Come calcolare la pensione di reversibilità

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La reversibilità è una prestazione previdenziale, che spetta ai familiari della persona che durante la vita era già titolare di pensione. Quest'ultima potrà essere richiesta se il deceduto prendeva già una pensione di disabilità o anzianità se al momento della morte, aveva versato 15 anni di contributi minimi. In questo tutorial di oggi vi vogliamo spiegare nella maniera più semplice possibile, come calcolare la pensione di reversibilità.

24

La procedura dei contributi

Dovrete sapere prima di tutto, che nel caso dove la persona deceduta non ha maturato i contributi facendo ottenere ai parenti la pensione di reversibilità, i familiari aventi diritto, dovranno ricevere un'indennità una tantum, (in genere quattro volte all'anno). Essa dovrà essere calcolata in base all'assegno sociale mensile moltiplicandolo per gli anni dove il defunto ha maturato i contributi propri, sempre che rientri nei cinque anni prima la data del decesso.

34

Le ripartizioni e la documentazione occorrente

Per ottenere la pensione di reversibilità occorre compilare la domanda. Vi dovrete recare presso un ufficio INPS a cui apparterrete, o anche un Patronato, ma la potrete anche mandare online mediante il sito INPS. In base alla Legge numero 355/95, le quote di previdenza che spetteranno, saranno in questo modo ripartite: al coniuge il 60%, coniuge e un figlio o due figli l'80%, soltanto un figlio o nipote il 70%, coniuge con due o più figli il 100%. La pensione di reversibilità è soggetta quindi a riduzioni del 25% se il beneficiario prende altri redditi, che sono superiore a tre volte il trattamento minimo annuo del fondo pensionistico, riservato ai lavoratori dipendenti. La documentazione che dovrete allegare alla domanda sarà la seguente: stato di famiglia alla data della morte, il certificato di morte, la dichiarazione dei redditi e modalità con cui ricevere il pagamento, cioè posta o banca. Se la domanda verrà presentata dal coniuge divorziato oppure separato, dovrà essere allegata la sentenza di separazione o quella di divorzio. Se viene invece presentata dai figli che ancora frequentano la scuola, occorrerà anche presentare l'attestato di frequenza.

Continua la lettura
44

A chi spetta la pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità spetta al coniuge anche se separato consensualmente, siccome gli sia stato riconosciuto l'assegno o divorziato, di mantenimento, e non risposato e titolare dell'assegno alimentare versatogli dall'ex coniuge. La pensione di reversibilità, inoltre, in certi casi spetta anche ai figli, se sono minorenni e se non lavorano, oppure se sono inabili a questa funzione. Ai figli nati dopo la morte del genitore (entro 35 giorni), inoltre spetta la pensione di reversibilità, però con delle aliquote ben definite determinate dall'ente previdenziale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Sistema previdenziale: quali pensioni sono reversibili

Con il termine "sistema previdenziale" si intende l'insieme degli ordinamenti e delle legislazioni che hanno la funzione di permettere a tutti i cittadini un dignitoso tenore di vita. Esso viene sostenuto sia da un ente pubblico che da un privato. Il...
Previdenza e Pensioni

Le tipologie di pensione previste dall'INPS

Districarsi tra le tipologie di pensione previste dall'INPS non è impresa facile.Se abbiamo bisogno di informazioni ci sono varie strade: telefonare ad un numero verde che è gratuito ma che richiede sempre tempi biblici prima di fornire una risposta...
Previdenza e Pensioni

I 5 vantaggi della pensione integrativa

La pensione integrativa, è un modo per potersi creare un vero e proprio fondo previdenziale personale in più oltre alla pensione comune e obbligatoria che spetta al termine del servizio lavorativo prestato per determinati anni. La pensione integrativa...
Previdenza e Pensioni

Come far richiesta per la pensione supplementare

La pensione supplementare è una pensione che va ad aggiungersi alla pensione principale e, si ottiene quando i contributi che sono stati versati al'Inps non sono sufficienti per poter avere una pensione autonoma. Tuttavia è una pensione che spetta....
Previdenza e Pensioni

Come investire in un conto pensione

Al termine del proprio percorso lavorativo la pensione può essere appena sufficiente per vivere. Per arrivare alla fine del rapporto di lavoro in serenità può essere utile un conto pensione. Investire in un conto pensione può garantire un miglior...
Previdenza e Pensioni

Come Ottenere La Totalizzazione Dei Contributi Di Diverse Gestioni Pensionistiche

Soprattutto al giorno d'oggi capita di lavorare per aziende differenti, come dipendente e come libero professionista e questo comporta che si versino contributi in diverse casse, gestioni o fondi previdenziali. Per chi non lo sapesse è possibile richiedere,...
Previdenza e Pensioni

Come funziona una pensione

La pensione è uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: pensioni che sono slittate più avanti nel tempo, pensioni che alcuni non riescono ad ottenere... Ma che cos'è di preciso una pensione? Essa consiste in una quantità di denaro (una sorta...
Previdenza e Pensioni

Cos'è e come si ottiene il modello RED

L'universo del fisco è un ambiente per certi versi oscuro ed insidioso. Le scadenze e gli adempimenti sono molti e non sempre è facile districarsi nei vari meandri della burocrazia che riguarda questo particolare campo. Ed allora eccoci a fare chiarezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.