Come calcolare il rimborso Irpef sulle spese sanitarie e assicurative

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'aggravio fiscale che le famiglie italiane sono costrette a pagare sotto forma di tasse è davvero elevato, ragion per cui è sempre bene poter detrarre dalle tasse delle spese. Ci sono diversi servizi che si possono detrarre, ma le spese che occupano una grossa fetta sono quelle sanitarie ed assicurative. In realtà ciò che si ottiene è un rimborso da parte dell'IRPEF delle tasse pagate. Ottenere tale rimborso non è complicato, ma come si fa per calcolare a quanto ammonta? Se avete questo dubbio allora questa è la guida che fa al caso vostro. Oggi infatti vi spiegheremo come calcolare il rimborso IRPEF sulle spese sanitarie e assicurative. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Scontrini fiscali
37

Calcolare il rimborso delle spese sanitarie

La dichiarazione dei redditi consente di ottenere un recupero, tramite l'analisi e l'utilizzo di varia documentazione, delle spese sostenute nell'anno precedente della stessa. Gli scontrini della farmacia come le fatture delle spese specialistiche, le ricevute dei ticket o le fatture in generale consentono a tutti questi costi di essere detratti con l'IRPEF in una misura in percentuale pari al 19%, percentuale che può variare a seconda della legge dello Stato. Le suddette spese entrano a far parte degli oneri detraibili e vanno riportate all'interno del quadro E del modello 730. La detrazione consiste nel sommare tutte le spese sostenute in corso d'anno, nel sottrarre la franchigia e calcolare il 19% sul risultato ottenuto.

47

Quali spese sanitarie detrarre

Le spese detraibili all'IRPEF, a livello sanitario, riguardano svariati settori. All'interno di questi troviamo le visite mediche, sia a livello generico che a livello specialistico. Le visite mediche possono essere di vari generi come anche medicina omeopatica. Si potranno inoltre detrarre gli esami clinici, le analisi e le radiografie; gli interventi chirurgici e le relative degenze ospedaliere; i medicinali classici, omeopatici e le preparazioni galeniche; i dispositivi medici acquistati o noleggiati; i dispositivi medici diagnostici come i contenitori campioni per analisi e i test di gravidanza; l'assistenza infermieristica e riabilitativa e i trattamenti di psicoterapia, logopedia, le prestazioni di educatori professionali e la psicomotricità.

Continua la lettura
57

Detrarre le spese assicurative

Inoltre potranno essere scaricate, a livello IRPEF, anche le spese assicurative di vario genere. I cittadini italiani potranno quindi detrarre le spese assicurative sulla vita o le spese assicurative sugli infortuni, purché le stesse siano state stipulate, con la propria compagnia di preferenza, prima dell'anno 2011, ossia prima del 31 dicembre 2000. Tali spese dovranno essere sempre calcolate con una percentuale pari al 19% e con un limite massimo di detrazione di 1291,14 euro all'interno del proprio modulo della detrazione 730.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il rimborso Irpef dal Cud

Ogni anno il lavoratore dipendente sa che riceverà dal datore di lavoro il CUD. Il CUD permette di fornire una certificazione sui propri redditi. Dal modello CUD è possibile calcolare il rimborso IRPEF. L'IRPEF è un'imposta diretta sui redditi dei...
Finanza Personale

Consigli per calcolo del rimborso Irpef sulle spese di ristrutturazione

Le spese per le ristrutturazioni edilizie possono essere portate in detrazione dal valore reddituale su cui viene calcolato l'Irpef (imposta sul reddito persone fisiche). Un’agevolazione introdotta nel 1997 e che in seguito ha ricevuto varie modifiche,...
Richieste e Moduli

Spese mediche: come funzionano le detrazioni

Con la dichiarazione dei redditi che effettuiamo ogni anno è possibile detrarre le spese mediche. Molti sono coloro che affidano le proprie pratiche al commercialista di fiducia senza interessarsi veramente al meccanismo alla base del famoso modello...
Finanza Personale

Come detrarre l'irpef per le spese di ristrutturazione

Le spese di ristrutturazione degli immobili consentono, già dal 1998, di detrarne una quota ai fini del pagamento dell'irpef in dichiarazione dei redditi con il decreto sviluppo e decreto Stabilità tese alla semplificazione nella comunicazione da fare...
Case e Mutui

Come detrarre le spese del mutuo per la prima casa

Grazie a questo articolo, che abbiamo deciso di proporvi, saremo in grado di capire per bene, come poter detrarre, le spese del mutuo per la prima casa. La prima cosa che dobbiamo ricorda, in questo ambito di mutui bancari, è che comprare casa è da...
Finanza Personale

Come detrarre le spese sanitarie

Con il sempre più crescente costo della sanità, si dovrebbe essere sempre vigili nella ricerca di possibilità per rivendicare le agevolazioni fiscali per le spese mediche. Ogni cittadino contribuente può potenzialmente richiedere una detrazione delle...
Case e Mutui

Come detrarre le spese per la ristrutturazione della prima casa

Per chi avesse un'abitazione principale e volesse ristrutturarla può beneficiare delle agevolazioni fiscali governative e usufruire di una detrazione pari al 50% su una spesa massima consentita di 96.000,00 euro (a unità immobiliare) se la ristrutturazione...
Richieste e Moduli

Guida alle detrazioni fiscali per la sostituzione di una porta blindata

Guida alle detrazioni fiscali per la sostituzione di una porta blindata, secondo gli aggiornamenti più recenti dell'Agenzia delle Entrate. Le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie sono in atto da alcuni anni e riguardano quei lavori di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.