Come calcolare la pensione di un artigiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pensione è un trattamento previdenziale, vita natural durante, che percepisce un soggetto di natura fisica. La pensione nasce e si sviluppa in relazione ad un legame giuridico. Quest'ultimo si fonda su un contratto tra la persona fisica ed un ente o un datore di lavoro. La pensione si corrisponde sia ai lavoratori dipendenti che a quelli autonomi. Entrambe le categorie, per ottenere la pensione, devono versare dei contributi specifici all'ente previdenziale, nell'arco della loro attività di lavoro. La pensione, in caso di decesso del titolare, si corrisponde anche al coniuge vivente, rimodulandone l'importo. A seconda delle categorie dei lavoratori, esistono diversi metodi di calcolo della pensione. Qui di seguito vedremo, in particolare, come calcolare la pensione di un artigiano.

25

Un artigiano è un lavoratore autonomo. Questo tipo di figura, come quella del coltivatore diretto, del mezzadro, del colono e del commerciante, si sottopone ad un regime fiscale similmente a quello dei lavoratori dipendenti. Anche se il lavoratore autonomo ha l'obbligo di affrontarne altri di diversa natura. Infatti il sistema contributivo che si utilizza per calcolare la pensione dei lavoratori, si basa sull'insieme dei contributi dell'intero periodo lavorativo.

35

I contributi si sommano annualmente ed il loro l'ammontare indica la base contributiva complessiva. Ogni anno i versamenti vengono valutati in base al prodotto interno lordo (PIL), in modo da garantire al lavoratore un buon potere d'acquisto della moneta. Successivamente l'importo si moltiplica per il cosiddetto coefficiente di trasformazione. Il risultato sta ad indicare la pensione annua lorda che si percepirà, una volta raggiunta l'età. Il calcolo della pensione dell'artigiano, in sintesi, prevede alcuni passaggi specifici che di seguito ci apprestiamo ad elencare. Innanzitutto per sapere la somma precisa, bisogna individuare il reddito dell'artigiano. Poi si deve calcolare la somma dei contributi annuali versati, moltiplicandoli per l'aliquota del 20%. Infine è necessario definire l'ammontare individuale relativo a ciascun anno. Esso si dovrà inoltre rivalutare in base alla media del PIL, nell'arco di un periodo di 5 anni. Questa variazione viene calcolata dall'Istituto Nazionale di Statistica, a cui gli enti erogatori della pensione fanno riferimento. Oggi, con la nuova legge, il tutto si accorpa in un solo ente previdenziale: l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Continua la lettura
45

L'importo totale della pensione che riceverà l'artigiano, una volta raggiunta l'età, sarà quindi il risultato dell'applicazione del totale contributivo e del coefficiente di trasformazione, sempre in base all'età dell'artigiano. A tal proposito, con le recenti riforme, è consigliabile consultare le tabelle relative all'età pensionabile e alle aliquote da applicare. In questo modo si potrà effettuare un calcolo ben preciso, e soprattutto fedele alla propria situazione lavorativa. Seguendo questa breve guida, ciascun artigiano potrà quindi sapere in anticipo l'ammontare della sua rendita prima di diventare effettivamente un pensionato. http://www.pensionioggi.it/dizionario/gestione-artigiani-e-commercianti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per qualsiasi dubbio, rivolgersi ad un CAF.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Differenza fra sistema retributivo e contributivo per la pensione

Dopo molti anni di duro e intenso lavoro è fondamentale pensare al proprio futuro, e quindi necessariamente alla propria pensione. In Italia esistono due tipi di pensione che variano sulla base di alcuni elementi. Lo scopo principale di questa guida...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la propria pensione

La legge Fornero ha dato vita alla riforma del sistema pensionistico cambiando i criteri in base ai quali prima si calcolava l' importo della propria pensione. Dal 1° gennaio 2012 per calcolare la pensione bisogna basarsi sul sistema contributivo, cioè...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione contributiva

La pensione contributiva è stata introdotta con la cosiddetta riforma Dini, legge n. 335 del 1995, insieme a successivi interventi legislativi n. 449 del 1997 e la successiva riforma Maroni del 2004. Questi interventi hanno cambiato profondamente il...
Previdenza e Pensioni

Come funziona una pensione

La pensione è uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: pensioni che sono slittate più avanti nel tempo, pensioni che alcuni non riescono ad ottenere... Ma che cos'è di preciso una pensione? Essa consiste in una quantità di denaro (una sorta...
Previdenza e Pensioni

Come e quando andare in pensione

Andare in pensione è uno dei traguardi più importanti per qualsiasi lavoratore che si avvicina alla terza età. In Italia, negli ultimi anni sono cambiate molte regole in materia di pensionamento: è stata aumentata l'età pensionabile fino a 67 anni...
Previdenza e Pensioni

Fondi Pensione: cosa sono e come funzionano

Nel 1995 venne varata la “Riforma Dini”. Anche detta “Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare”, essa apportò un profondo cambiamento nel sistema previdenziale italiano. Venne a crearsi una forte differenza in termini di...
Previdenza e Pensioni

Come fare il rinvio della pensione

Con la riforma Fornero il mondo delle pensioni è stato del tutto rivoluzionato e la tanto attesa pensione è ormai un miraggio per molti italiani. Le regole sono tante e sembrano cambiare giorno per giorno, non si capisce bene il criterio adottato e...
Previdenza e Pensioni

5 modi per andare in pensione

Alla fine della propria carriera lavorativa un comune lavoratore ha diritto alla pensione. Negli anni le normative a riguardo hanno subìto diverse modifiche, alcune sensibili, altre lievi. Nel recente Jobs Act sono presenti alcune regolamentazioni riguardo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.