Come aprire uno Studio Legale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Aprire uno studio Legale è il sogno di molti laureati in legge, soprattutto di coloro che non hanno la fortuna di avere in famiglia uno Studio legale già avviato. Chiunque abbia una tale prospettiva deve però mettere in conto un iter piuttosto lungo e lento. Requisiti indispensabili sono, ovviamente, la laurea il giurisprudenza, il praticantato e l'iscrizione all'albo degli avvocati. Inoltre sarà necessario aver individuato una zona strategica in cui aprire lo studio, avere a disposizione un capitale da investire non indifferente e possedere capacità quali intraprendenza, spirito di iniziativa, pazienza e volontà di collaborare. Vediamo insieme, a tal proposito, come aprire uno Studio Legale.

26

Occorrente

  • Laurea in Legge, praticantato e iscrizione all'Albo
  • Intraprendenza, spirito di iniziativa e di collaborazione
  • Capitale da investire
36

Come prima cosa dovrete richiedere l'apertura di una partita iva alla Camera di Commercio più vicina. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono presenti tutte le delucidazioni a riguardo. Successivamente sarà necessaria anche la registrazione al registro delle imprese, operazione che ormai è possibile svolgere online. Dovrete richiedere l'iscrizione alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense, versando i contributi. Dal punto di vista fiscale dovrete pagare le imposte su quanto guadagnerete. L'importo delle fatture che emetterete nei confronti dei clienti lo dovrete indicate nella dichiarazione dei redditi.

46

A questo punto è necessario cercare uno studio che possa ospitare la vostra nuova attività, in un luogo lontano da altri studi legali, ma allo stesso tempo vicino a zone in cui si trovano altri uffici e, preferibilmente, dotate di parcheggio. Dovrete dimostrare le vostre capacità anche nella scelta dei particolari che però sono indispensabili, come ad esempio quella del logo dello studio legale, che non dovrà essere simile ad altri. Ricordate, però, che prima di affiggere il logo sarà necessario chiedere l'autorizzazione al Comune interessato e che per la sua installazione dovrete pagare una tassa annuale.

Continua la lettura
56

Per ridurre, almeno all'inizio, gli alti costi necessari ad aprire uno studio legale, potreste decidere di aprirne uno in franchising. In questo modo, pur dovendo cedere una percentuale dei propri guadagni, avrete il vantaggio di risparmiare su infrastrutture, consulenze e sulle varie iscrizioni. Un altro modo per ridurre i costi potrebbe essere quello di aprire uno studio associato, in modo da dividere le spese con gli altri avvocati. Da non trascurare, inoltre, sono non soltanto i benefici che si ricavano dall'avere a fianco colleghi con idee diverse dalle proprie, ma anche quelli derivanti dalla limitazione della concorrenza.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ridurre, almeno all'inizio, gli alti costi necessari ad aprire uno studio legale, potreste decidere di aprirne uno in franchising.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come avviare uno studio legale

La professione dell’avvocato è innegabilmente ad oggi tra le più ambite, sia per i potenziali guadagni che per il prestigio che indubbiamente garantisce. Molti avvocati scelgono, al termine del loro percorso di studi, di aprirsi alla libera professione....
Richieste e Moduli

Come ottenere il legale patrocinio a spese dello Stato

In Italia ci sono uffici di assistenza legale (detti anche servizi legali) di aiuto non-profit e anche agenzie che forniscono assistenza legale gratuita alle persone che non possono permettersi di assumere un avvocato. Mentre molti uffici di assistenza...
Richieste e Moduli

Mancata retribuzione: come procedere

Il lavoratore, in cambio della propria attività lavorativa, riceve un controvalore economico, solitamente mensile, denominato retribuzione. Capita talvolta che questo compenso non venga pagato dal datore di lavoro nei tempi previsti. Le cause per tale...
Aziende e Imprese

Come si redige una relazione di revisione legale dei conti

La revisione legale dei conti è un'attività svolta per garantire un preciso controllo di revisione del bilancio di una società. Questa va eseguita in base all'ultima prerogativa adotta dall'Unione Europea, fatta entrare in vigore il 7 aprile 2010....
Richieste e Moduli

Come scrivere una nota legale

La violazione di un contratto di locazione oppure il mancato pagamento del canone può essere motivo di sfratto ma per procedere correttamente ed in ottemperanza al quelle che sono le direttive di legge occorrerà conoscere bene la "nota legale"; ciò...
Finanza Personale

Come funziona il tasso d'interesse legale

A giorno d'oggi è molto importante riuscire a capire qualcosa di economia e la prima difficoltà sta proprio nel comprendere il significato dei vari termini. Grazie ad internet, potremo riuscire facilmente ad avere alcune informazioni base in questo...
Lavoro e Carriera

Come diventare avvocato a 40 anni

L'avvocato è un libero professionista che svolge attività di rappresentanza legale e di consulenza. Per poter praticare questa professione bisognerà seguire un percorso di studi abbastanza complicato che si conclude con gli esami di stato essenziali...
Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera legale

Almeno una volta nella vita ognuno di noi si è trovato nelle condizioni di dover scrivere una lettera ad un avvocato (i motivi possono essere veramente svariati).Può capitare di non averlo mai fatto o magari di avere dubbi a riguardo, tuttavia scrivere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.