Come calcolare i margini di profitto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Aprire un'azienda al giorno d'oggi è cosa piuttosto comune e frequente, ma che decide di imbarcarsi in questa imprese deve fare i conti con una serie di problemi, non da ultimo capire e calcolare quali sono i margini di profitto che potrà avere in un determinato periodo, per non rischiare di trovarsi in qualche brutta situazione e prevenire il pericolo. L'obiettivo fondamentale per un'azienda è la massimizzazione del profitto ("P"), dato dalla differenza tra il ricavo totale (RT) conseguito ed il costo complessivo (CT) sostenuto: per la realizzazione di questa finalità, è necessario determinare quella quantità produttiva (q) che rende uguali il costo marginale (la variazione del costo complessivo al variare del "livello di produzione") ed il ricavo marginale (il mutamento del ricavo totale per ciascun cambiamento della quantità produttiva). Per avere risultati maggiormente realistici, i dati delle attività aziendali da prendere in considerazione devono essere relativi al medesimo periodo di tempo (un mese, un trimestre, un semestre, un anno, due anni, ecc...). Nella guida che segue, vedremo insieme come calcolare i margini di profitto, attraverso pochi e semplici passaggi daremo quindi utili consigli in merito. Mettiamoci all'opera.

25

Occorrente

  • Calcolatrice
  • Dati dell'azienda considerata
35

Margine di profitto unitario

Se volete trovare il margine di profitto unitario (MPu), dovete fare riferimento ai singoli "beni/servizi" che vengono offerti dall'impresa; in questo caso, dovete fare la differenza tra ciò che avete sostenuto per la produzione di una quantità produttiva del prodotto che state vagliando e il relativo prezzo unitario di vendita (p). Il margine di profitto unitario può essere espresso anche in percentuale (%) e per farlo occorre dividerlo per il prezzo unitario di vendita e moltiplicare il valore ottenuto per "100".

45

Margine di profitto totale

Se intendete trovare il margine di profitto totale (MPtot) di un determinato prodotto, dovete seguire tale percorso: calcolate il valore del ricavo totale conseguito, che si trova moltiplicando il prezzo unitario di vendita del "bene/servizio" considerato per la quantità produttiva prodotta e venduta dello stesso; togliete ciò che avete sostenuto per la produzione degli oggetti acquistati dai clienti e avrete cosi il vostro guadagno (G); determinate il costo complessivo sommando i costi fissi e i costi variabili; fate la differenza tra guadagno e costo complessivo. Anche in questo caso, il margine di profitto totale può essere formulato in percentuale (%), moltiplicandolo per cento (100) e dividendo il valore ottenuto per il ricavo totale.

Continua la lettura
55

Calcoli da fare per avere il margine di profitto di una società

Consideriamo una determinata società che si occupa di "beni" per la salute e il benessere: se un impianto di depurazione dell'acqua costa tremilacinquecento euro e per realizzarlo si sono spesi millenovecento euro, il margine di profitto totale sarà pari a milleseicento euro oppure al "45,71%": il calcolo da fare è il seguente > [(1.600€ / 3.500€) * 100]. Se, in un mese, si vendono ottanta di tali macchinari e i costi complessivi sono pari a sessantamila euro, il margine di profitto totale sarà di sessantottomila euro: il calcolo da fare è il seguente > [(80 * 3.500€) - (80 x 1.900) - 60.000€] o del 24% [(68.000€ : 280.000€) * 100]. Non sempre calcolare il margine di profitto di un'azienda è semplice, soprattutto per coloro che non amano particolarmente l'economia e la matematica. In ogni caso, con un po' di pazienza, riuscirete anche ad ottenere il risultato.
Certamente prevedere con esattezza i margini di profitto non è per nulla semplice, e anche con calcoli accurati non è possibile prevedere l'andamento del mercato e come questo influenzerà, positivamente o negativamente i profitti della nostra azienda. Ma qualche calcolo approssimativo ed un'idea è comunque possibile farsela semplicemente seguendo i suggerimenti di questa guida. Vi auguro quindi buona fortuna e buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 idee per trarre profitto dalla disoccupazione

Come vedremo nel corso di questa guida, la disoccupazione può a volte rivelarsi un ottimo momento per svolgere altre attività proficue, o dedicarsi ad altri interessi rilevanti che normalmente richiedono molto tempo da parte del soggetto. Se al momento...
Aziende e Imprese

Come determinare lo stato di avanzamento con il Metodo delle ore lavorate

Una metodologia utilizzata nella determinazione dello stato di avanzamento di una commessa, è il cosiddetto metodo delle ore lavorate. Con riferimento al metodo in argomento, nella presente guida vengono forniti le basi teoriche nonché uno schema pratico...
Lavoro e Carriera

Come trarre profitto dalla disoccupazione

L'Italia, come altri Paesi europei, sta attraversando un periodo di crisi economica che ha, tra le conseguenze più drammatiche, un elevato tasso di disoccupazione. Moltissime persone sono quindi prive di lavoro, e questo spesso significa non solo la...
Case e Mutui

5 consigli per vendere casa con maggior profitto

Vendere la propria casa a volte può essere un'operazione abbastanza difficile, soprattutto in momenti di crisi come quelli attuali. Il mercato immobiliare attualmente è veramente saturo di offerte. Ma come si può rendere più appetibile l'immobile...
Aziende e Imprese

Come usare i flussi di cassa efficacemente

I flussi di cassa, che sono più comunemente conosciuti con il termine inglese cash Flow, rappresentano i movimenti di denaro sia in entrata che in uscita all'interno di una qualunque attività commerciale. Tramite il conteggio di tali flussi è possibile...
Aziende e Imprese

Come analizzare la struttura finanziaria di una start up

Le start up sono un tipo di società molto in voga negli ultimi anni, poiché presentano un modello di business altamente flessibile e in linea con gli standard degli odierni mercati. Le start up sono società temporanee, che possono crescere rapidamente...
Finanza Personale

Come Calcolare Lo Sharpe Ratio

Non sono in poche le persone che si appassionano della Borsa e delle regole del mercato internazionale, tentando la fortuna investendo capitali in azioni o fondi di ogni genere. Ma non tutti sono cosi' fortunati, in parte perché non sono a conoscenza...
Finanza Personale

10 consigli per investire bene

Investire i propri risparmi potrebbe essere un valido espediente di guadagno. L’unica accortezza consiste nell’agire bene e gestire oculatamente i propri investimenti. Per evitare errori ed ottenere dei risultati concreti, è necessario seguire delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.