Il Post

Come Cambiare Il Medico Di Base Quando Si Trasferisce La Propria Residenza

di Francesco Piccioli difficoltà: facile

Come Cambiare Il Medico Di Base Quando Si Trasferisce La Propria Residenza Può capitare a tutti nella propria vita per svariati motivi di cambiare residenza da una città o regione ad un altra. Si trasferisce così anche il proprio medico di base altrimenti si corre il rischio di essere cancellati dalle liste dell'Asl del comune in cui si era precedentemente residenti e rimanere senza assistenza sanitaria. In questa guida spiegherò gli accorgimenti necessari per farlo.

Assicurati di avere a portata di mano: Certificato di residenza, fotocopia documento di identità , vecchio tesserino sanitario

1 Per individuare la persona giusta, oltre al passaparola, occorre consultare gli elenchi posti negli uffici del distretto sanitario di appartenenza (oggi anche on line), e magari prendere un appuntamento per un primo incontro conoscitivo. Poi occorre recarsi in comune e farsi rilasciare un certificato di residenza. Potrebbe essere necessario anche uno stato di famiglia nel caso foste sposati. Se il cambio di residenza avviene all'interno dello stesso comune, ma di Asl diversa, il medico di famiglia può essere mantenuto, dal momento che il cambio avviene all'interno del territorio dello stesso comune. Se invece si tratta di cambio di residenza in un comune diverso, ciò comporta la revoca automatica del medico di famiglia da parte della ASL.

2 È da notare che se si cambia nuovamente residenza, tornando a quella originaria, la scelta del medico di famiglia va fatta di nuovo, non essendo automatica la re-attribuzione del medico precedentemente scelto. Si può scegliere un medico anche al di fuori del comune di residenza, anche se a tempo determinato (da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 1 anno). Questo è il caso di alcune categorie particolari di cittadini, non per tutti (per approfondire rimando alle normative del Ministero della Salute).

Continua la lettura

3 Occorre fare poi una fotocopia di un documento d'identità in corso di validità ed una fotocopia del libretto sanitario e della relativa tessera sanitaria.  Questi documenti vanno consegnati al nuovo comune di residenza per poi provvedere alla scelta del medico Approfondimento Come scegliere il medico di base (clicca qui) Nel caso foste sposati e il coniuge è residente il problema della scelta del medico non sussiste, sarà lo stesso del vostro coniuge, a meno che non vogliate espressamente cambiarlo.  In tal caso dovrete attenervi alla lista che vi verrà consegnata dall'Asl.. 

4 Nel caso vogliate tenere il medico del vostro coniuge la legge del ricongiungimento familiare ve lo consente anche se questo ha raggiunto il numero massimo di assistiti.
La cancellazione dalla vecchia Asl verrà fatta in automatico attraverso una comunicazione della nuova Asl di appartenenza.

Come richiedere il trasporto della salma Come cambiare stato di famiglia Come richiedere il codice fiscale Come Compilare un'istanza di cambio residenza

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili