Come Calcolare L'indice Di Correlazione Utilizzando Excel

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

L'indice di correlazione di Bravais-Pearson costituisce un indicatore statistico che analizza la relazione che intercorre tra due o più variabili. Stiamo parlando di una regola determinata da una lunga serie di parametri. Scopriamo insieme come calcolare l'indice di correlazione utilizzando Excel. Questo programma permette di sapere se ogni attività vada a buon fine o meno.

28

Occorrente

  • Programma Excel
38

Vediamo come calcolare l'indice di correlazione utilizzando Excel. Valutiamo un caso particolare. Supponiamo di gestire un negozio e di voler calcolare un indice di relazione tra i guadagni economici, la quantità di persone entrate e i pezzi acquistati ogni giorni. Tramite i dati dei quali disponiamo, l'indice di correlazione di Bravais-Pearson dovrà rispondere ad una domanda di probabilità. In pratica, stabilirà se è vero che tutta la gente è entrata e ha acquistato la merce. Inoltre, valuterà gli eventuali utili o perdite durante il mese di esercizio. Con Excel, tale operazione diventa molto più semplice.

48

Per usufruirne al meglio, apriamo una tabella Excel basandoci sugli esempi precedenti. Compilate nel dettaglio una sequenza di variabili. Nella colonna A, inseriremo la cifra relativa alle entrate giornalieri dei clienti. Ad ogni numero, corrisponderà un giorno del mese. Nella colonna B, metteremo i ricavi quotidiani. Nella colonna C, spazio alle unità di merce vendute. Il lavoro dovrà essere molto preciso e meticoloso.

Continua la lettura
58

Scopriamo ancora come calcolare l'indice di correlazione utilizzando Excel. Il calcolo precedente ci fa comprendere come incide l'aumento del numero degli ingressi dei clienti (matrice 1, variabile indipendente) rispetto a quello dei ricavi (matrice 2, variabile dipendente). I dati valgono in un determinato giorno, senza alcuna differenza. Facciamo un esempio. Diamo un'occhiata al giorno 10. In corrispondenza al relativo numero, nella cella D inseriamo la formula "=CORRELAZIONE", con dopo una parentesi tonda. Clicchiamo col tasto sinistro del mouse e lo manteniamo premuto. Selezioniamo tutte le celle appartenenti alla colonna A, collegate alla quantità di ingressi dei clienti. Ci renderemo conto che Excel ci riporterà il dato "A: A". Dopo questa sigla, inseriamo semplicemente il punto e virgola, senza alcuno spazio.

68

Ora selezioniamo tutta la colonna B dei ricavi, con la conseguente apparizione della sigla "B: B". Chiudiamo la parentesi e premiamo il tasto Invio. Abbiamo eseguito questa formula: "=CORRELAZIONE (A: A; B: B)". Nella celletta, potremo visualizzare una cifra. Se sarà superiore allo zero, il dato risulterà positivo e i clienti avranno portato guadagno. Se un segno meno anticiperà la cifra, la correlazione sarà negativa. Ed ecco, dunque, come calcolare l'indice di correlazione utilizzando Excel.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Guarda il video se il procedimento non ti è chiaro

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Finanza Personale

Come calcolare il rischio di un portafoglio costituito da due titoli

Quando si investe del denaro in obbligazioni e azioni è di fondamentale importanza essere a conoscenza del fatto che non si ha alcuna certezza su quello che sarà il rendimento finale. Il campo dell'economia è davvero molto vasto e nessuno, nonostante...
Aziende e Imprese

Come applicare il Metodo del cost to cost

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori che sono dei veri e propri appassionati di finanza, a capire come poter applicare il metodo del cost to cost, nel modo più semplice possibile. Iniziamo subito con il dire che il metodo del...
Finanza Personale

Come creare un buon portafoglio di investimento

Un portafoglio di investimento, detto anche "asset", è l'insieme delle attività finanziarie volte a trarre il massimo profitto da un investimento. In questa guida scopriremo come creare il miglior portafoglio di investimento. Bisogna però tenere presente...
Aziende e Imprese

Come gestire un database fornitori con excel

Excel è un programma della Microsoft, molto utilizzato nei nostri tempi per gestire con estrema efficacia fogli elettronici di calcolo. Excel si adatta particolarmente bene alla gestione di archivi di dati, come dimostrato dalla sua schermata iniziale,...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento con Excel

Quello del rendimento di un investimento è un calcolo finanziario utilizzato per misurare in modo in cui viene investito il denaro, allo scopo di guadagnarne ancora di più. Per calcolare il rendimento di un investimento, bisogna dividere i guadagni...
Finanza Personale

Come Convertire la valuta con Excel

I fogli di calcolo sono molto utili per effettuare facilmente diverse operazioni matematiche, statistiche e finanziarie. Tra queste, una molto utile è la conversione di valute, che spesso è necessario dovere effettuare prontamente. Excel 2007 consente...
Finanza Personale

Come gestire gli investimenti in Borsa con Excel

Tantissime persone al giorno d'oggi, per aumentare i propri guadagni, cercano di puntare tutto sugli investimenti in borsa. Questo da un punto di vista economico/finanziario, può essere anche considerato un lavoro a tutti gli effetti, ma altrettanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.