Come aprire una piccola casa editrice

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se avete la passione per i libri, la carta stampata, la cultura in ogni sua forma, avete intuito economico, avete un buon giro di contatti, ed avete uno spirito imprenditoriale e nello stesso tempo volete essere liberi di seguire le vostre regole in modo disciplinato, sembrate avere tutte le carte in regola per aprire una piccola casa editrice. Per avviarla, infatti, sono sufficienti i requisiti sopra elencati con l'aiuto di uno studio anche da autodidatta che avrete dedicato a materie umanistiche principali quali marketing, business, materie manageriali. Infatti vi servirà una adeguata preparazione di questo livello che potrete acquisire con la sola volontà e auto-disciplina. Infatti la buona riuscita di questa impresa vi darà la conferma che la vostra preparazione e la vostra determinazione sono stati più che utili. Tuttavia, quello culturale sembra essere un settore piuttosto particolare per quanto riguarda le richieste di mercato alle quali dovrete per forza di cose far fronte: i gusti delle persone, i costi, la burocrazia, i problemi eventuali che ogni azienda ha da prevenire ed affrontare nel modo migliore. Ma il vostro sogno non è impossibile da realizzare, ecco i passi su come aprire una piccola casa editrice.

25

Organizzazione è la parola chiave

Lo spirito imprenditoriale vi porterà allo studio di un piano marketing che vi farà prevedere l'attuazione allo stato finale della casa editrice con il calcolo soprattutto economico che si baserà sulle vostre possibilità e sul budget definito. Se non avete un alto budget, dovrete pensare "in piccolo" riguardo altre figure professionali all'interno della vostra azienda. Un buon ufficio marketing è utile ai fini della promozione pubblicitaria dei libri, mettetelo in conto fra le altre cose. Sarà utile organizzare anche eventi culturali dei quali potrete prendervene cura anche voi stessi se vi sentite alla portata di ciò. Mentre riguardo le questioni commerciali, potrete assumere un commercialista che gestirà tutta la parte contabile e burocratica. Vi servirà un correttore di bozze o "editor" che ha il lavoro di scegliere tra le proposte che arrivano alla casa editrice quelle più valide a livello commerciale. Pensando a livello grande, potrete anche pensare di inserire, magari quando la casa editrice acquisirà maggior valore e prestigio di qualità, un ufficio grafico e/o addirittura una vera e propria stamperia.

35

La burocrazia: non molto complicata in questa occasione

Dal momento che decidiamo di aprire una casa editrice, serviranno pochi passi per andare avanti: si può cominciare ad esempio come ditta individuale oppure aprendo una associazione culturale che abbia nello statuto la dicitura "pubblicare libri". Quest'ultima alternativa facilita di molto la burocrazia anche se tuttavia non è complesso aprirla come ditta individuale. Il primo passo che può essere fatto con l'aiuto del commercialista è quello di aprire la Partita IVA, quindi andare in prefettura ed iscriversi nel Registro degli Editori e Stampatori. L'iscrizione risulta essere gratuita, quindi per finalizzare tutto andate alla Camera di Commercio e comunicate l'apertura dell'impresa pagando una quota di iscrizione. Il commercialista vi aiuterà in queste prassi seguendovi ed aggiornandovi sulle varie novità legislative. Una volta aperta la casa editrice, per ogni libro da pubblicare, è obbligatorio richiedere il codice ISBN (International Standard Book) per il permesso di immetterlo nel mercato.

Continua la lettura
45

Alcuni particolari burocratici e organizzativi

Sempre il commercialista vi seguirà all'appertura della partita iva presso l'Ufficio delle Entrate della città cui risiedete, inoltre riceverete anche il codice fiscale relativo alla vostra nuova casa editrice. Importante anche il filo conduttore della scelta editoriale che vorrete seguire. Dovete decidere se tenere tutti i generi letterari oppure crearne uno tutto vostro e dovrete aiutarvi tramite i gusti letterari del pubblico e tramite il rapporto tra costi e ricavi probabili della vostra impresa che il commercialista vi aiuterà a definire. Per tenervi sempre informato sulle linee editoriali, potete informarvi e iscrivervi all'AIE, che è il sito nazionale dell'associazione editori.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informazione e Aggiornamento sono le parole che vi faranno essere innovativi e diversi da tutti gli altri

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come scegliere la casa editrice a cui inviare un testo inedito

Avete la scrittura nel cuore e non sapete come vivere senza? Ogni giorno buttate giu righe e righe nella speranza di scrivere il testo giusto da pubblicare. E finalmente ci siete riusciti, avete completato la vostra opera e non vedete l'ora di pubblicarla....
Lavoro e Carriera

Come proporsi ad una casa editrice

Trai tanti obiettivi lavorativi di una persona, c'è anche quello di diventare scrittore o poeta e Come proporsi ad una casa editrice in modo giusto e corretto. Districarsi nei meandri del settore editoriale, soprattutto per i novizi, non è affatto cosa...
Lavoro e Carriera

Come Creare Un Codice Isbn

L'impiego di un sistema universale di codifica dei libri, ai fini della loro gestione automatizzata, corrisponde a un'esigenza avvertita dagli operatori del settore (editori, librai, distributori, bibliotecari, ecc.) di tutti i paesi, come conseguenza...
Lavoro e Carriera

Come proporre un romanzo a un editore

Scrivere un libro rappresenta il sogno di moltissime persone. Tanti infatti hanno voglia di raccontare una storia: che sia reale oppure inventata non importa, ciò che conta è riuscire ad esprimere i propri pensieri mettendoli nero su bianco. Tuttavia...
Lavoro e Carriera

Come pubblicare il tuo primo libro

Se siamo degli amanti della letteratura e ci piacerebbe riuscire a scrivere e pubblicare un libro tutto nostro, dobbiamo sapere fin dall'inizio che la strada da percorrere non è affatto semplice. Per prima cosa dovremo essere in grado di decidere che...
Lavoro e Carriera

Come diventare lettore professionista

Il mondo dell'editoria offre diverse opportunità di lavoro per chi ama scrivere o leggere. Accanto alla figura dello scrittore, infatti, emergono altri profili professionali. In questa breve guida, ci occuperemo di analizzare nei minimi dettagli il compito...
Lavoro e Carriera

Come diventare revisore di bozze

Il revisore di bozze interviene su qualsiasi testo: che si tratti di un libro, di un catalogo oppure di articoli di giornale poco importa, quello che conta è non lasciarsi sfuggire nemmeno una virgola. Il revisore di bozze lavora per conto delle case...
Lavoro e Carriera

Come diventare un editore autonomo

La scrittura è un hobby che, se mosso da una vera e grande passione, può tranquillamente divenire un lavoro. Portare a termine un libro, un romanzo od una semplice raccolta di poesie, è molto impegnativo, ma al tempo stesso dona delle enormi soddisfazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.