Come aprire una sala da tè

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi anni, soprattutto in Europa, ma anche in tutto il resto del mondo, sta tornando molto di moda una bevanda in particolare, ossia il tè. In Italia non è consueto vedere delle sale da tè, tea room o case del tè, nonostante molti bar abbiano una saletta riservata per quest'attività. Vediamo quindi come aprire una sala da tè.

26

Occorrente

  • Locale
  • Permessi, licenza e partita IVA
  • Fornitori convenienti
  • Arredamento da sala da tè
36

Il locale

e per alcuni il tè richiama alla mente le cinque di un pomeriggio inglese, per molti altri invece, questa squisita bevanda si sta sostituendo al caffè. Uno dei motivi principali è che il caffè è diventato un prodotto da consumare spesso "al volo", mentre per un tè c'è bisogno di sedersi e rilassarsi, creando la condizione adatta per scambiare quattro chiacchiere in tranquillità. Come prima cosa, per aprire una sala da tè, è assolutamente necessario trovare un locale adatto ad ospitare tale attività. Se non l'avete ancora cercato o trovato, vi consiglio di inserire la vostra nuova attività in una zona tranquilla della città, ma allo stesso tempo in grado di attirare tutta la possibile clientela. Sicuramente il centro storico di una città sarebbe l'ideale, ma aprire una sala da tè nei pressi di un polo culturale quale la biblioteca, un teatro o un museo, può ritenersi una scelta strategica e assolutamente vantaggiosa.

46

I permessi

Una volta richiesti i permessi ed ottenuta la licenza, provvedete ad arredare il locale. Non fate riferimento agli arredi dei comuni bar, ma cercate qualcosa di innovativo e che abbia un richiamo al tradizionale e al classico. Non ci sarà bisogno di un grande bancone, ma di un piccolo spazio dove esporre i prodotti relativi alla consumazione del tè e dove tenere il registro di cassa. Scegliete delle comode poltrone e dei divani capienti abbinati a dei tavolini, dove i clienti possano passare dei piacevoli momenti in compagnia davanti ad una tazza di tè. Seguendo queste utili e semplici mosse, riuscirete in pochissimo tempo ad aprire la vostra personale sala da tè. Buon lavoro!

Continua la lettura
56

I requisiti

Successivamente, una volta scelto il locale, bisognerà verificare di essere in possesso dei requisiti necessari all'apertura di un'attività. Sarà necessario inoltre richiedere i permessi ed ottenere le licenze che permetteranno l'apertura della sala da tè. Non dimenticate inoltre di aprire una partita IVA, necessaria a fatturare i costi, pagare le relative tasse e scaricare le vendite. Scegliete se aprire un'attività indipendente oppure affidarvi ad una catena di sale da tè, utilizzando magari il sistema del franchising.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Valutate bene le offerte dei vari fornitori, in modo da ottenere il miglior rapporto qualità/prezzo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

I permessi per i lavoratori studenti ed il congedo formativo

La legge stabilisce delle regolamentazioni specifiche, per permettere agli studenti lavoratori, di proseguire gli studi, con un'adeguata formazione universitaria, scolastica e professionale, di pari passo all'attività lavorativa eseguita; in questa guida...
Richieste e Moduli

Come richiedere i permessi per ristrutturare casa

Quando si acquista una casa, molte volte si decide di modificarla tramite una ristrutturazione. Durante la pianificazione dei lavori non si devono, però, trascurare tutti i doveri amministrativi. Infatti in base alla tipologia e all'entità dei lavori...
Lavoro e Carriera

Come usufruire delle 150 ore di diritto allo studio in Sanità

Dal 1° Gennaio al 31 dicembre di ogni anno è possibile usufruire dei permessi per il cosiddetto diritto allo studio. Infatti, se siete dei lavoratori della Pubblica Amministrazione, ed in particolare nel settore della Sanità, avete il diritto di assentarvi...
Richieste e Moduli

Come richiedere i permessi ZTL e strisce blu a Roma

Con l'aumento del traffico cittadino, oggi le grandi città hanno adottato un sistema a pagamento per entrare in alcune aree a traffico limitato. In questo modo gli enti comunali, sperano di scoraggiare quanti più cittadini a recarsi in centro e zone...
Richieste e Moduli

Come chiedere i permessi per collocare una casa mobile

È fantastico osservare come l’ingegno e l'impegno dell'uomo riesca a creare meravigliose e confortevoli casette su ruote sempre più accessoriate e trasportabili senza grandi difficoltà da un luogo all'altro! Una piccola struttura mobile può essere...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di produzione e vendita Di Birra

Tutti quanti gli appassionati della birra e tutti coloro che ritengono di avviare sviluppato un discreto gusto verso la birra, potrebbero trovare interessante l'idea di aprire una attività personale di produzione e di vendita di questa bevanda molto...
Aziende e Imprese

Come aprire una caffetteria

Il nostro paese è famoso per la qualità e bontà del caffè. Esistono ormai moltissimi locali in cui la gente può sedersi a parlare mentre sorseggia una buona tazza di caffè, oppure una qualsiasi altra bevanda, in totale relax. Qualora siate interessati...
Lavoro e Carriera

Come fare domanda di astensione dal lavoro per esami prenatali

Per le donne è difficile coniugare lavoro e vita privata. La legge, comunque, prevede modi e metodi di tutela della donna in caso di gravidanza: dal diritto all'astensione obbligatoria dal lavoro, detta congedo di maternità, per un periodo di cinque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.