spesa che bisogna pagare al Comune per ricevere un servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti stradali o anche per la pulizia...
Finanza Personale

Come disdire il pagamento della tassa rifiuti in caso di trasferimento

La tassa che tutti quanti pagano per la raccolta dei rifiuti soliti urbani, viene chiamata TARSU. In buona sostanza rappresenta una tassa obbligatoria a chiunque getti rifiuti. Pertanto viene pagata per il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani che...
Aziende e Imprese

Come aprire una ditta di pulizie

Un'impresa di pulizie è un'attività piuttosto redditizia e ricercata, perché sempre più spesso gli esercizi commerciali e le imprese subappaltano i lavori di pulizia a ditte esterne ed è quindi probabile ottenere facilmente una buona parte di mercato....
Richieste e Moduli

Come ottenere il certificato di iscrizione al registro imprese

Se abbiamo un'attività commerciale, e ci occorre un duplicato dei tanti documenti che ci sono stati rilasciati, è necessario seguire per ognuno delle particolari procedure. Se infatti ci è stato richiesto magari da una banca un certificato di iscrizione...
Aziende e Imprese

Come aprire una boutique

Lavorare in proprio è il sogno di molti. Essere padroni di se stessi, avere completo potere decisionale senza dover mai rendere conto a nessuno se non a se stessi. Tuttavia, la complessa e pesante burocrazia ed i numerosi problemi pratici, potrebbero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.