Il Post

Come aprire una casa famiglia

dalla redazione O2O difficoltà: media

Come aprire una casa famiglia   it.wikipedia.org Mai come oggi ci troviamo proiettati verso un tema così caldo e delicato. Vuoi per il continuo sbarco di clandestini, vuoi per la poca serietà (e spesso l'immaturità causata dalla giovane età) di alcuni genitori, ma il numero di bambini sfortunati che hanno bisogno di aiuto e sostegno è in preoccupante aumento. Il nostro obiettivo non è quello di avviare un discorso socio-politico, oppure quello di dare colpe o giudicare le persone, ma è quello di provvedere concretamente all'aiuto di questi bambini che per le più svariate difficoltà si ritrovano soli e abbandonati. Innanzitutto è importante far capire che l'aprire una casa famiglia non è un "lavoro" per tutti. Qualcuno ancora crede che abbia da guadagnare qualcosa dando sostegno a queste persone, ma precisiamo subito, a scanso di equivoci, che questo servizio non garantisce alcun rientro economico, mai.

Assicurati di avere a portata di mano: Tutte le autorizzazioni necessarie Struttura ricettiva conforme Tempo libero Amore per il prossimo

1 Come aprire una casa famiglia   it.wikipedia.org Cerchiamo di capire chi può essere quel qualcuno che abbia le caratteristiche adatte per affrontare questo faticoso percorso. Le case famiglia, come si evince dal nome, sono delle vere e proprie famiglie, e per questo motivo è opportuno specificare a chi abbia voglia di tuffarsi in questa avventura, che questa non può essere considerata assolutamente come un hobby o come un qualcosa di secondario. È invece un impegno a tempo pieno che vi porterà via tante energie e risorse, quindi sarà opportuno capire se potete far coesistere questa attività con il vostro lavoro, oppure no. Nella maggior parte di queste associazioni, gestite da più persone, si usa avere delle donne che siano a tutti gli effetti delle madri e casalinghe all'interno della struttura, e degli uomini che invece abbiano il compito di andare a lavorare per poi trasformarsi in padri al termine della giornata. Queste non sono sono rigide regole, ma è bene far capire a grandi linee quali sono gli impegni che ci porteranno via gran parte del nostro tempo. Quindi se non avete pazienza, amore per il prossimo, premura per i più deboli e grande voglia di aiutare i bambini bisognosi, è inutile che continuiate questa lettura.

2 Adesso andremo a vedere, a livello pratico, quello che bisogna fare per aprire una casa famiglia. La prima cosa da fare è quella di recarsi al comune del proprio paese ed esporre il proprio progetto e le proprie intenzioni. Avere l'autorizzazione comunale è il primo grande passo per avviare l'attività. Il secondo step prevede la ricerca di un edificio adatto alle esigenze della casa famiglia. La struttuta deve rispondere a determinati requisiti di metratura di camere e spazi comuni, qui vediamone alcuni:
- Camera singola, minimo 9 m².
- Camera doppia, minimo 14 m².
- Spazi comuni, minimo 22 m².
Inoltre, la struttura deve essere completo di servizi sanitari di base, più servizi sanitari per portatori di handicap. Trovare una struttura che risponda esattamente a queste caratteristiche non è molto semplice, ma potete avvalervi di alcune imprese edili e di alcune convenzioni comunali per progettare la vostra casa famiglia come meglio credete. Quando avrete ultimato i vostri lavori, riceverete i severi controlli della Asl (Azienda Sanitaria Locale), dell'ufficio tecnico del comune e dei Vigili del Fuoco che valuteranno la messa in sicurezza di tutto l'impianto.

Continua la lettura

3 Quando avrete ricevuto il benestare da tutti questi enti predisposti, il vostro compito sarà quello di ufficializzare un organigramma societario, con a capo un rappresentante legale che può benissimo essere uno dei dipendenti.  Quest'ultimo dovrà stilare una carta firmata in cui dichiara di essere in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie per dare il via all'attività.  Approfondimento Come aprire un'attività di Campeggio (clicca qui) Questa carta verrà controllata e autenticata da un notaio.  Una volta fatto questo, bisogna presentare una domanda in carta da bollo all'assessorato dei servizi sociali del comune, con allegati i curriculm di tutti i dipendenti e tutte le autorizzazioni sopracitate.  Inoltre è opportuno allegare sia un progetto strutturale dell'edificio, ma anche il progetto del piano educativo che si ha intenzione di portare avanti.. 

4 Intraprendere un'avventura così impegnativa come l'apertura di una casa famiglia toglierà molto tempo a quelle che erano state fino ad allora le vostre attività personali. Ma ovviamente, se avete deciso di fare questo passo, avete l'amore necessario per il prossimo che vi spinge in questa direzione. Sicuramente non potrete più andare a fare una vacanza di due settimane al mare, sicuramente dovrete rinunciare a qualche passatempo che vi aiutava a distogliere il pensiero e rilassare la mente, ma in fondo, cosa può essere più gratificante del sorriso di un bambino che avete tolto dalla strada e avete aiutato a crescere in serenità con il calore di una vera famiglia?

Non dimenticare mai: Non intraprendere l'attività se si lavora già a tempo pieno altrove

Come aprire un'azienda familiare Come aprire un asilo nido Come aprire una casa famiglia per disabili Le diverse tipologie di società

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili