Il Post

Come calcolare il reddito equivalente per l'università

di Laura Melesi difficoltà: media

Come calcolare il reddito equivalente per l'università All'inizio del percorso di studi accademici, una volta effettuata l'immatricolazione, bisogna affrontare le spese che questo percorso richiede. Il pagamento delle tasse universitarie per quanto concerne l'ambito Statale si divide in due rate, che seguono in senso temporale la divisione in due semestri dell'anno accademico. La prima effettuata all'inizio del primo semestre, ed è uguale per tutti gli studenti, la seconda rata, invece, viene calcolata in base al reddito familiare dello studente. Questo calcolo viene fatto utilizzando un modello. Per effettuare tale procedura è necessario compilare un modulo nel quale sarà necessario inserire oltre ai dati personali l'ISEE che è la situazione economica equivalente e il reddito attuale. È di fondamentale importanza non confondere i due elementi in quanto non sono la stessa cosa. Vedremo insieme come poter calcolare questa tassa. La procedura sarà utile per tutto il percorso di studi, dato che, ogni anno è necessario presentare una nuova ISEE con valori ovviamente diversi rispetto all'anno precedente.

Assicurati di avere a portata di mano: dichiarazione dei redditi

1 In generale per reddito equivalente si intende la somma complessiva dei redditi di tutti i componenti del nucleo familiare, al netto dell'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), incrementato del 20% del valore complessivo del matrimonio, con l'esclusione della prima casa. Per capire meglio il concetto di reddito equivalente utilizziamo un esempio:

2 vanno considerati vari elementi: ossia il reddito complessivo, quindi, la somma di tutto ciò che produce reddito, dato da tutto ciò che si possiede (casa, seconda casa, auto..ecc); da qui si somma: il reddito ottenuto dal lavoro o dalla pensione, il reddito dominicale ed agrario dei terreni, reddito dei fabbricati, redditi di impresa, ecc; da questa somma in seguito vanno sottratte le agevolazioni fiscali che spettano per legge, giunti a tale punto si ottiene il reddito imponibile su cui vengono calcolate le percentuali di IRPEF. In base alla percentuale stimata si rientra in fasce stabilite, con tetti massimi e minimi imponibili. In questo modi si ottiene l'IRPEF lorda. A seguito di ciò bisogna effettuare un conguaglio e si ottiene l'IRPEF da pagare che sarà a debito o accredito.
Con reddito complessivo lordo, va specificato, che si intende il reddito del nucleo familiare riferito all'anno precedente. Il reddito è rilevabile con i modelli CUD, modello 730 e il modello unico.

Continua la lettura

3 Fatti tutti i dovuti calcoli al reddito complessivo bisogna sottrarre la somma di tutta la proprietà immobile come case e terreni, a questo valore va escluso il valore della casa di abitazione (prima casa).  Si somma anche la proprietà mobile come ad esempio azioni bancarie.  Approfondimento Come calcolare la detrazione per il coniuge (clicca qui) Al valore ottenuto di tale somma si calcola il 20%, e si ottiene un valore che va addizionato al reddito netto calcolata precedentemente.  Si ottiene quindi il reddito equivalente.  Per comprendere meglio come procedere utilizziamo un esempio numerico.  Si ha un reddito complessivo di 40 mila euro.  Abbiamo come somma di proprietà immobile e mobile di 50 mila euro.  Da 40 mila euro sottraggo l'IRPEF netta.  Da questa differenza aggiungo il 20% degli immobili e mobili che nel nostro caso è 10 mila euro.  Abbiamo così ottenuto il reddito equivalente, ora è sufficiente osservare la tabella delle fasce imposte dall' IRPEF per verificare a quale fascia di reddito si appartiene.  Un'altra utile informazione è che molte università mettono a disposizione sui propri siti internet degli efficaci simulatori di tasse per avere una stima della somma da saldare.  In più l'università fissa per il pagamento della seconda rata un tetto massimo, quindi, nonostante il vostro reddito, se questo è particolarmente alto, o se non effettuate la dichiarazione ISEE nei termini prestabiliti sarete obbligati a pagare tale somma.. 

Alcuni link che potrebbero esserti utili: simulatore tasse Università degli Studi di Milano

Come calcolare il TFR Come determinare l'imposta lorda Come Calcolare Il Beneficio Economico Della Detassazione Dei Premi Di Produttività Come calcolare le detrazioni per carichi di famiglia

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili