Il Post

Come calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita stipulate entro il 2000

di Alessandro Caratelli difficoltà: media

Come calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita stipulate entro il 2000Leggi Quando una polizza di assicurazioni sulla vita viene liquidata (per scadenza o per riscatto anticipato), genera un rendimento che deve essere soggetto ad imposta sostitutiva. Il calcolo di tale imposta risente di diverse normative che si sono succedute nel tempo e di conseguenza dipende dal momento in cui si è stipulata la polizza.

1 Se la polizza è stata stipulata entro il 31 dicembre 2000 viene definita di "vecchia fiscalità". In realtà dal 01 gennaio 2012 è in vigore una nuova normativa fiscale che vale per tutti i contratti di assicurazione sulla vita, tranne quelli previdenziali. Tutte le polizze stipulate prima di questa data avranno "doppia fiscalità", la prima valida fino al 31 dicembre 2011 e l'altra per gli anni successivi.

2 Occorre quindi conoscere il controvalore del contratto al 31 dicembre 2011: tale valore è desumibile dagli estratti conto inviati annualmente dalla Compagnia o altrimenti è richiedibile direttamente alla Compagnia stessa che dovrà obbligatoriamente fornirlo al Cliente. Si calcola la differenza tra tale valore e i premi pagati fino a tutto il 2011: tale differenza è il rendimento del contratto, non tutto però assoggettabile ad imposta.

Continua la lettura

3 Per calcolare l'imponibile, infatti, dobbiamo ridurre l'importo del rendimento in funzione degli anni di vita del contratto, definiti "antidurata".  La normativa stabilisce che l'imponibile viene determinato abbattendo il rendimento del 2% per il numero di anni di vita del contratto interi eccedenti il decimo.  Approfondimento Come calcolare l'imposta di bollo nelle polizze di capitalizzazione (clicca qui) Occorre, quindi, per prima cosa calcolare la differenza tra tale antidurata e 10 e poi prenderne la parte intera.  . 

4 Ad esempio, se la polizza viene liquidata dopo 14 anni e 6 mesi, ossia ha 14,5 anni di vita, dobbiamo eseguire la differenza tra 14,5 e 10: otterremo 4,5 ma noi prenderemo in considerazione solo il numero intero 4. Moltiplichiamo ora 4 per 2% ed otteniamo 8%. Ora dobbiamo considerare il rendimento, che assumiamo per esempio pari a 1.000 Euro e moltiplicarlo per 100% meno 8%, ossia 92%. Otterremo 920 Euro e questo sarà l'imponibile del contratto. Tale imponibile dovrà essere moltiplicato per l'aliquota del 12,5%. Nell'esempio otteniamo come risultato 115 Euro di imposta.

5 Occorre poi calcolare la parte di rendimento maturato nel 2012. Occorre eseguire la differenza tra il valore di liquidazione e il controvalore al 31/12/2011 e sottrarre i premi pagati nel corso del 2012. A tale importo viene applicata l'aliquota del 20%. Tale imposta viene sommata "algebricamente" all'imposta di "vecchia fiscalità" per determinare l'imposta totale da pagare. Ciò vuol dire che se in uno dei due periodi fiscali la polizza avesse prodotto un rendimento negativo, esso potrebbe essere "compensato" con quello dell'altro periodo, se positivo.

Come calcolare il TFR Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premio unico Come si calcola il costo medio annuo delle polizze vita Come recedere da una polizza vita

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili