Come calcolare l'interesse composto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ricavare l'interesse composto ha una sua utilità pratica di tutta evidenza. L'interesse semplice, infatti, che tutti conosciamo come il costo del denaro, si aggiunge ad un capitale iniziale e va riscosso al termine di un certo periodo stabilito. L'interesse composto invece è quello che non si riscuote, ma va semplicemente ad aumentare il capitale, divenendo anch'esso produttivo di interessi. In altri termini, l'interesse composto è l'ammontare degli interessi relativi all'investimento di un euro dopo un numero determinato di periodi a un tasso d interesse concordato per ogni periodo. Volete perciò ricavarlo? Niente paura, questa guida fa certamente al caso vostro! Infatti, con pochi e semplici passaggi ma soprattutto con i miei infallibili consigli, vi spiegherò nella maniera più chiara possibile come calcolare l'interesse composto.

24

A seconda del tipo di operazione cambia anche il tipo di interesse composto ed il modo di calcolarlo. Esiste l' interesse composto discontinuo annuo, l'interesse composto discontinuo convertibile e l'interesse composto continuo (detto anche interesse composto matematico). Si ha qualche lieve differenza tra un caso e l'altro. Nel primo caso gli interessi maturati vengono aggiunti al capitale che il ha prodotti solo una volta all'anno. Nel secondo caso la maturazione degli interessi viene calcolata diverse volte (ma comunque sempre in periodi stabiliti) nel corso di un unico anno. Il terzo caso ha soprattutto delle applicazioni teoriche nel campo della matematica finanziaria. Di fatto, nel caso di interesse composto continuo, gli interessi si potrebbero convertire in capitale praticamente in ogni istante.

34

Per capire meglio come calcolare l'interesse composto, veniamo ora alle applicazioni pratiche. Vi fornirò un facile esempio in modo che chiunque possa utilizzarlo. Supponete di disporre di un capitale iniziale pari a mille euro. Il capitale frutta un interesse di Y% e tale interesse è calcolato su base annua. Per sapere quale sarà il valore dell'investimento dopo X anni, basta applicare una semplice formula di calcolo che è la seguente: (1) IV=CP (1+Y)^X. IV è il valore dell'investimento dopo X anni, mentre CP è il capitale iniziale. Y è espresso in forma percentuale, cioè 0,04 indica un tasso del 4%. Il simbolo ^ è il simbolo di elevamento a potenza.

Continua la lettura
44

È utile anche applicare la formula inversa per calcolare l'interesse composto Y di un investimento che nel momento attuale (e sempre al netto dell'inflazione) vale IV a fronte di un certo capitale CP che è stato investito per X periodi un certo numero di anni fa. La formula è (2) Y=(IV/CP)^(1/X)-1. Supponete che questo investimento sia però, al netto dell'inflazione. Perché altrimenti mille euro investiti cinque anni fa oggi avrebbero il valore di mille e quattrocento euro se calcoliamo la svalutazione. Inserendo la formula (2) in un foglio Excel si ha immediatamente il risultato che il rendimento è stato del 6,96%.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il rendimento dei buoni fruttiferi postali

I Buoni fruttiferi postali (BFP) rappresentano una forma di risparmio sicura e flessibile, offrendo al risparmiatore la possibilità di disinvestire in qualsiasi istante con la totale garanzia del capitale investito, maggiorato degli interessi nel frattempo...
Finanza Personale

Come Calcolare Il Tasso Interno Di Rendimento Di Un Investimento

Capita a tutti di decidere di effettuare un investimento, ma come tutte le scelte da prendere con in ballo il denaro, si vorrebbe avere un certo grado di sicurezza prima di investire tempo e risorse. Un modo per stabilire questo grado di sicurezza, è...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi composti

Per "interesse" in economia finanziaria si intende il corrispettivo ottenuto da un importo concesso in prestito per un periodo di tempo determinato. Differisce dall'interesse semplice poiché, aggiungendosi al capitale originario, genera anch'esso altro...
Banche e Conti Correnti

Come valutare un fondo d'investimento

Quando abbiamo alcuni risparmi (pochi o molti), pensiamo spesso a come spenderli od a come investirli per farli fruttare al meglio e ricevere una percentuale dalle nostre fatiche guadagnate e sudate. Così pensiamo di aprire un fondo di investimento....
Aziende e Imprese

Come calcolare il valore attuale netto di un investimento annuale

Ciascuna persona che decide di investire il proprio denaro dovrebbe conoscere bene alcuni valori davvero rilevanti da tenere in considerazione, tra cui il "Valore Attuale Netto" (VAN). Quest'ultimo si ottiene facendo la sottrazione tra il valore attuale...
Aziende e Imprese

Come determinare il valore di un investimento con il META

Il cosiddetto Metodo dei Tassi Attualizzati (il cui acronimo è "META") consente di ricavare il Valore Attuale Netto (VAN) di un qualunque investimento, utilizzando i tassi d'interesse denominati Tasso Interno di Rendimento (TIR) e Costo del Capitale...
Finanza Personale

Come investire limitando i rischi

Il momento di crisi ed incertezza economica che siamo costretti a subire negli ultimi anni, porta inevitabilmente i singoli risparmiatori a valutare tutte le possibilità di investimento più sicure. Riuscire ad investire i propri risparmi in assoluta...
Banche e Conti Correnti

I pro e i contro del conto deposito

Il conto deposito è uno strumento di investimento che permette di depositare somme su un conto corrente, e di ottenere una rendita molto elevata a zero rischi. Viene definito anche conto liquidità e può essere associato ad un nuovo conto corrente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.