Come calcolare il valore catastale

di Gaetano Ciaramitaro tramite: O2O difficoltà: facile

Il valore catastale o valore fiscale di un immobile, rappresenta la base di calcolo per il pagamento di diverse imposte, quali: imposte di successione, imposte di donazione e imposte di registro, ipotecarie e catastali (in caso di acquisto di immobili ad uso abitativo e relative pertinenze - ovvero il “prezzo valore”). Il valore catastale è utilizzato anche come riferimento per determinare il valore minimo annuo del canone di locazione che per legge non può essere inferiore al 10% del valore catastale calcolato. Il valore catastale non è il valore commerciale o di mercato di un immobile. Per ottenere quest'ultimo è indispensabile effettuare una stima immobiliare o una quotazione immobiliare. In questa semplice e veloce guida vi spiegherò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come calcolare il valore catastale.

1 Per poter calcolare il valore catastale dovrete farvi dare dal venditore o dall'agente immobiliare che vi sta eventualmente seguendo nella compravendita, la rendita catastale, dell'appartamento, del box, della cantina e di qualsiasi altro accessorio stiate acquistando. Per determinare il valore catastale moltiplicate quindi la rendita catastale per un coefficiente, che varia a seconda della categoria catastale in cui si trova l'immobile che dovete acquistare.

2 I coefficienti che quindi vi sono utili ai fini di questa guida sono quello per la prima casa e per le relative pertinenze (una per tipo, e quindi un solo appartamento, un solo box, una sola cantina, ecc), che si applica agli immobili censiti nella categoria A (ad eccezione degli A/10, A/1 e A/8) e quelli nella categoria C (ad eccezione del C/1) che è pari a 115,50, quello per gli immobili a destinazione abitativa e relative pertinenze non agevolabili prima casa (oltre che per gli A/1 e A/8) che è pari al 126.

Continua la lettura

3 Adesso vi fornisco un esempio pratico.  Se avete firmato un preliminare per l'acquisto della prima casa, che si articola in un appartamento con annessa cantina (con rendita catastale di euro 124,50) e due box (rendita catastale di euro 85,50 ciascuno), dovete sommare le rendite agevolabili (210,00 euro) e mantenere separata la rendita del secondo box.  Approfondimento Come si calcola la rendita catastale per il pagamento dell’imu (clicca qui) La somma delle rendite agevolabili (euro 210,00) moltiplicatela per 115,50: otterrete così un valore catastale di euro 24.255,00 ai fini della tassazione agevolata, mentre per il secondo box moltiplicate la rendita per 126 (euro 85,50 x 126= 10.773,00), ed otterrete cosi' il valore catastale dell'immobile da assoggettare a tassazione ordinaria.

Come si calcola la rendita catastale degli immobili Come si determina la rendita catastale Requisiti per abbassare la rendita catastale di un'abitazione Come leggere una mappa catastale

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. ATTENZIONE: tale contributo NON può essere in alcun modo considerato appello al pubblico risparmio e\/o sollecitazione all’investimento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli