Come calcolare l'indennità di malattia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'indennità di malattia è un risarcimento in denaro riconosciuto ai lavoratori quando questi sono impossibilitati, a causa di una malattia, ad assolvere ai loro doveri lavorativi. L'indennità di malattia è a carico dell'INPS e non è un diritto di tutti lavoratori. Sono infatti esclusi lavoratori autonomi e coloro che svolgono lavori come: portiere, dirigente, collaboratori domestici, ed altri. L'assenza da lavoro è giustificabile con cause morbose per un tempo massimo annuo. Questo è determinato dal tipo di lavoro che si svolge, mediamente è di 180 giorni annui. Bisogna però saper calcolare l'indennità che ci spetta. In questa guida ci occuperemo proprio di questo. Vediamo come fare.

27

L'indennità può essere a carico del datore di lavoro, quindi senza sussidio dell'INPS. Se questo è il vostro caso allora calcolare l'indennità risulta molto facile. Infatti l'indennità che vi spetta è pari alla retribuzione mancante dovuta ai giorni di malattia. Se invece, l'INPS deve erogare un risarcimento, bisogna considerare la seguente formula. La formula è: percentuale di retribuzione media giornaliera moltiplicata per le giornate indennizzabili.

37

Nel caso degli impiegati, il calcolo si effettua facendo la somma delle retribuzioni lorde del mese precedente ai ratei dei mensilità aggiuntive, dividendo tutto per 30. Queste retribuzioni non sono altro che la tredicesima e l'eventuale quattordicesima. Per gli operai, invece, si procede diversamente. Il calcolo si fa dividendo la retribuzione lorda del mese precedente per le giornate retribuite. Questo valore si somma ai ratei di mensilità aggiuntiva che si divideranno per 25.

Continua la lettura
47

L'indennità a carico dell'INPS è esente da contribuzione. Pertanto, in assenza di indicazioni precise, un lavoratore con malattia può percepire una retribuzione netta maggiore di un lavoratore attivo tutto il mese. Per evitare questo inconveniente, esiste la "lordizzazione", che considera l'incidenza della retribuzione in relazione all'indennità. Questi sono i modi per calcolare l'indennità di malattia.

57

Si ricorda infine, che la base dell'indennità della malattia, può anche essere determinata da un reddito settimanale. Il reddito settimanale è calcolato utilizzando il reddito medio settimanale del dipendente durante un certo periodo prima che lui acquisisca il congedo per malattia. Se il dipendente ha fissato l'orario di lavoro e viene pagato a ore la sua indennità di malattia è calcolata sulla base delle ultime quattro settimane. Se il dipendente percepisce uno stipendio mensile, l'indennità è calcolata sulla base dello stipendio del mese scorso. Se il dipendente ha periodi di lavoro variabili o di reddito, il calcolo si basa su un periodo rappresentativo più lungo e si avranno più rimborsi delle spese destinate a coprire le spese.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se siete lavoratori autonomi rivolgetevi all'ENPAP
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

Come comunicare la malattia all'INPS

Quando un lavoratore dipendente viene colpito da una qualsiasi malattia, e quindi si trova impossibilitato a svolgere la sua normale attività lavorativa, ha diritto ad un'indennità riconosciuta dall'INPS, il quale si fa carico di parte della retribuzione...
Lavoro e Carriera

Come presentare domanda per l'indennità di disoccupazione

Chiunque abbia cessato un rapporto lavorativo da dipendente, e abbia accumulato 52 settimane contributive di lavoro nel biennio che precede la data di cessazione del rapporto di lavoro, potrà presentare la domanda per l'indennità di disoccupazione....
Aziende e Imprese

Come trattare in contabilità l'indennità di preavviso

Oggi parleremo di contabilità e di indennità di preavviso, in questa guida. Come voi lettori e lettrici -probabilmente- ben saprete, l’istituto del preavviso tutela il soggetto che, all'interno dell’ambito del recesso di un contratto di lavoro a...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la disoccupazione agricola

La disoccupazione agricola è un'indennità, riconosciuta dall'Inps, che spetta ai lavoratori agricoli a tempo determinato regolarmente iscritti negli elenchi nominativi degli operai agricoli che, per un motivo specifico, perdono il lavoro. Dopo la recente...
Previdenza e Pensioni

Come chiedere l'indennità di invalidità per i dipendenti pubblici

Se siamo dipendenti pubblici e abbiamo subito un infortunio che non ci permette di svolgere la nostra attività, dobbiamo sapere che esiste una procedura che ci consente di ottenere l'invalidità permanente, ovviamente sempre nel caso in cui ci siano...
Lavoro e Carriera

Come ottenere un indennizzo di disoccupazione

Sempre più italiani perdono il posto di lavoro perché l'azienda chiude o dimezza il personale, specie in questo periodo che non lascia vie d'uscita. Comunque non bisogna disperare perché in questi casi si ha la possibilità di avere un sostegno al...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.