Come calcolare i contributi INPS delle colf

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: facile

Oggi, non riuscendo a prendersi totalmente cura della propria casa, si sta sempre più sviluppando l’assunzione di colf. Mentre in passato era un mestiere poco tutelato oggi, anche loro sono soggette all'assicurazione e al pagamento dei contributi. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a calcolare correttamente i contributi INPS delle nostre colf. Vediamo come procedere.

1 Per quanto riguarda il calcolo dei contributi Inps, come prima cosa si deve calcolare la retribuzione oraria (sarebbe a dire quanto spetta alla colf l’ora) perché i contributi variano secondo le ore settimanali lavorate: se inferiori a ventiquattro ore o superiori a venticinque ore settimanali.

2 Per quanto riguarda il primo caso, le fasce retributive da tenere in considerazione sono tre (reperibili sul sito Inps). Se per esempio la colf lavora fino a ventiquattrore e l’ora percepisce 7,22 euro, i contributi ammontano a 1,34 (0,32 euro a carico del lavoratore); se l’ora percepisce tra i 7,22 e gli 8,81, i contributi ammontano a 1,51 euro (0,36 euro a carico del lavoratore); infine, se percepisce una quota pari o superiore agli 8,81 i contributi sono 1,85 (0,44 a carico della colf). Mentre per la seconda tipologia bisogna tenere conto di una fascia a parte e cioè senza tenere conto della retribuzione oraria del lavoratore, esso percepirà contributi pari a 0,98 euro (0,23 euro a suo carico).

Continua la lettura

3 Per il conteggio dei contributi, occorrono anche i calcoli della quota di tredicesima spettante al lavoratore.  Per fare ciò si moltiplica la retribuzione per le ore lavorative settimanali e poi la si moltiplica per tredici settimane; il totale di questo lo si divide per dodici e, a sua volta si divide questo risultato per le ore totali mensili Approfondimento Tutela sanitaria per badanti e colf (clicca qui) Così facendo si ottiene una quota oraria che poi si dovrà sommare alla retribuzione oraria.

4 Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a calcolare correttamente i contributi INPS delle nostre colf. Per chi è alle prime armi con questo tipo di pratiche, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, riusciremo alla fine ad ottenere un risultato perfetto. A questo punto non ci resta che leggere attentamente tutte le indicazioni riportate all'interno di questa guida, per poter subito provare ad eseguire questo semplicissimo calcolo dei contributi INPS.

Come calcolare i contributi Inps della badante Nella società attuale, sta ricoprendo un ruolo sempre più importante la ... continua » Come regolarizzare una colf Come ogni tipo di rapporto di collaborazione lavorativa, anche per le ... continua » Come mettere in regola una colf Molto spesso, per mancanza di tempo oppure per motivi di salute ... continua » Come calcolare i contributi INPS di una badante Vi sarà sicuramente capitato di aver avuto bisogno di cercare una ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. ATTENZIONE: tali contributi NON possono essere in alcun modo considerati appelli al pubblico risparmio e\/o sollecitazione all’investimento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.