Come aprire un negozio di fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Una buona soluzione per "trovare lavoro" è quella di mettersi in proprio. Però non è cosa da tutti aprire un'attività. Serve innanzitutto determinazione e capacità di assumersi gli eventuali rischi. Inoltre occorre capacità di risolvere con calma le tante problematiche legate a fornitori, clienti, fisco e altro. Comunque la prima cosa da avere è un capitale iniziale anche minimo. Se il vostro sogno è quello di aprire un negozio di fai da te seguite qualche dritta. Vedrete che sarà semplicissimo.
Scopriamo insieme come aprire un negozio di fai da te!

24

Redigete un business plan

Prima di aprire un negozio di fai da te redigete un business plan. Ovvero un piano della vostra attività. Esaminate quindi tutti i fattori positivi e negativi che possono influenzarla. Valutate gli investimenti giusti da fare. Analizzate le competenze che dovrete acquisire e quali sono le vostra aspettative dopo il primo anno di attività. Se ne vale la pena, potete iniziate a valutare in quale luogo aprirla. Quindi cercate un immobile dove poter aprire il vostro negozio. Sceglietelo ampio per collocare al meglio la vostra merce. Inoltre dovrà essere facilmente raggiungibile dai camion fornitori. Meglio se ha un magazzino. Cercate una zona di passaggio, ben trafficata, possibilmente priva di concorrenti nelle vicinanze. Fate una prima analisi delle condizioni dell'immobile e valutate gli interventi da fare per adattarlo alla vostra idea di negozio. A tal proposito sul web troverete qualche utile informazione (https://www.youtube.com/watch?v=vX_wQUJCC5c)!

34

Risolvete alcune incombenze

Per aprire un negozio di fai da te risolvete alcune incombenze. La prima di queste è la scelta dell'arredamento. Ricordatevi di stare nel budget che avete previsto. Scelto l'arredamento risolvete la seconda incombenza, ovvero i contratti con le utenze necessarie. Fatto ciò decidete il nome da dare alla vostra attività. Scegliete poi con attenzione il logo che contraddistinguerà il vostro negozio. Deciso ciò procedete col far fare un'insegna che riporti queste necessarie informazioni per identificarvi. Iniziate successivamente a contattare i fornitori che vi potranno fornire tutte le merci necessarie per iniziare.
Nell'aprire un negozio fai da te all'inizio non comprate troppe cose. Cercate di prendere un poco ma di tutto. Poi appena l'attività si consolida aggiungete nuovi prodotti in base alla richiesta dei vostri clienti.

Continua la lettura
44

Aprite un conto bancario dedicato

Nell'aprire un negozio di fai da te aprite un conto corrente bancario dedicato. Con questo potrete ottenere finanziamenti e collegare il POS per i pagamenti elettronici legati all'attività. Cercate di contrattare con la banca condizioni favorevoli, magari con un fido bancario che andrà a coprire buona parte delle spese iniziali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare gli anticipi a fornitori in valuta estera

Un pagamento in anticipo è quello dato al venditore prima che venga consegnato il bene o il servizio. Può essere parziale o intero a seconda degli accordi. Attraverso questa breve guida vedremo come bisogna procedere per contabilizzare correttamente...
Aziende e Imprese

Come gestire un database fornitori con excel

Excel è un programma della Microsoft, molto utilizzato nei nostri tempi per gestire con estrema efficacia fogli elettronici di calcolo. Excel si adatta particolarmente bene alla gestione di archivi di dati, come dimostrato dalla sua schermata iniziale,...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Il Leasing Operativo

Che cos'è il leasing operativo? Questa domanda è assolutamente lecita, e procediamo pertanto a darne una generale quanto breve definizione. Per leasing operativo s'intende tutto ciò che è strettamente legato al periodo di utilizzo di un bene, mobile...
Aziende e Imprese

Come negoziare con i fornitori

Quando si ha un'attività è necessario negoziare con i fornitori, indipendentemente dalla merce che bisogna acquistare, naturalmente per attività di un certo livello, come ad esempio oro e argento la merce costerà di più rispetto a generi alimentari...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Gli Anticipi A Fornitori

Che cosa si intende per contabilizzazione degli anticipi? A che modalità di pagamento si associa il concetto di anticipo o acconto? Si considera anticipato il pagamento eseguito da un acquirente nei confronti di un venditore prima della consegna del...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività di distributori automatici

L'apertura di un'attività commerciale fondata sull'uso dei distributori automatici è un'idea molto valida ed anche interessante, restando in linea con il mercato di oggigiorno. Essi sono veramente nei negozi aperti 24 ore su 24, che permettono di vendere...
Aziende e Imprese

Come calcolare l'indice di liquidità primaria

Per l'analisi finanziaria, che concerne la capacità di un azienda di far fronte con strumenti propri agli impegni finanziari di breve e di medio/lungo periodo, è fondamentale saper calcolare l'indice di liquidità primaria. In particolare, essa pone...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Royalties

Le royalties sono diventate una realtà che, grazie all'aumento di brevetti e invenzioni, va sempre più diffondendosi nei giorni nostri. Questo termine sta a indicare i corrispettivi che vengono pagati a tutti coloro che possiedono un brevetto o una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.