Come compilare il modulo per la scelta destinazione del TFR

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La burocrazia è parte integrante del nostro quotidiano procedure a volte sconosciute, solo un po di cultura può orientarci a un buon rapporto di valutazione al sistema intrapreso. In questa piccola guida cercheremo di capire: come compilare il modulo per la scelta destinazione del TFR. Non tutti conoscono questo termine che viene definito "Trattamento di Fine Rapporto". Nel campo lavorativo il datore di lavoro ha l'obbligo di versare al dipendente qualora terminasse il rapporto, una somma che è stata accumulata durante l' anno.

26

Occorrente

  • documentarsi
36

Tale procedura in passato era nota come "liquidazione", termini simili ma ancora attualmente appropriati. Non sempre è facile compilare e trasferire un TFR, con molta attenzione cercheremo di comprendere le modalità di esecuzione, in quanto la parte iniziale del modulo è arricchita da spazi vuoti che andremo a riempire con i nostri dati personali possibilmente aggiornati ossia: nome e cognome, luogo e data di nascita codice fiscale e da non trascurare il nome dell'azienda.

46

Rileggere e controllare nella continuità della scrittura è di totale importanza per non sbagliare date e termini di esecuzione, noteremo ancora tre sezioni sceglieremo quella a noi appropriata, di cui la prima è riservata ai lavoratori che si sono iscritti alla previdenza obbligatoria il 28 Aprile 1993, fare parte di questa categoria vuol dire che dobbiamo porre una "x" su una delle due caselle presenti, la seconda attribuirà al vostro TFR la forma pensionistica aggiuntiva prescelta, la terza invece agirà in modo che il vostro trattamento di fine rapporto prosegui ad essere regolato dall'articolo 2120 del codice civile, quindi che rimanga attivo nell'impresa.

Continua la lettura
56

La sezione 2 riguarda i vari lavoratori assunti prima del 29 Aprile 1993, ed è caratterizzata da 2 opzioni: la prima riguarda il versamento che si può lasciare semplicemente all' Eurofer oppure all'azienda stessa, la seconda riguarda coloro che vogliono ed intendono lasciare tutto al TFR ossia ai fondi pensionistici, la terza infine riguarda coloro che si sono iscritti alla previdenza obbligatoria, ai quali però non si accostano contratti che attribuiscano il versamento, la definiamo come una forma pensionistica aggiuntiva, se apparteniamo a questa compagnia ci vengono in aiuto ancora tre opzioni. In conclusione decifriamo il tutto dicendo che: la prima è riservata a chi non intende trasferire il proprio accumulo ad una pensione integrativa, la seconda appartiene a coloro che vogliono lasciare solo una percentuale sia all'azienda che al fondo, la terza ed ultima è rivolta a chi intende lasciare l'intero e totale TFR ad un fondo pensionistico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Da non trascurare tale procedura

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come iscriversi all'INPS

L'INPS è un'ente piuttosto importante nel nostro paese, soprattutto per quanto riguarda il versamento dei contributi per la propria pensione, e per riceverla nel momento in cui si finirà la propria attività lavorativa.L'iscrizione all'INPS è obbligatoria...
Finanza Personale

Come detrarre la previdenza complementare

A causa delle differenti riforme effettuate dai governi sul sistema delle pensioni, e considerando l'allungamento delle aspettative di vita, al giorno d'oggi è diventata un'esigenza quella di crearsi una pensione complementare per sostenere uno stile...
Finanza Personale

Come richiedere il versamento di contributi volontari

La crisi economica che da diversi anni attanaglia l'Italia e non solo, e della quale a malapena si intravvede un debole miglioramento, ha grandemente incrementato il numero di coloro che decidono di ricorrere ai contributi volontari per ottenere la pensione,...
Previdenza e Pensioni

Fondi Pensione: cosa sono e come funzionano

Nel 1995 venne varata la “Riforma Dini”. Anche detta “Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare”, essa apportò un profondo cambiamento nel sistema previdenziale italiano. Venne a crearsi una forte differenza in termini di...
Finanza Personale

Come funziona l'Inps

In questo tutorial vi spieghiamo che cosa è l'INPS e come funziona. Tale ente è la sigla dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, che nello specifico è l'ente previdenziale relativo al sistema pensionistico in Italia. Tutti i lavoratori dipendenti,...
Previdenza e Pensioni

Pensioni: come si versano i contributi volontari

I lavoratori che hanno cessato o interrotto un'attività lavorativa, mediante il versamento dei contributi volontari, possono perfezionare i requisiti necessari per il raggiungimento della pensione o incrementare l'importo della stessa. È questa una...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione di vecchiaia

La pensione è una obbligazione che consiste in una rendita vitalizia o temporanea corrisposta ad una persona fisica in base ad un rapporto giuridico con l'ente o la società che è obbligata a corrisponderla per la tutela del rischio di longevità o...
Lavoro e Carriera

Come fare domanda di assegno ordinario di invalidità

L'inps: l'istituto nazionale di previdenza sociale, concede la pensione di invalidità civile ai lavoratori dipendenti, agli autonomi e a quanti siano iscritti ad alcuni fondi pensionistici sostitutivi ed integrativi dell'assicurazione generale obbligatoria....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.