Come aprire un negozio di casalinghi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Aprire un negozio di generi casalinghi è un’idea di successo. Puntare su questi articoli infatti non lascia mai a mani vuote. Basta indovinare alcuni passaggi strategici, carpire la fetta di mercato che si sta commercializzando e fornire un’offerta in linea con le specifiche esigenze della domanda. Non solo le massaie, ma anche uomini, donne professioniste, giovani indipendenti e anziani autosufficienti. Il target di clienti, dunque è molto elevato. Il settore dei casalinghi è uno dei più estesi e variegati. Sicuramente concede a tutti la possibilità di partire da una piccola realtà di sicuro rendimento per poi permettere ai migliori di raggiungere ampie dimensioni di business. Avere predisposto un business plan iniziale che ne tenga conto è importante per essere pronti ad affrontare i cambiamenti del mercato.

24

La prima cosa che occorre procurarsi, è un capitale di avvio, tenendo conto dei possibili rischi. Il costo di apertura di un negozio di casalinghi di piccole dimensioni non è molto alto. Anche se si dispone del capitale di avvio, è meglio ricorrere alle agevolazioni pubbliche che evitano la perdita delle proprie risorse. Le Regioni, per incentivare l'apertura di nuovi esercizi commerciali da parte dei giovani, concede loro un finanziamento a fondo perduto, da restituire a rate, a tasso zero o agevolato. Esistono innumerevoli iniziative e bandi di concorso a tal proposito che si trovano facilmente on line. Conviene dare un’occhiata anche a INVITALIA, l’Agenzia nazionale per l'attrazione di investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA fornisce finanziamenti agevolati.

34

Poi c’è lo scoglio degli adempimenti burocratici. Oggi sono scomparse numerose formalità e aprire un negozio non è mai stato così facile. La prima cosa da fare è recarsi al SUAP (Sportello unico attività produttive) del comune di residenza. Qui è possibile chiedere tutte le informazioni generali che servono, quali documenti bisogna produrre ed entro quanto tempo. Successivamente la S. C. I. A Segnalazione Certificata di Inizio Attività, per gli esercizi di vicinato va presentata anche via internet alla Camera di Commercio territorialmente competente che la trasmetterà al SUAP del Comune interessato. È richiesto anche un nulla osta sanitario. Perché deve essere assicurato il rispetto dei regolamenti di polizia urbana, annonaria e igienico-sanitaria, dei regolamenti edilizi e delle norme urbanistiche nonché di quelle relative alle destinazioni d'uso. A questo fine basta consegnare un’autocertificazione al comune stesso che rilascerà senz’altro il nulla osta.

Continua la lettura
44

Per partire nell’avventura del commercio dei casalinghi, occorre innanzitutto una buona conoscenza del settore e dei prodotti che si vanno a commercializzare. È il titolare di un negozio che sceglie i suoi prodotti, quindi dovrà cercare di individuare quelli giusti per fare la differenza. Esistono svariate marche, molteplici tipi e sottotipi dello stesso prodotto e versioni più o meno economiche. Quindi nella scelta bisogna cercare di essere completi su ogni fronte, prendendo accordi vantaggiosi coi grossisti. Anche l’impatto estetico dell’esercizio ha la sua importanza. Scegliere quindi dei locali confortevoli, luminosi e non angusti ed in cui collocare degli espositori a corridoio, visibili, cioè, sia sulla destra che sulla sinistra. Curare che sia assicurata la massima pulizia di ogni angolo, per dare l’impressione di vendere e garantire prodotti adatti allo scopo. Un gradevole profumo sparso un po’ ovunque non guasterebbe. Conservare sempre uno spazio sufficiente ad esporre nuovi prodotti, anche solo per effettuare delle prove sul gradimento della clientela. Non tralasciare la forza dell'immagine del prodotto e dare a quelli più pubblicizzati il massimo risalto. Pertanto non scegliere locali inferiori a 80 metri quadrati, anche se sarebbe meglio puntare su almeno 100 metri. La scelta della sede del negozio è altrettanto strategica. Il bacino di utenza non può essere inferiore ai 30.000 abitanti, ma meglio privilegiare zone lontani dai grossi supermercati e vie commerciali eleganti poiché il negozio sarebbe probabilmente ignorato in entrambi i casi. Trovare un luogo densamente popolato, anche un supercondominio va bene, dove l’urbanizzazione non è molto elevata. Si dovrebbe cercare di riprodurre un ambiente familiare per invogliare i clienti a varcare la soglia del negozio anche senza necessità impellenti. Istruire in tal senso il personale. Infine punto di forza di un negozio di casalinghi è la scontistica effettuata. Cercare di mettere in evidenza le offerte speciali e magari creare un a vetrina delle promozioni per convogliare l’attenzione i chi entra verso un determinato prodotto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un centro benessere

Prendersi cura del proprio corpo regalandosi momenti di relax e benessere, è un’esigenza sempre più diffusa. Oggi anche gli uomini stanno riscoprendo il gusto di concedersi del tempo da dedicare a se stessi, lontani dal lavoro e dallo stress di ogni...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio risparmio casa

Desideri avviare un’attività che ti garantisca un buon guadagno, ma proprio non sai a chi rivolgerti? Apri un negozio risparmio casa, sfruttando la garanzia di un brand in crescente affermazione, con un investimento vantaggioso. In questo periodo di...
Lavoro e Carriera

I 10 errori da evitare all'inizio della giornata lavorativa

L'inizio della giornata lavorativa è l'evento che caratterizza maggiormente la vita quotidiana di ognuno di noi. Che lavoriate in ufficio, che siate studenti non fa alcuna differenza. La giornata lavorativa. A prescindere dall' impiego, mette a dura...
Case e Mutui

Come assicurare la propria casa

Gli imprevisti domestici sono sempre in agguato: è piuttosto facile distrarsi mentre si è ai fornelli o distogliere per pochi secondi l'attenzione dal proprio figlio che gattona alla ricerca di chissà quale guaio, non è così strano ritrovarsi a dover...
Finanza Personale

Come cambiare in cartamoneta il ricavato di un grosso salvadanaio

Il salvadanaio, un oggetto di coccio o di alluminio, ci accompagna da sempre nelle economie di tutti i giorni. Una volta prefissato di dover mettere da parte i soldi, non resta che usare uno di questi salvadanai, reperibili in qualsiasi negozio di casalinghi....
Lavoro e Carriera

5 errori da non commettere se sei uno psicologo

La psicologia è una materia molto affascinante, tanto che i corsi di laurea sono pieni di studenti. La disciplina, che vede i suoi natali nell'800 grazie a Wilhelm Wundt, ha avuto un'evoluzione storica molto complessa. La materia è infatti stata ampliata...
Aziende e Imprese

Come gestire un supermercato

Il supermercato è la più grande struttura commerciale di un centro abitato. Con un considerevole aumento della densità demografica, i piccoli imprenditori della grande distribuzione organizzata, se vogliono continuare a lavorare, devono adeguarsi alle...
Finanza Personale

Come richiedere la carta expert di agos

La Carta Expert di Agos è una carta di credito destinata ai clienti del gruppo commerciale specializzato nella vendita di prodotti elettronici e casalinghi e ormai diffuso in tutto il mondo.Può essere utilizzata per fare acquisti presso tutti i punti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.