Come aprire una escape room

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sapete che cos'è una escape room? Se siete abbastanza giovani e vi piace divertirvi, saprete che le escape rooms sono la nuova moda del momento: locali nemmeno troppo grandi, in cui un certo numero di persone viene rinchiuso e il gioco consiste nel trovare il modo di uscire e liberarsi in un'ora esatta di tempo. Naturalmente all'interno della stanza ove si viene rinchiusi ci saranno una serie di indizi che permetteranno ai più furbi di uscire e liberarsi: una sfida che viene dall'America e che ha già avuto un discreto successo in numerose città di Italia. Se volete saperne di più anche ai fini professionali, ecco un'utile guida che fa per voi: nel testo di seguito vi forniremo infatti qualche utile consiglio su come aprire una escape room.  

27

Occorrente

  • Budget iniziale di circa 10.000 euro
  • Locale in affitto di circa 70-80 metri quadrati
  • Certificazioni richieste dal proprio comune per eventuale somministrazione di cibo e bevande
  • Pagine sui social network e pubblicità
37

La prima cosa da fare per aprire una escape room è quella di individuare una zona, meglio se densamente popolata, ove questo genere di nuovo intrattenimento possa trovare terreno fertile. Serve quindi un quartiere giovane, popolato di notte, magari vicino ad una zona universitaria: insomma, considerato che il target di riferimento di quest'attrattiva sono i ragazzi fino ai 35-40 anni, è importante che in zona ve ne siano parecchi. Successivamente si deve trovare un locale adatto per aprire una escape room: se non si è proprietari di un locale, il consiglio è quello di cercare un affitto non troppo esoso.

47

Per aprire una escape room basta un locale di circa 70 metri quadrati: i ragazzi che parteciperanno saranno chiusi all'interno di una grande stanza e dovranno farsi in quattro per poter uscire. Se si prevede di somministrare cibi e bevande è importante munirsi di tutte le licenze necessarie, per non incorrere in pesanti sanzioni. Sarà necessario uno staff di almeno tre persone per l'apertura di una escape room: due dovranno dedicarsi interamente all'allestimento delle sale e degli enigmi da risolvere, mentre una dovrà essere abile a far pubblicità e a gestire gli ingressi durante l'orario di apertura.

Continua la lettura
57

Come tutte le attività che si rispettino, la prima cosa da iniziare a fare ancor prima del giorno dell'inaugurazione, è una pubblicità sfrenata con tutti i canali di comunicazione possibili: dai volantini ai social network, fino alla promozione presso altri locali già avviati. Più sarà ampio il bacino di utenza raggiunto dalla pubblicità, più si avranno possibilità di successo una volta aperti. Il budget previsto per l'apertura di una escape room che preveda un locale in affitto si aggira intorno ai 15.000 euro. In bocca al lupo!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per iniziare affidatevi ad un esperto di marketing per promuovere la vostra attività appena aperta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di vendita saponi

Aprire un negozio specializzato nella vendita di prodotti per l’igiene della casa e della persona, può essere una buona idea per chi vuole avviare un’attività indipendente e possiede il necessario spirito d’iniziativa. Sono indispensabili spirito...
Aziende e Imprese

Come avviare una scuola di danza

Avviare una scuola di danza è un'idea ottima. Ovviamente è fondamentale avere. Oltre che delle spiccate doti organizzative, anche una forte passione per il ballo. È risaputo che il ballo sta riscoprendo un nuovo pubblico e, nel settore delle scuole...
Aziende e Imprese

Come aprire una scuola di cucina

Negli ultimi tempi si è particolarmente diffusa la passione per l'arte culinaria, come è evidente dalla popolarità dei programmi televisivi sull'argomento e dalla sempre maggiore attenzione per una cucina buona e sana. Perciò, se amate particolarmente...
Lavoro e Carriera

Come fare la pubblicità alla propria attività

Una buona pubblicità alla propria attività, non solo ti porterà una visibilità maggiore con i tuoi clienti, ma è necessaria al momento dell'apertura di una nuova attività. La pubblicità diventa anche un investimento per il futuro della propria...
Aziende e Imprese

5 metodi per fare pubblicità su internet

La pubblicità su internet rappresenta ormai una della maggiori fonti di guadagno delle imprese. Esistono, infatti, diverse tipologie di pubblicità, ognuna con delle caratteristiche specifiche. Lo scopo di questa guida è quello di mostrarne alcune....
Aziende e Imprese

Pubblicità e comunicazione visiva per le aziende

Chi ha un'azienda sa bene quanto siano importanti la pubblicità e la comunicazione visiva per farsi conoscere dal pubblico e per avere un riscontro positivo. Si tratta infatti di due elementi fondamentali che se curati nel modo giusto possono portare...
Lavoro e Carriera

Come organizzare corsi di cucina

In Italia ci sono scuole o aziende private che organizzano degli incontri di un limitato di numero di persone che, insieme, provano nuove ricette o partono direttamente da zero per creare semplici piatti. Questi corsi hanno una duplice utilità perché...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di parrucchiere

Avviare una qualsiasi attività richiede un grosso investimento iniziale sia per l'affitto (o per l'eventuale compravendita) del locale, sia per arredamento e soprattutto per acquistare i macchinari necessari. Inoltre, bisogna avere pazienza e determinazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.