Come assumere un dipendente in cassa integrazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggi, grazie alle nuove agevolazioni, assumere un dipendente in cassa integrazione, conviene all'azienda e all'intera società. Nella guida vedremo cosa si intende per Cassa Integrazione, come assumere un dipendente in Cassa Integrazione, quali sono i requisiti che deve possedere il lavoratore per accedere alle agevolazioni, quali deve possedere l'azienda e come avvalersi di queste agevolazioni.

26

La Cassa Integrazione guadagni (CIG) è una prestazione che sostituisce o integra la retribuzione di taluni lavoratori che lavorano ad orario ridotto presso alcune aziende che si trovano momentaneamente in difficoltà produttiva. In questo modo le imprese vengono agevolate dai costi della manodopera che non viene utilizzata ed evitare i licenziamenti. C'è da dire che la Cassa Integrazione Guadagni si distingue in ordinaria o straordinaria (CIGS), quest'ultima è sostenuta dalle risorse del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali.

36

Un primo tipo di incentivo si applica ai lavoratori in CIGS in deroga, ovvero tutti quei lavoratori a cui non spetta la cassa integrazione guadagni o perché si sono terminati gli interventi ordinari che spettano ai lavoratori sospesi o perché hanno direttamente accesso ai trattamenti in deroga. Lavoratori che decidono di assumere lavoratori a tempo indeterminato, determinato o per apprendistato riceveranno dall'ente INPS un incentivo pari all'indennità spettante al lavorante. Questo avviene tramite le riduzioni contributive che il contratto stipulato prevede. Tali riduzioni non potranno mai essere superiori all'importo dovuto e dureranno finché la retribuzione viene erogata.

Continua la lettura
46

Nel caso dell'assunzione di lavoratori CIGS direttamente con contratto a tempo indeterminato sono previsti diversi incentivi, sottolineo però che l'assunzione deve avvenire fin da subito con tale contratto, infatti l'assunzione a tempo indeterminato che segue una assunzione (anche breve) a tempo determinato non potrà usufruire degli incentivi. I lavoratori assunti non devono essere dimissionari oppure disoccupati per la cessazione di un regolare contratto a tempo determinato, dopo il tempo indicato dallo stesso. Chi assume non deve farlo per un obbligo di legge, non deve avere lavoratori sospesi a zero ore o aver licenziato per riduzione del personale negli ultimi 12 mesi. Se i principi suddetti sono rispettati le assunzioni di lavoratori in CIGS per almeno 3 mesi possono usufruire di tali agevolazioni: contributo mensile pari al 50% dell'indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore per un periodo pari a 9 mesi (il periodo aumenta a 21 se il lavoratore è ultra-cinquantenne, se oltre a questo il lavoratore è residente nel Mezzogiorno si prolunga a 33 mesi). La quota di contribuzione che deve pagare il datore di lavoro è uguale a quella prevista per gli apprendisti per un periodo di 12 mesi (ovvero il 10% onere imponibile ai fini previdenziali).

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come chiedere la cassa integrazione

La Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è un ammortizzatore sociale. Consiste in un intervento economico a sostegno delle aziende in difficoltà. L’INPS eroga la cassa integrazione ordinaria. Il Ministero del Welfare attinge alle proprie risorse per la...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la cassa integrazione

Molto spesso, specialmente in questo periodo di forte crisi di lavoro, sentiamo nominare la cassa integrazione. Cerchiamo di capire cos'è: essa è un sostegno economico erogato dall'Inps, dietro richiesta del datore di lavoro, per integrare o sostituire...
Richieste e Moduli

Come sospendere la cassa integrazione

In questo periodo di crisi globale si sente molto parlare di Cassa Integrazione, ma spesso il reale significato di questo termine non è ben conosciuto. In seguito, in questa guida introdurremo questo tema a tratti complicato cercando di fare luce sulle...
Aziende e Imprese

Come assumere con agevolazioni contributive

Nelle assunzioni di componenti del personale, quella delle agevolazioni al datore di lavoro è una questione che varia di continuo. Tali cambiamenti frequenti all'interno del panorama legislativo si verificano principalmente per arginare i danni portati...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Le aziende e le organizzazioni utilizzano dei lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali, nelle ore di punta o in modo intermittente, quando l'attività ha bisogno di una mano d'aiuto in più. I dipendenti...
Previdenza e Pensioni

Come si ottengono gli assegni familiari

Gli assegni familiari sono una misura a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, con contratto a termine, in malattia o in maternità, in cassa integrazione, ai disoccupati con indennità, ai pensionati ex lavoratori dipendenti...
Lavoro e Carriera

I cambiamenti introdotti con il Jobs Act

Il Jobs Act è una riforma del diritto al lavoro, attuata dal governo Renzi con diversi provvedimento legislativi, che hanno interessato un periodo che va al 2014 al 2015. In totale la riforma prevede otto provvedimenti legislativi, che vanno a toccare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.