Come calcolare il reddito equivalente per l'università

di Daniele Mastrogiovanni tramite: O2O difficoltà: media

Tutte le università statali, dopo aver effettuato l'immatricolazioni, richiedono il versamento delle tasse. Le tasse da pagare sono divise in due trance durante l'anno accademico. La prima tassa è uguale per tutti gli studenti, mentre la seconda si basa sul reddito ed è quindi differente da studente a studente. C'è bisogno quindi di una stima del reddito del nucleo familiare di appartenenza. Dovrete compilare un modulo nel quale vi saranno richiesti i dati personali, l'ISEE e il reddito attuale. Questo modulo dovrà essere ricompilato ogni anno, dal momento che l'ISEE ha scadenza annuale. Vediamo come fare per calcolare il reddito equivalente per l'università.

Assicurati di avere a portata di mano: dichiarazione dei redditi

1 In generale per reddito equivalente si intende la somma complessiva dei redditi di tutti i componenti del nucleo familiare, al netto dell'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), incrementato del 20% del valore complessivo del matrimonio, con l'esclusione della prima casa. Per capire meglio il concetto di reddito equivalente utilizziamo un esempio:.

2 vanno considerati vari elementi: ossia il reddito complessivo, quindi, la somma di tutto ciò che produce reddito, dato da tutto ciò che si possiede (casa, seconda casa, auto..ecc); da qui si somma: il reddito ottenuto dal lavoro o dalla pensione, il reddito dominicale ed agrario dei terreni, reddito dei fabbricati, redditi di impresa, ecc; da questa somma in seguito vanno sottratte le agevolazioni fiscali che spettano per legge, giunti a tale punto si ottiene il reddito imponibile su cui vengono calcolate le percentuali di IRPEF. In base alla percentuale stimata si rientra in fasce stabilite, con tetti massimi e minimi imponibili. In questo modo si ottiene l'IRPEF lorda. A seguito di ciò bisogna effettuare un conguaglio e si ottiene l'IRPEF da pagare che sarà a debito o accredito.
Con reddito complessivo lordo, va specificato, che si intende il reddito del nucleo familiare riferito all'anno precedente. Il reddito è rilevabile con i modelli CUD, modello 730 e il modello unico.

Continua la lettura

3 Fatti tutti i dovuti calcoli al reddito complessivo bisogna sottrarre la somma di tutta la proprietà immobile come case e terreni, a questo valore va escluso il valore della casa di abitazione (prima casa).  Si somma anche la proprietà mobile come ad esempio azioni bancarie.  Approfondimento Come calcolare l'indice ISEE (clicca qui) Al valore ottenuto di tale somma si calcola il 20%, e si ottiene un valore che va addizionato al reddito netto calcolato precedentemente.  Si ottiene quindi il reddito equivalente.  Una volta ottenuto dovrete verificare a quale fascia appartenete, e in base a questa le tasse da pagare.  Molte università offrono un valido supporto mettendo a disposizione degli studenti un metodo automatico online di calcolo del reddito equivalente.  Le università inoltre fissano un tetto massimo alla tassa da pagare, e quindi nel caso in cui il vostro reddito sia molto alto, o non avete presentato la dichiarazione ISEE prima del temine ultimo, rientrerete nell'ultima fascia.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Tasse universitarie: come si calcola il reddito equivalente Calcolo tasse universitarie: come fare

Come calcolare il codice ISEE Il codice ISEE (indicatore di Situazione Economica Equivalente) è un attestato ... continua » Detrazioni per familiari a carico I contribuenti con familiari a carico godono di alcuni benefici di ... continua » Come determinare l'imposta sul reddito delle persone fisiche L' IRPEF è l'imposta più importante del sistema tributario italiano ... continua » Come compilare il modello QUIR per la richiesta del TFR in busta paga Il 3 aprile 2015, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide