Come calcolare l'adeguamento istat sulle abitazioni locate

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come ogni anno si presenta puntuale l'aumento del canone del nostro appartamento in affitto, vediamo come calcolare l'adeguamento Istat sulle abitazioni locate, di norma i proprietari degli immobili richiedono, l'adeguamento all'indice Istat di riferimento. Ma qual è questo indice, ne esiste più di uno e a volte il locatore sbaglia ad applicare quello di competenza.

27

Occorrente

  • Contratto d'affitto
  • calcolatrice
  • tabella degli indici istat
37

Innanzitutto l'aggiornamento del canone è l'unico modo che ha un proprietario di aumentare l'affitto, è però vincolato da parametri del consumo per le famiglie (indice ISTAT), l'indice di riferimento dell'andamento dei prezzi che serve per l'adeguamento del canone di locazione, (viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale), gli indici di riferimento sono tre: l'indice FOI (prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, al netto dei tabacchi); l'indice NIC (per l'intera collettività nazionale; l'indice IPCA (armonizzato europeo)..

47

I contratti di locazione sono di norma regolati da due differenti leggi, quelli commerciali, in misura non superiore al 75% dell'indice Istatche viene utilizzato quale base per il calcolo dell'adeguamento degli affitti. Gli assegni di mantenimento dovuti al coniuge separato e si riferisce ai consumi dell'insieme delle famiglie che fanno capo ad un lavoratore dipendente operaio o impiegato.

Continua la lettura
57

Continuando, per sapere con esattezza quanto ammonta l'aumento che può richiedere chi ci affitta un'appartamento, il calcolo da fare è il seguente: 75% dell'indice Istat per canone mensile, nuovo importo del canone. (Esempio: a dicembre 2010 l'indice Istat è stato determinato nel 1,90%; il canone d'affitto e pari ad euro 100,00, quindi il calcolo sarà: 75%: 1,90% x 0,75 = 1,425%.
Quindi la formula giusta per calcolare il nuovo canone sarà: vecchio canone x 1,01425 = 100,00 x 1,01425 = 101,425 euro).

67

In conclusione ricordate che l'articolo 41 stabilisce un aggiornamento libero per quelli che hanno un contratto d'affitto diverso da quello abitativo, con una durata di 7 anni più 6. Inoltre i contratti d'affitto 2002 riportavano quasi tutti la dicitura: "A sensi dell'articolo 24 della Legge 27/07/1978 n° 392 (Equo canone) le parti convengono che a decorrere dalla data di inizio della locazione, il costo mensile dell'oggetto locato potrà essere aggiornato in relazione alle variazioni del potere d'acquisto della lira", con l'entrata in vigore della Legge 09/12/1998 n° 431 (patti in deroga), l'articolo 24 Legge 392/1978 è stato ABROGATO.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare l'aggiornamento Istat sull'affitto

Se avete un immobile in locazione, saprete sicuramente che il canone d'affitto di un contratto potrà essere aumentato ad ogni scadenza contrattuale. L'aumento da calcolare è quello riguardante il tasso d'inflazione emanato dall'Istat. Il calcolo di...
Case e Mutui

Come valutare Un Contratto Di Locazione Con La Cedolare Secca

La “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno...
Finanza Personale

Come ottenere il contributo integrativo all'affitto dal comune di Trapani

Il comune di Trapani, eroga ogni anno a favore dei ceti meno abbienti, un contributo economico per far fronte alle varie spese da sostenere e cercare di eliminare il disagio che queste famiglie si trovano ad affrontare. Se siamo cittadini di questo comune...
Finanza Personale

Come calcolare la rivalutazione locazioni

Purtroppo può avvenire che i versamenti dei contratti di locazione richiedono un incremento poiché si riscontra che tali canoni sono soggetti a rivalutazione. Infatti il canone viene sottoposto ad una sorta di revisione ricalcolando i prezzi in base...
Case e Mutui

Come disdire un contratto di affitto senza preavviso

Il contratto di affitto, altresì conosciuto come contratto di locazione, è un accordo scritto tra il proprietario dell'immobile ed un altro soggetto, ovvero l'inquilino, per un determinato periodo di tempo. La sottoscrizione di questo accordo rappresenta...
Finanza Personale

Come preparare e registrare un contratto di affitto

Se si vuole affittare un immobile è consigliabile preparare e registrare il contratto; in questo modo si ha la possibilità di poter essere tutelati da eventuali problemi che possono sorgere. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli...
Case e Mutui

Appartamento in affitto: guida agli svantaggi

Quando ci apprestiamo a sottoscrivere un contratto di locazione, e quindi a ricevere in affitto una casa, ci sono alcuni svantaggi che potrebbero farci agire diversamente, quindi optando per una soluzione alternativa, ovvero di acquistarla. Se ciò non...
Case e Mutui

Come esercitare l'opzione di cedolare secca per gli affitti

In questo articolo, che proponiamo a tutti i nostri lettori, vogliamo cercare di far capire come poter esercitare, nel modo corretto, l'opzione di cedolare secca, per gli affitti.Iniziamo subito con il dire che la materia delle locazioni può apparirci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.