Come compilare il modello F24 per la Tari

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Attualmente, per pagare la Tari, la tassa rifiuti istituita dall'articolo 1, l'Agenzia delle entrate ha emesso una ridenominazione dei codici tributo usati prima per la Tares. Sono molte le domande che si compongono i cittadini riguardo questa tassa: come pagare, quali sono le scadenze, come deve essere compilato il modello F24 senza commettere errori. I dubbi sono tanti, e per evitare che vi perdiate nei meandri della burocrazia vi aiuto con questo semplice articolo dove vi spiego in modo esauriente come compilare il modello F24 per la Tari. Sicuramente dopo avere letto le seguenti informazioni il pagamento della tassa rifiuti vi risulterà più semplice e veloce.

25

Il versamento della tassa sui rifiuti deve avvenire sia da parte dei contribuenti privati che degli enti pubblici. L'Agenzia delle Entrate ha previsto delle precise modalità che devono essere seguite alla lettera ed il governo ha fissato un'apposita data di scadenza che non può essere prorogata, per non incorrere in sanzioni abbastanza pesanti. Il pagamento della tassa deve essere effettuato utilizzando il modello F24 semplificato, che esiste in due diverse versioni, entrambe valide.

35

Il modello che consente di pagare la tassa esiste sia con il modello ordinario che nell'innovativa edizione editabile che possiede la prerogativa di poter essere compilata online al proprio domicilio e per questo motivo risulta estremamente comoda e pratica, specialmente per chi non ha molto tempo a disposizione. Ricordatevi prima di tutto che il pagamento spetta ai comuni che hanno realizzato sistemi di misurazione molto precisi, tramite il servizio pubblico.

Continua la lettura
45

Per compilare correttamente il modello F24 dovete prima di tutto scrivere nel modello i codici tributo Tari, che trovate nell'apposita sezione del modulo. Di solito i codici sono contrassegnati con la dicitura " Sezioni IMU ed altri tributi ", nella colonna degli importi da versare. Nello spazio dove è scritto " Codice " dovete indicare il codice catastale del Comune, che potete trovare navigando nel sito dell'Agenzia per le Entrate. Barrate la scritta " Ravv " soltanto nel caso che siate in ritardo con il pagamento, altrimenti lasciatela in bianco. Questa casella deve essere barrata anche in caso di errore o di qualsiasi altro disguido tecnico. Indicate quindi il numero di immobili ed il numero dell'eventuale rata in pagamento, oltre al numero di rate complessivo. Dove è indicato l'anno di riferimento scrivete l'anno d'imposta al quale vi riferite. Riguardo la scadenza, chiedete informazioni nel vostro Comune di residenza in quanto ogni città ha regole diverse.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il modello semplificato editabile è più facile da compilare e per questo motivo vi consiglio di sceglierlo se non avete molta dimestichezza con i cavilli burocratici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

UIC: come funziona e come si paga

La UIC o IUC, Imposta Unica Comunale, è una tassa tassa che ha avuto la sua applicazione quest'anno. Il sistema fiscale, a livello nazionale e comunale, è cambiato ed attualmente le tasse relative all'abitazione sono state unificate nella IUC. Questa...
Finanza Personale

TASI: tutto ciò che c'è da sapere

A partire dal 1 gennaio 2014, è stata emanata e approvata con la legge del 23 dicembre 2013 n. 147, la IUC, ossia l'imposta unica comunale formata dalla TASI ovvero la tariffa comunale sui servizi indivisibili quali l'illuminazione pubblica e la manutenzione...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello esenzione IMU

L'IMU è l'imposta che ha sostituito l'ICI, od imposta comunale sugli immobili, a partire dall'anno 2012. Sono tenuti al pagamento dell' IMU tutti i proprietari di immobili o terreni, con la sola esclusione dell'abitazione principale o prima casa. Questa...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 ordinario

È possibile utilizzare il modello per il pagamento delle imposte sui redditi, sull'Iva, sull'Irap; sull' addizionale regionale o comunale all’Irpef; sull'imu, TASI, TARI, INAIL, ENPALS, INPDAI, sui contributi inps e i premi annessi, sulle ritenute...
Richieste e Moduli

Multe: come proporre il ricorso in autotutela

Ognuno di noi prima o poi si ritrova a confrontarsi con il pagamento di una multa, magari inaspettata. E poiché l'utente spesso non sa come muoversi per gestire i propri rapporti con la Legge (anche perché tali rapporti spesso si rivelano complessi...
Finanza Personale

Come disdire il pagamento della tassa rifiuti in caso di trasferimento

La tassa che tutti quanti pagano per la raccolta dei rifiuti soliti urbani, viene chiamata TARSU. In buona sostanza rappresenta una tassa obbligatoria a chiunque getti rifiuti. Pertanto viene pagata per il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani che...
Finanza Personale

Come ottenere l'esenzione della tassa sui rifiuti urbani

Le Amministrazione Comunali prevedono ogni anno delle facilitazioni nei pagamenti per chi ha delle difficoltà economica. Queste persone possono quindi avvalersi dell'esenzione dal pagamento della TARSU (tassa per i rifiuti solidi urbani). Per richiedere...
Richieste e Moduli

Come pagare meno TARSU preparando il compost con i rifiuti di cucina

La TARSU è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti tossici urbani, introdotta in Italia con il decreto n°507 del 2003. È una spesa che bisogna pagare al Comune per ricevere un servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti stradali o anche per la pulizia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.