Come Calcolare Il Tri

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Quando si parla di TRI, ci si riferisce al Tasso di Rendimento Immediato, derivante dal rapporto tra i frutti periodici di un investimento ed il capitale che è stato investito. Per rendimento, si intende, infatti, in economia come in fisica: il rapporto fra l'energia ottenuta in forma utile e quella spesa; con la differenza che, in economia, 'energia' sta per capitale, denaro, profitto o come preferite chiamarlo.
Il TRI, dunque, calcola il rendimento delle obbligazioni a tasso fisso e può essere utilizzato sia per i titoli con cedole semestrali che annuali. Non è sicuramente facile da calcolare senza qualche nozione di base. Qui di seguito, riportiamo qualcuna di queste nozioni e proviamo a spiegarvi come fare per calcolare il TRI.

29

Occorrente

  • Dimestichezza coi calcoli
39

Prima di passare alla spiegazione delle operazioni da svolgere per calcolare il TRI, è importante chiarire alcuni concetti chiave, la cui conoscenza è essenziale per comprendere il passo successivo. Innanzitutto, quando si parla di Cedola, si intende la quota riguardante gli interessi che sono maturati sul valore delle obbligazioni; il Corso Secco, invece, si riferisce al prezzo dell'obbligazione al momento dell'acquisto con riferimento solamente alla quota capitale.

49

Chiariti questi concetti indispensabili, vediamo finalmente come procedere per il calcolo effettivo del Tasso di Rendimento Immediato. La formula generale da applicare prevede che si divida il valore della Cedola per quello del Corso Secco (espresso sempre in forma percentuale) e quindi: (Cedola/Corso Secco) x100. Di seguito i casi più specifici.

Continua la lettura
59

Nel caso, ad esempio, di cedola semestrale, il calcolo del TRI semestrale è: Cedola semestrale/corso secco (in forma percentuale). Il relativo TRI annuale è uguale a: (1+TRI semestrale) elevato al quadrato; -1, invece, se si applica la capitalizzazione composta; o ancora, TRI semestrale per 2 se si applica la capitalizzazione semplice. Vediamo ora, nel passo successivo, come calcolare il TRI con un esempio pratico.

69

Analizziamo il caso di un BTP (Buono del Tesoro Poliennale) con Valore Nominale pari a 100 %u20AC, corso secco pari a 101,75%u20AC e Cedola semestrale di importo pari al 2,5% del valore nominale. Allora: calcola per prima cosa il TRI semestrale, Cedola semestrale/corso secco in %. La cedola semestrale si ottiene moltiplicando 2,5% per il valore nominale (100%u20AC), ed è quindi pari a 2,5%u20AC. Il TRI Semestrale è pari a 2,5%u20AC/101,75%u20AC ovvero 2,475%. Con la capitalizzazione semplice si avrà quindi TRI annuale = a 2 per 2,475%, ovvero 4,914%. Con la capitalizzazione composta si avrà (1 più 2,475%) alla seconda -1. Ovvero 4,974%.

79

In buona sostanza possiamo affermare che il TRI, indica la redditività finanziaria di un investimento. In parole povere, ci dice se un investimento può essere proficuo o meno. Tuttavia questo metodo di calcolo presenta dei limiti, come il fatto che non tiene in considerazione il valore netto in corso, ma si serve solo del valore percentuale del rendimento.

89

Guarda il video

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come Trasformare Un Tasso D'Interesse Annuale In Semestrale Con L'Interesse Semplice

Quando si sente parlare di tassi d'interesse non si pensa generalmente al periodo a cui questi fanno riferimento. Normalmente, per convenzione infatti, si tratta di tassi annuali. Tuttavia un tasso può far riferimento anche ad un periodo diverso, ad...
Finanza Personale

10 cose da sapere sulle obbligazioni

Il mercato finanziario è un mondo ai più sconosciuto e pieno di pericoli. Lo scopo di questa guida è quello di avvicinare gli individui non proprio esperti in materia, al più specifico mercato delle obbligazioni. Vediamo, quindi, le 10 cose da sapere...
Banche e Conti Correnti

I titoli a cedola fissa

I titoli a cedola fissa sono un investimento non molto flessibile; essi, però, sono sicuri in quanto ci danno la possibilità di calcolare con certezza il tasso di interesse reale. In questo modo riusciamo anche a sapere l'interesse che è maturato al...
Finanza Personale

Come Calcolare Il Tret

Le obbligazioni (chiamate anche bond) rappresentano un titolo di credito nel mercato. In parole povere sono dei prestiti che i compratori fanno ai venditori (per esempio una società o un ente pubblico), retribuiti con interessi (che maturano nel tempo)...
Banche e Conti Correnti

Come Trasformare Un Tasso Semestrale In Annuale Con L'Interesse Composto

Quando si sente parlare di "tassi d'interesse" capita di domandarsi a che periodo di tempo quei tassi di interesse facciano riferimento. Per convenzione, i tassi d'interesse sono generalmente annuali, ma possono anche essere semestrali, mensili, a lungo...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento delle obbligazioni

L'obbligazione è un titolo di credito emesso da una società o ente pubblico che attribuisce al possessore il diritto al rimborso del capitale a scadenza, maggiorato di un interesse. Solitamente, il rimborso del capitale avviene in un'unica soluzione,...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il rendimento dei buoni del tesoro

Buoni del Tesoro sono la differenza tra il prezzo di acquisto e il valore nominale. Il tasso di rendimento è calcolato dividendo la differenza per il prezzo di acquisto; il risultato è un tasso percentuale annuo. Ad esempio, un prezzo di 990,13 euro...
Finanza Personale

Obbligazioni a tasso fisso: 5 cose da sapere

Le obbligazioni sono uno strumento attraverso il quale un soggetto (definito obbligazionista) esegue un'operazione di finanziamento a titolo di prestito (a titolo di mutuo, secondo il diritto privato). L'obbligazionista è perciò un creditore dell'ente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.