Come calcolare il rendimento delle obbligazioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'obbligazione è un titolo di credito emesso da una società o ente pubblico che attribuisce al possessore il diritto al rimborso del capitale a scadenza, maggiorato di un interesse. Solitamente, il rimborso del capitale avviene in un'unica soluzione, alla scadenza del valore nominale, mentre gli interessi sono liquidati periodicamente. Esistono diversi tipi di obbligazioni: convertibili, a tasso fisso, a tasso variabile, zero-coupon, strutturate, perpetue; tutte rappresentano un investimento abbastanza sicuro anche se non totalmente privo di rischi. I due elementi principali nel momento in cui si sceglie di acquistare un'obbligazione sono l'affidabilità dell'emittente ed il rendimento effettivo del titolo. Nella guida che segue vedremo alcuni consigli utili su come calcolare il rendimento delle obbligazioni.

26

Occorrente

  • Denaro da investire in obbligazioni
36

Eseguire il calcolo

Innanzitutto bisogna precisare che nel caso d'investimenti in obbligazioni a tasso variabile non sarà possibile eseguire calcoli definitivi, ma se i titoli sono a tasso fisso, potremo calcolare il rendimento mediante un calcolo matematico. I dati da tenere in considerazione sono il prezzo di emissione, il prezzo di acquisto, le cedole, il valore di rimborso, le commissioni di acquisto ed il carico fiscale. Il rendimento è dato dalla somma tra la cedola annuale netta, diminuita della ritenuta del 12,5%, e l'utile (o perdita) in conto capitale (differenza tra il valore di rimborso e il prezzo di acquisto), al netto delle tasse; quest'ultimo, diviso per il numero di anni alla scadenza. Dividiamo il tutto per il prezzo d'acquisto, maggiorato delle commissioni, e moltiplichiamo per 100. La formula finale sarà quindi la seguente: R = [(C + (U / A)] / Pz * 100.

46

Calcolare la cedola

Facciamo un esempio: prendiamo in considerazione un'obbligazione con cedola annuale pari al 5%, emessa a 95 e acquistata a un prezzo di 92, quattro anni prima della scadenza. Alla scadenza, viene rimborsata a 100. Per calcolare la cedola netta dovremo tener conto dell'imposta pari al 12,5%. Quindi C è pari a: 4,38 = 5 * (1 - 0,125). Al prezzo di acquisto vanno aggiunte le commissioni che applica la banca che supponiamo siano pari all'1%. Da ciò deriva la considerazione che Pz è pari a: 92 + 1 = 93.

Continua la lettura
56

Applicare la ritenuta

Sulla differenza tra il valore di rimborso e il prezzo di emissione, andrà applicata la ritenuta del 12,5%. Il titolo, quindi, non viene rimborsato a 100 ma a 99,37 = 100 - [(100 - 95) * 0,125]. Calcoliamo, poi, il guadagno netto in conto capitale, applicando l'imposta del 12,5% sulla differenza tra il valore di rimborso netto ed il prezzo di acquisto. U sarà quindi pari a: 6,45 = (99,37 - 92) * (1 - 0,125). A questo punto potremo applicare la formula: [(4,38 + (6,45 / 4)] / 93 * 100 = 6,44. Otteremo, nel caso portato come esempio, un rendimento del 6,44%.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Investire in obbligazioni ha un basso margine di rischio, ma è sempre bene valutare, attentamente, l'affidabilità dell'emittente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

10 cose da sapere sulle obbligazioni

Il mercato finanziario è un mondo ai più sconosciuto e pieno di pericoli. Lo scopo di questa guida è quello di avvicinare gli individui non proprio esperti in materia, al più specifico mercato delle obbligazioni. Vediamo, quindi, le 10 cose da sapere...
Finanza Personale

Obbligazioni strutturate: 5 cose da sapere

Le obbligazioni strutturate sono emesse da istituzioni finanziarie. Ce ne sono diversi tipi, ognuna con le proprie caratteristiche. Il funzionamento di tali obbligazioni porta ad una certa complessità, per questo motivo è essenziale per l'investitore...
Finanza Personale

Obbligazioni subordinate Lower Tier II: 5 cose da sapere

Quando si parla di investimenti monetari, non si può fare a meno di includere le famose obbligazioni subordinate: di cosa si tratta precisamente? Sono delle obbligazioni che hanno una cedola periodica con una scadenza inesistente o molto lontana nel...
Finanza Personale

Come investire in obbligazioni

Volete imparare ad investire in obbligazioni ma non sapere proprio da dove cominciare. Nei passi della seguente guida verrà fornita una panoramica di base del processo di questo tipo di investimento. Investire in obbligazioni significa effettuare degli...
Finanza Personale

5 cose da sapere sulle obbligazioni subordinate

All'interno del panorama finanziario, ci sono diverse tipologie di titoli, aventi caratteristiche tra loro differenti. Tra questa moltitudine di tipologie, esistono anche le obbligazioni subordinate, che saranno l'oggetto della nostra guida. Infatti,...
Finanza Personale

Come Calcolare Il Tres

In ambito finanziario il TRES è un parametro fondamentale. Esso, infatti, è in grado di quantificare la redditività di un investimento in titoli di debito, sia nel breve che nel lungo periodo. Il TRES eguaglia il prezzo versato per acquistare dei titoli...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento dei buoni fruttiferi postali

I Buoni fruttiferi postali (BFP) rappresentano una forma di risparmio sicura e flessibile, offrendo al risparmiatore la possibilità di disinvestire in qualsiasi istante con la totale garanzia del capitale investito, maggiorato degli interessi nel frattempo...
Richieste e Moduli

Come disinvestire le obbligazioni non scadute

Quando si parla delle obbligazioni (bond), si fa riferimento agli investimenti caratterizzati da una specifica durata: essi rappresentanti una parte di debito acceso da un'azienda o un Ente Pubblico per il suo finanziamento e intendono assicurare all'acquirente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.