Il Post

Come calcolare i contributi INPS delle colf

dalla redazione O2O difficoltà: facile

Come calcolare i contributi INPS delle colf Oggi, non riuscendo a prendersi totalmente cura della propria casa, si sta sempre più sviluppando l’ assunzione di colf. Mentre in passato era un mestiere poco tutelato (le colf talvolta lavoravano in nero e percepivano un salario inferiore rispetto a quello che realmente doveva essere percepito), oggi, anche loro sono soggette all'assicurazione e al pagamento dei contributi. Solitamente la loro busta paga è direttamente compilata dal proprio datore di lavoro; questo avviene perché essi sono a disposizione di un facsimile della busta paga. Per effetto di ciò, in questa guida sarà spiegato a grandi linee come si calcolano i contributi per questa tipologia di lavoratore.

1 Per quanto riguarda il calcolo dei contributi Inps, come prima cosa si deve calcolare la retribuzione oraria (sarebbe a dire quanto spetta alla colf l’ora) perché i contributi variano secondo le ore settimanali lavorate: se inferiori a ventiquattro ore o superiori a venticinque ore settimanali.

2 Come calcolare i contributi INPS delle colf Per quanto riguarda il primo caso, le fasce retributive da tenere in considerazione sono tre (reperibili sul sito Inps). Se per esempio la colf lavora fino a ventiquattrore e l’ora percepisce 7,22 euro, i contributi ammontano a 1,34 (0,32 euro a carico del lavoratore); se l’ora percepisce tra i 7,22 e gli 8,81, i contributi ammontano a 1,51 euro (0,36 euro a carico del lavoratore); infine, se percepisce una quota pari o superiore agli 8,81 i contributi sono 1,85 ( 0,44 a carico della colf). Mentre per la seconda tipologia bisogna tenere conto di una fascia a parte e cioè: senza tenere conto della retribuzione oraria del lavoratore, esso percepirà contributi pari a 0,98 euro (0,23 euro a suo carico).

Continua la lettura

3 Come calcolare i contributi INPS delle colf Per il conteggio dei contributi, occorrono anche i calcoli della quota di tredicesima spettante al lavoratore.  Per fare ciò esistono due metodi.
Primo metodo: moltiplica la retribuzione per le ore lavorative settimanali e poi la moltiplichi per tredici settimane; il totale di questo lo dividi per dodici e, a sua volta dividi questo risultato per le ore totali mensili; così facendo ottieni una quota oraria che poi dovrai sommare alla retribuzione oraria.
Secondo metodo: moltiplica la paga oraria per 8,33% (coefficiente fisso) e, il suo risultato lo dovrai sommare alla paga oraria.  Approfondimento Come calcolare i contributi con contratto subordinato (clicca qui) Come ultima cosa devi tenere a mente che i contributi previdenziali e assistenziali, secondo una legge del Tuir, possono essere in parte scaricati nella dichiarazione dei redditi.. 

Come calcolare i contributi INPS di una badante Come mettere in regola una colf Come calcolare i contributi da versare alla domestica Contratto e lettera di assunzione per una colf

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili